in

Le 5 Serie Tv animate più politicamente scorrette della storia

Bojack-Horseman-Archer-I-Griffin

L’espressione politicamente corretto designa una linea di opinione e un atteggiamento sociale di estrema attenzione al rispetto generale. Soprattutto nel rifuggire l’offesa verso determinate categorie di persone o animali (vedi Bojack Horseman). Qualsiasi idea o condotta in deroga più o meno aperta a tale indirizzo appare quindi, per contro, politicamente scorretta.

Pregiudizi razziali, etnici, religiosi, di genere, di età, di orientamento sessuale, o relativi a disabilità fisiche o psichiche della persona: questo trova lo spettatore in queste serie. Ma tutto questo politically incorrect non è forse quello che stava cercando?

Ecco qua Bojack Horseman e altre 4 serie tv assolutamente scorrette.

5) Archer

archer-tiger Serie Tv

Archer (la serie più controcorrente della storia) è uno di quegli show che o si ama o si odia: dissacrante, volgare, controcorrente, cattiva e ovviamente scorretta.

La serie è ambientata a New York, nella sede dell’ISIS (International Secret Intelligence Service), agenzia di spionaggio fittizia dove lavora il protagonista Sterling Archer. Il punto di incontro tra James Bond e Bojack Horseman: immaturo, misogino, alcolizzato, donnaiolo, egoista e narcisista. Come tale, i jokes messi in campo non sono unidimensionali o prevedibili, infatti lo scrittore gioca con i propri confini. Sapendo dov’è la linea della correttezza e come attraversarla, genera risate mentre lo spettatore ride dei propri problemi sia fisici che culturali. Espone, infatti, le ipocrisie, le disparità, i doppi standard e la pura follia dell’umanità con una satira tagliente.

Iginio Massari

La Casa de Papel: lo chef pasticciere Iginio Massari lancia una linea di dolci ispirata alla serie

Breaking Bad

Un fan di Breaking Bad ha fatto credere al mondo di essere diventato un trafficante di droga