in

Le ultime commoventi battute dei personaggi di BoJack Horseman

BoJack Horseman

Arrivare alla fine di una Serie Tv come BoJack Horseman – disponibile su Netflix – potrebbe essere stata un’esperienza seriale devastante per i fan. Ciò che abbiamo di fronte è completamente diverso rispetto a quello che abbiamo visto nella primissima puntata: tutti i personaggi durante le stagioni, infatti, non si sono risparmiati mettendosi in discussione e arrivando a essere adesso delle persone diverse, più consapevoli.

Il fascino dell’ultima puntata risiede anche in un dettaglio rilevante: c’è uno spazio individuale in cui ogni personaggio si rapporta a BoJack. Fin dal primo momento assistiamo a una sequenza di dialoghi in cui il protagonista si dedica a una sola persona, come se dovesse – per una volta e per tutte -chiudere definitivamente il cerchio delle proprie catastrofi che, essendo troppe, hanno bisogno di uno spazio di spudorata verità. Quella verità che va detta solo in un momento proprio, intimo.

Il loro cammino è spesso stato tortuoso. BoJack sta pagando tutte le conseguenze delle sue disastrose azioni e ognuno lascia presagire un nuovo inizio per la propria vita all’apparenza più sereno. Sì, solo all’apparenza perché conosciamo oramai troppo bene questi personaggi per essere certi della loro stabilità: sappiamo che sono come dei bastoni nel vento che si lasciano travolgere della sofferenza. Essere certi che il futuro per loro sarà splendente – e che loro gli permetteranno di esserlo senza intralciarlo – è un po’ troppo pretenzioso.

Fatto sta, però, che non sapremo mai se abbiamo ragione o torto ad azzardare questa ipotesi di incertezza. L’unica cosa che ci rimane di loro sono le ultime parole che ci hanno rivolto. Vediamole insieme. Occhio a non piangere.

1) Princess Carolyn

BoJack Horseman

“Potrei consigliarti delle persone eccellenti.”

Princess Carolyn

BoJack è al matrimonio di Princess Carolyn. Durante il ballo con la sposa il cavallo antropomorfo cerca di mostrarsi migliore di quello che è, non solo per gli altri ma anche e soprattutto per se stesso. Per questo motivo racconta alla donna dai baffi rosa una sua fantasia: avrebbe voluto aiutarla a fare la scelta giusta in caso di ripensamenti verso quel fatidico sì. Avrebbe voluto dirle di sposarsi, di non avere più paura del futuro e pensare solo alla felicità esistente.

Princess Carolyn balla con un uomo che – in maniera particolare – ha stravolto la sua vita sia nel bene che nel male. Avrebbe tutto il diritto di essere arrabbiata con lui, ma non lo è. Lo conosce, lo accetta per com’è e nonostante tutto vede in lui vede qualcosa di buono, di bello. Il loro rapporto travagliato ha insegnato molto a entrambi e non ha mai risparmiato a Princess Carolyn alcuna sofferenza. Stare con lui – anche solo respirargli accanto – è sempre stato più che deleterio per lei.

Quei momenti ora sono lontani. Adesso Stanno ballando insieme al matrimonio di Princess Carolyn

Con l’ultima frase Princess Carolyn lascia le porte aperte a una loro possibile collaborazione lavorativa, e questo gesto vale tanto. Anche professionalmente BoJack ha spesso rovinato i perfetti piani della donna, ma lei non si risparmia neanche stavolta. Se avrà bisogno, lei ci sarà: questa è sempre stata l’unica certezza di BoJack Horseman, e lo sarà sempre.

2) Mr. Peanutbutter

BoJack-Horseman

“Ma BoJack quante probabilità ci sono che..”

Mr. Peanutbutter

Il modo di vivere di Mr. Peanutbutter rappresenta forse troppo quel famoso stereotipo del cane affettuoso: si nasconde dietro le presenze degli altri pur di non rimanere solo. In un certo senso la scena finale in cui lo salutiamo definitivamente spiega perfettamente questo concetto: rassicura BoJack che non lo abbandonerà mai durante il matrimonio di Princess Carolyn, ma non appena arrivati sparirà dalla circolazione sia del cavallo antropomorfo che nostra.

Perché Mr. Peanutbutter va dove può trovare più felicità, più sicurezze e meno responsabilità miste a sofferenze. Questo accade perché – nonostante l’apparente leggerezza – la sua felicità in realtà non esiste davvero. Cerca sempre un luogo sicuro in cui rifugiarsi e non importa quante responsabilità lo aspettino fuori da questo. Non importa neanche se BoJack lo attenda in una sala tutto da solo in preda al panico di sentirsi fuori luogo. Mr. Peanutbutter stava cercando affetto e spensieratezza, e BoJack non poteva dargli nessuna delle due cose.

3) Todd

BoJack Horseman

” È stato bello finché è durato”

Todd

Mettere a paragone questo Todd con quello della prima puntata è impossibile. Il suo personaggio è quello che più è evoluto dando una sfaccettatura di sé che mai – inizialmente – ci saremmo aspettati.

Da sempre è stato vicino a BoJack sopportando qualsiasi sofferenza che il cavallo gli infliggesse. Ha sempre cercato di fare per due, non abbandonando mai quell’amico di cui non riesce a fare a meno. Spesso – pur di aiutarsi a sopportare tutte le sofferenze – decide di far finta di niente, di guardare altrove evitando il male. Il ragazzo che abbiamo di fronte adesso è l’esatto opposto: non evita più il dolore per cercare di non rovinare i rapporti, al contrario ne parla e spiega come questo muti e si insidi all’interno della nostra esistenza distruggendoci sempre un po’.

Di fronte a lui ha la prova vivente di cosa possa fare il male, di come ci possa ridurre, ma non ha più paura per BoJack. Adesso sa che le carte in tavola per salvarsi ci sono, e deve essere solo compito del cavallo antropomorfo giocarsele. Lui, in ogni caso, gli rimarrà accanto.

Solo due cose non sono cambiate nel Todd che abbiamo di fronte adesso: riesce a dare ancora una speranza, ed è ancora fedele a BoJack come lo è sempre stato. E come – ne siamo certi – sempre lo sarà.

4) Diane

“È una bella serata. Non è vero?”

Diane

Diane vede la luce in fondo al tunnel. Sembrava impossibile, ma è successo. Per tutte le stagioni di BoJack Horseman la ragazza non fa altro che cedere al sentimento della tristezza. La pace che spera di trovare sembra un obiettivo irraggiungibile e il suo modo di farsi forza non la aiuta nel raggiungimento di questo. Perché Diane si è costruita – da sola – una casa fatta di mura tristi in cui vuole abitare per conto proprio. Non vuole portare nessuno dentro quell’appartamento, se non la sua angoscia.

Si è sempre data un motivo per non vedere il sole, ma adesso le cose – nell’ultima puntata dell’ultima stagione di BoJack Horseman – sembrano iniziare a cambiare.

Il cavallo antropomorfo sta facendo delle riflessioni in tipico stile DianeBoJack, ma stavolta non avrà una risposta affermativa sulla nullità della vita da parte della ragazza. Stavolta Diane riesce a dire che all’interno della propria esistenza – nonostante tutto – si continua a vivere. Lo dice guardando il panorama della sera di fronte a loro. Riesce finalmente ad apprezzare quello che le si presenta di fronte, e questo non può che essere l’inizio di un’ennesima rivoluzione per Diane. Forse quella definitiva.

BoJack Horseman

“Sì Sì, è bella.”

BoJack

Sicuramente in maniera diversa da Diane, ma anche BoJack probabilmente sta iniziando a vedere quella luce che per anni ha spento. La sua ultima frase dell’episodio conferma ciò che dice la ragazza, non lo smonta e non lo rende un dettaglio irrilevante.

Questa conclusione – così – riesce a far comprendere che il cammino del protagonista sia ufficialmente iniziato. Non sapremo mai cosa davvero succederebbe se avessimo a disposizione ancora degli episodi – in un certo senso forse siamo un po’ scettici alla possibilità di un cambiamento reale in BoJack – ma la possibilità che lui possa proseguire questo nuovo inizio ci fa sentire fieri, felici. Altri episodi non farebbero altro che rimetterlo in discussione, portarlo a nuove sfide. Il cavallo antropomorfo che abbiamo di fronte per l’ultima volta non sta distruggendo niente, non sta rovinando nessuno con le sue sterili parole e sta anche riuscendo a non sabotarsi da solo. In mezzo a quella festa non si sta rifugiando dietro una sbronza e non sta neanche cercando di scappare. Ha affrontato le paure ed è rimasto.

Adesso è in silenzio. Abbiamo assistito a così tante guerre – soprattutto interiori – che il silenzio è l’unica cosa che vogliamo ascoltare da parte di BoJack. Altro rumore ci distruggerebbe, lo distruggerebbe. Adesso pace.

LEGGI ANCHE – BoJack Horseman poteva diventare molto più memorabile di così

Scritto da Annalisa Gabriele

Le serie di Netflix sono contemporaneamente le peggiori e le migliori. Pro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno. Contro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno.

Tom Ellis

#VenerdiVintage – Gli esordi assurdi di Tom Ellis

gossip girl

Adam Brody su Leighton Meester: «Non pensavo fosse una bella persona per colpa di Gossip Girl»