Vai al contenuto
Home » Beautiful » Beautiful, riassunta dall’inizio alla “fine” in 1200 parole

Beautiful, riassunta dall’inizio alla “fine” in 1200 parole

Beautiful

Allora, c’è questa soap opera conosciutissima che abita i nostri piccoli schermi dal 1987 e non accenna a finire. Tutti la conoscono, molti la seguono, ma nessuno ha mai capito davvero gli intrallazzi delle (a oggi) 8795 puntate. Ci sono diverse famiglie, ma una spadroneggia su tutte. Sono gli illustrissimi Forrester. Vivono nella soleggiata Los Angeles e mandano avanti a furia di colpi bassi una casa di moda davvero fortissima, la Forrester Creations, che ha un logo più adatto a un’agenzia funebre che a un brand di moda potentissimo. Mah, considerando morti, violenze sessuali e tragedie siamo là. L’albero genealogico è abbastanza ingarbugliato per via degli esagoni amorosi e tutti hanno un padre biologico diverso da quello ufficiale. Forse è ancor più contorto di quello di Dark. C’è il patriarca, Eric Forrester – che non schioda – il quale un giorno si è coniugato con Stephanie Douglas. Dal loro ammore (ma in mezzo c’è sempre un altro donatore di DNA) sono nati cinque pargoletti: Ridge, Thorne, Angela, Kristen e Felicia. Nel corso di quasi quarant’anni, questi si sono accoppiati con altre famiglie potentissime, hanno litigato, figliato e tradito; si sono vendicati, ammalati e sparati; sono morti, risorti e hanno cambiato faccia. Prendete il rampollo Forrester. Ridge aveva questo viso squadratissimo di Ronn Moss. Poi, a un certo punto, come un Visitor, ha preso le sembianze di Thorsten Kaye. Ma non è mica l’unico muta-faccia! Manco fossimo in Fringe. Così arriviamo al personaggio più potente della storia. Quello più insidioso: il deus ex machina che cambia i connotati alla gente (recasting), fa crescere di colpo i ragazzini ( SORAS”) e fa succedere cose spassosissime che restano appese sempre con un cliffhanger di troppo. Un salto della scogliera imperituro che ci sotterrerà tutti. L’unica certezza – proprio nella vita vera – è come inizia Beautiful perché non sapremo mai come, ma soprattutto se, la soap finirà.

Forrester creations

L’altra famiglia protagonista sono i Logan. Al vertice c’è Stephen, il quale ha figliato con Beth Henderson i pargoletti Storm (morto e mai risorto), Donna, Katie e ovviamente Brooke. Ha lasciato la moglie perché questa era innamorata di Eric Forrester, che a un certo punto sposerà sua figlia Brooke. Una delle trame più avvincenti è la relazione tra Brooke e Ridge e le centinaia di donne, uomini e parenti che si mettono tra di loro. Ah, Brooke ha cambiato volto temporaneamente per permettere a Katherine Kelly Lang di andare in malattia e in maternità. Beautiful è il posto fisso che ogni italiano sogna. Oltre ai Logan, ci sono anche gli Spencer, Fuller, Avant, Douglas, Spectra-Alexander-Garrison, Hamilton, Barber, Buckingham e tante altre famiglie uscite di scena, come i Carter o i Moore.

Beautiful dovrebbe narrare lo scontro generazionale tra il vecchio e il nuovo; tra il classico tailleur e la moda secondo Lady Gaga; tra i Logan Roy e i Kendall di Succession. Da un lato ci sta il padre Eric che a innovare non ci pensa proprio. Dall’altro c’è il giovane rampollo, quello visionario che mette Like ai tweet di Elon Musk, mentre segue ragazze che twerkano. Ridge vorrebbe stravolgere il fashion, ma l’unica cosa che stravolge sono i matrimoni. La Forrester Creations se la deve vedere con le altre aziende di moda della città, come la Spectra Fashions (poi diventata Spectra Couture), le Marone Industries, la Jackie M Designs, la Spencer Publications e la Quinn Artisan Jewelers. Ma che ce ne frega del marketing, che è solo un pretesto per l’accoppiamento promiscuo.

Brooke è la chiave di volta che ogni sceneggiatore sogna.

Beautiful

Soprannominata The Slut from the Valley da Stephanie, Brooke detiene il record di matrimoni ed è membro del Consiglio d’Amministrazione della Forrester Creations, ex modella, ex biochimica, ex di Ridge, ex azionista ed ex di tante altre persone. All’inizio, la sfortunata stava con Dave Reed, ma a una festa a Villa Forrester s’incontra e si scontra con Ridge, il quale sta per sposare Caroline Spencer. Brooke si allea con Thorne e manda all’aria il matrimonio del rampollo. Così Thorne acchiappa Caroline, ma le cose sono complicate. La donna ha una gemella, è vittima di una lettera d’amore pericolosissima e uno psicopatico. Poi, una notte, ubriaca, finisce a letto con Ridge perché lo scambia per Thorne, poi questo spara al fratello. Alla fine Caroline muore e torna sotto forma d’apparizione, manco fosse Obi-Wan Kenobi.

the bold and the beautiful

Brooke e Ridge si sono sposati tra loro almeno 10 volte (tra validi e non). In smoking o con il gonnellino hawaiano, ubriaco o con un’amnesia, Ridge ha detto “sì” una decina di volte. Per una legge universale della fisica non può restare single neanche 2 ore. Brooke, invece, supera la ventina. Senza contare la dozzina di relazioni extra coniugali. Va da sé che per innovare la Forrester Creations, Ridge ha a disposizione solo il tempo di accorciare qualche gonna. Brooke si fidanza, la prima volta, con Ridge dopo essere rimasta incinta di lui, ma lui la lascia dopo la perdita del bambino e la lettera maledetta. Nello sconforto, Brooke si lascia consolare da Eric Forrester. Nel vocabolario di Beautiful, il verbo deve avere un altro significato perché questa resta incinta del suocero e dà alla luce Eric “Rick” Forrester Jr.. Sarà per questo che Stephanie non la può vedere. Fino al giorno in cui la matriarca Forrester non si è spenta a causa del cancro. Non prima di un rappacificamento con la rivale. Pure lei tornerà come apparizione.

Sì, lo voglio. Oggi! Domani chissà.

Taylor

Il primo matrimonio tra Ridge e Brooke – che ha congedato James Warwick – avviene dopo la morte di Taylor nello schianto dell’aereo. Ma viene annullato perché Taylor è viva. Poi questa annuncia di essere incinta del fratello di Ridge, Thorne che si è risposato tante volte. Tipo con Darla che muore investita da Taylor, la quale ha inciuciato pure con Eric. Invece questo pargoletto era davvero il figlio di Ridge, il quale decide di ritornare con Taylor. Uno degli ultimi matrimoni tra Brooke e Ridge, invece, non verrà celebrato perché lei scopre l’amore della sua vita con le labbra accidentalmente incollate a quelle di Quinn Fuller Forrester, moglie di Eric, madre di Wyatt Spencer che ha avuto una relazione con Hope Logan Spencer, figlia di Brooke e Deacon. Un giorno Brooke bacia Bill Spencer.

Beautiful

Ora, sembra facile a dirsi, ma con queste sottotrame ci sono andati avanti per quarant’anni. In ogni puntata di 20 minuti, infatti, non succede nulla eppure nella storia succede di tutto. Beautiful è una soap opera da prospettiva. Come le illusione ottiche in 3D disegnate sui pavimenti, la storia va vista da tanto lontano per ammirarne la magnificenza. La morte, come il matrimonio, non è mai per sempre. L’importante è correre, più veloce dello spazio-tempo. Qualunque scambio di sguardi indiscreti può portare a un matrimonio, una gravidanza, una promozione o il successo di una nuova linea di moda in un mondo dove padre e figli hanno tanto in comune, come le mogli. Perché l’amore in Beautiful è il collante rosa tra le parole “divorzio” e “azionista di maggioranza”.

No, è impossibile riassumere in 1200 caratteri una trama più intricata di una foresta di mangrovie. Ne bastano 10:

Gli anni passano ma Ridge e Brooke non passano mai.

1000 Serie Tv descritte in 10 parole – Le trame come non le avete mai lette

Oltre a Beautiful, qui trovate altre 999 serie tv descritte in 10 parole