in

7 curiosità su Louis Hofmann, il tenebroso protagonista di Dark

dark

Louis Hofmann esiste e su questo non ci piove. Non ci sono dubbi: a differenza di Jonas Kahnwald, il misterioso personaggio dell’ormai famosa Dark, paragonabile al gatto di Schrödinger (come vi diciamo qui). Louis Hofmann non ci rende troppo difficile scoprire qualcosa in più su di lui. Classe 1997, ha iniziato a recitare nel 2010 nel film tedesco televisivo Der verlorene Vater. Da quel momento non si è più fermato e, dopo una serie di ruoli minori, la svolta è arrivata nel 2017 con l’acclamata perla Netflix (resa un successo mondiale da questi 5 elementi chiave). A soli 23 anni e con più di una ventina di parti alle spalle, Louis Hofmann sembra essere una promessa del mondo attoriale tedesco. Cerchiamo allora di conoscerlo un po’ meglio attraverso queste 7 curiosità.

1) Ma quale Dark! Avrebbe voluto diventare un calciatore

dark

Ebbene sì, nella mente del piccolo Louis Hofmann la recitazione sembrava essere l’ultimo dei pensieri. Il sogno nel cassetto del bambino era solo uno: diventare un calciatore (qualcuno dice che, in segreto, ce l’ha fatta. Gioca nella Roma col numero 22). All’età di 11 anni, però, ha iniziato a recitare per hobby. Ben presto ha capito che la sua strada era proprio quella e, con l’aiuto dei genitori, ha deciso di farsi rappresentare da un agente. Il primo ruolo di successo è stato quello di Tom Sawyer, nell’omonimo film: era il 2011 e Louis aveva solamente 13 anni. Il primo passo del suo nuovo percorso era dunque segnato e così, anni dopo, l’attore tedesco è arrivato a ricoprire il ruolo del protagonista in Dark.

Written by Alice D'Arrigo

Mi piace far giocare le parole tra di loro finché non formano storie. Quando non scrivo libri, mi diverto a tuffarmi negli strabilianti mondi delle serie tv, lasciandomi conquistare da dialoghi e colonne sonore.

Better Call Sol: lo spin-off di Grace and Frankie di cui non sapevamo d’aver bisogno

game of thrones

Daenerys Targaryen non era per niente perfetta manco all’inizio