Vai al contenuto
Home » Better Call Saul » 7 curiosità su Patrick Fabian, raffinato interprete di Howard in Better Call Saul 

7 curiosità su Patrick Fabian, raffinato interprete di Howard in Better Call Saul 

La sua strabiliante interpretazione di Howard Hamlin in Better Call Saul, in particolare nel corso della prima parte dell’ultima stagione della serie, ha reso Patrick Fabian un volto iconico nel piccolo schermo.

Con circa 150 ruoli in carriera, Patrick Fabian vanta in realtà una carriera molto più vasta di quel che si possa pensare, essendo apparso in lavori di tutti i generi. Attivo in modo particolare nel mondo delle serie tv, è noto soprattutto per aver spesso interpretato il ruolo del professore, come avvenuto in Veronica Mars, Beverly Hills 90210 e La vita secondo Jim.

Ha preso parte a numerosissime serie iconiche, tra le quali ricordiamo La signora in giallo, Xena, Friends, CSI – Scena del crimine, Will e Grace, Grey’s Anatomy, Lucifer e Ugly Betty. Non mancano anche apparizioni sul grande schermo, come quella nel film del 2010, L’ultimo esorcismo o, più di recente, in The Death of Superman, nel 2018.

Una carriera lunga 20 anni, che lascia ancora spazio a grandi opportunità. Patrick Fabian è un attore in ascesa, con un grande talento e un’enorme dedizione per la recitazione. Ma oltre a essere un attore, Fabian è anche un uomo pieno di cose da raccontare, passioni e storie che abbiamo raccolto in 7 curiosità sul suo conto.

1) La famiglia d’origine di Patrick Fabian

Patrick Fabian è nato a Pittsburgh il 7 dicembre del 1964, sotto il segno del sagittario. È cresciuto a New Cumberland, in Pennsylvania, dove il padre lavorava.

I genitori sono Tom e Mary Lou Fabian. Sul loro conto non si conosce molto, in particolare sulla madre. Sappiamo, però, che Tom lavorava alla Pennsylvania Higher Edication Assistance Agency.

La mamma e il papà seguono Better Call Saul, come dichiarato dallo stesso attore che, in una recente intervista, ha scherzosamente affermato di temere la reazione dei suoi genitori al finale di metà stagione della serie, prevedendo la rabbia della madre e probabilmente anche del padre di fronte agli eventi che vedranno sullo schermo.

2) Moglie e figli

patrick fabian

Dal 2009, Patrick è sposato con Mandy Fabian, attrice e regista nota per The Young Hillary Diaries, prima serie digitale di Lifetime.

La coppia è molto riservata e solo di rado si spinge a pubblicare scatti di famiglia attraverso i profili social. Sappiamo, però che i due vivono a Los Angeles, dove crescono le loro due figlie.

Dalla loro unione, infatti, sono nate due bellissime bambine: Abbey Ray, nata il 15 settembre del 2010 e Delilah Grace, venuta alla luce due anni dopo, il 28 luglio 2012.

3) L’amore per gli animali di Patrick Fabian

A completare la sua famiglia, Fabian ha due bellissimi cani, di cui è follemente innamorato. L’uomo, infatti, è un fan degli animali e si impegna attivamente per loro.

La sua lotta è diretta principalmente a sensibilizzare le persone verso l’adozione, un salvataggio verso i piccoli cuccioli che nei rifugi rischiano di andare incontro alla morte. Proprio per dedicarsi a questo impegno, Fabian è diventato ambasciatore di un’organizzazione dedicata al benessere degli animali.

Sono un ambasciatore di Best Friends [Animal Society], un’incredibile organizzazione che si dedica al benessere degli animali, in particolare, cercando di aiutare a rendere ogni rifugio per animali un rifugio senza uccisioni. I miei due cani sono stati dei soccorsi e credo fermamente nel trovare una casa per ogni cane o gatto.

Lui stesso ha scelto di adottare i suoi due cuccioli, soccorrendoli e portandoli fuori dai rifugi. Il rapporto con i suoi cani, inoltre, è per Fabian anche occasione di relax e confronto con sé stesso. Le passeggiate in giro con i suoi amici a quattro zampe, infatti, rappresentano per l’attore un momento fondamentale della sua giornata.

Portare a spasso i miei cani due volte al giorno mi offre un’apertura e una chiusura della mia giornata, e ho imparato a usare quelle passeggiate per una meditazione ambulante, cosa che non mi era mai venuta in mente fino a quando un amico non mi ha dato il libro: Ovunque tu vada, ci sei già, di Jon Kabat-Zinn. Mi ha aiutato a sfruttare momenti che già impegnavo e a trasformarli in qualcosa di più ampio

4) La passione per il nuoto

patrick fabian

Si definisce un californiano convertito, e in effetti Patrick Fabian ha adattato il suo stile di vita a quello delle stupende spiagge della California.

Il rapporto con il mare è per lui di fondamentale importanza e la spiaggia è il luogo in cui si reca nel suo tempo libero per godersi un po’ di relax, ma anche per lanciarsi in sport ed esperienze.

Talvolta pratica il surf, ma ama soprattutto il nuoto, attività che pratica con costanza e che lo aiuta a calmarsi e lavorare su di sé.

Nuoto anche da quattro a cinque volte a settimana e, una volta che ti muovi in ​​un ritmo di respirazione e movimento, la tua mente può davvero sciogliersi, cosa che trovo così rinfrescante.

5) Gli studi

Gli studi liceali Patrick Fabian li ha svolti nella sua città d’origine, frequentando e diplomandosi alla Cedar Cliff High School a Camp Hill, nella contea di Cumberland, in Pennsylvania. Dopo le superiori si è iscritto alla Penn State University, dove si è laureato in belle arti e spettacolo.

A quel punto ha deciso di continuare gli studi presso la California State University, dove ha conseguito un MFA in Performance.

Da lì ha iniziato a inserirsi nel mondo del lavoro e, dopo alcuni anni passati a servire ai tavoli, lo Shakespeare Festival LA gli ha assegnato la sua Actors Equity Card e un’ingaggio in uno spot pubblicitario di uno shampoo, che ha segnato l’inizio della sua carriera.

6) La convivenza con Bob Odenkirk e Rhea Seehorn

Durante il periodo di riprese in Messico per Better Call Saul, Patrick Fabian ha convissuto con i colleghi e amici Bob Odenkirk e Rhea Seehorn, approfondendo il legame con loro e cercando di affrontare insieme i lunghi periodi di lontananza da casa.

In un’intervista rilasciata su KTLA, Odenkirk ha raccontato di aver vissuto con i due colleghi insieme anche alla moglie, avendo deciso di mettergli a disposizione la sua casa nel New Mexico per far fronte alla solitudine dovuta ai lunghi periodi lontani dalla famiglia.

La convivenza ha permesso agli attori di affinare l’alchimia sul set, aiutandoli a svolgere al meglio il loro lavoro, come raccontato dallo stesso Fabian.

È come se fossimo un dormitorio universitario o una compagnia teatrale di avvio. Quando andiamo al lavoro, ci sosteniamo a vicenda.
Poi torniamo a casa e scarichiamo la giornata. Non dirò che spettegolamo, ma forse spettegolamo un po’. Poi pianifichiamo per il resto della settimana. Spesso guardo Rhea e Bob fare le loro scene. Quando facciamo una scena, è qualcosa di più della semplice memorizzazione. Ne parliamo, lo analizziamo, prendiamo appunti… spesso rispondiamo a una domanda e poi chiamiamo Peter Gould o lo scrittore dell’episodio per aiutarci a scomporlo. Esploriamo le idee prima di arrivare sul set, quindi siamo pronti a lavorare con il regista. Siamo a casa con felpe e pantaloni della tuta a leggere le battute durante la cena o mentre puliamo, alla fine c’è sempre il gelato. La nostra situazione di vita ha funzionato alla grande e penso che la prova sia sullo schermo.

7) Membro del consiglio del SAG-AFTRA

patrick fabian

Lo SAG-AFTRA, o Screen Actors Guild – American Federation of Television and Radio Artists, è un sindacato americano che rappresenta attori, giornalisti, personalità radiofoniche, cantanti, doppiatori e altri professionista dei media nel mondo.

Dopo aver ottenuto il suo primo ruolo, Patrick Fabian è entrato a far parte del sindacato e in esso si è impegnato attivamente.

Per un periodo, infatti, l’uomo è stato membro del consiglio di amministrazione nazionale e locale dell’entità sindacale di Los Angeles, mantenendo il ruolo dal 2013 al 2015.

Scopri il primo libro di Hall of Series: 1000 Serie Tv descritte in 10 parole è ora disponibile su Amazon!