in

10 motivi per cui vorremmo essere Doraemon

Doraemon
Doraemon

Sembra essere passata una vita da quei meravigliosi pomeriggi post-scuola quando seduti a tavola inzuppavamo i biscotti nel latte e con minuziosa attenzione guardavamo i cartoni animati segnando quella che per noi era la fine della giornata.

Il muso ancora sporco di latte e già intonavamo la sigla di Doraemon dando vita alla nostra personale performance quotidiana. Eravamo così orgogliosi di averla imparata a memoria, chissà perché poi non era così semplice anche per le poesie che ci assegnavano da imparare a scuola.

In quei momenti quello che di reale c’era intorno a noi piano piano scompariva. Niente era più importante del gatto celeste con la testa enorme!
L’unica cosa che attirava la nostra attenzione era sullo schermo della Tv. Riuscivamo a non sentire la vicina che russava, nostro padre che riparava lo sportello della credenza con il trapano, riuscivamo persino a non sentire nostra madre che passava davanti a noi con l’aspirapolvere… no, quello lo sentivamo, era impossibile non notarla!

Ma comunque, passata la tragedia delle pulizie pomeridiane, potevamo concentrarci finalmente solo sulla televisione, su Doraemon.
Quel gatto era il sogno di noi bambini, aveva con sé tutto, ma proprio tutto. Qualunque cosa ti potesse venire in mente lui ce l’aveva, o meglio, ce l’ha, per fortuna possiamo continuare a sognare come bimbi anche adesso con i canali interamente dedicati ai cartoni.

Doraemon


È stato uno dei nostri eroi d’infanzia.
Doraemon, meraviglioso gatto con la testa enorme ed il campanellino al collo. A quei tempi avremmo tanto voluto essere lui.

Perché?
Per questi dieci semplici motivi…

#1 Per avere una tasca quadri-dimensionale tutta nostra piena di ciusky

Ovviamente!

Doraemon

Chi non vorrebbe avere tutti i ciusky che ha Doraemon nella sua tasca quadri-dimensionale?
Cioè, mettete caso, avete un profondo bisogno di volatilizzarvi in un posto diverso da quello in cui siete, cercate nella tasca, trovate il cappellino con le eliche e… basta indossarlo e via, verso mondi lontani. Oppure, avete bisogno di un altro piano a casa vostra? Niente paura, con il giusto ciusky, anche questo è possibile. Volete l’arrotino? Avreste anche quello!
Essere Doraemon sarebbe davvero uno spasso, l’unico problema sarebbe lui… Nobita!

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

è quasi magia johnny

È quasi magia Johnny: dalla sigla al cartone

10 motivi per cui Hamtaro ha segnato la nostra infanzia