in

5 Serie Tv che hanno portato sfortuna ai protagonisti

La famiglia Bradford

Baywatch

La famiglia Bradford Eight Is Enough è una serie tv americana che ebbe molto successo sia in patria che in Italia. Da noi dove andò in onda nel 1978 la prima stagione, mentre le altre quattro dal 1982 in poi. La storia, ambientata a Sacramento (California), è quella della famiglia Bradford, costituita dal capofamiglia giornalista Tom e dai suoi otto figli.

Lo show iniziò molto male. Diana Hyland, che interpretava la madre, Joan Bradford, morì di tumore 12 giorni dopo la messa in onda del primo episodio. Nella serie Tom Bradford rimane vedovo e la storia riparte da quel punto nella seconda stagione.

Quando la serie fu cancellata per il calo degli ascolti, cominciarono i guai per i fratelli. Susan Richardson, omonima nella serie, ha avuto una vita difficile. Rimane incinta nel 1977 e per poter entrare nella parte della bella Susan Bradford si sottopone a un duro regime alimentare che la porta ad avere disturbi dell’alimentazione e dipendenza dalla cocaina. Dopo la fine della serie deve affrontare il sequestro di sua figlia in Corea, cosa che la porterà a soffrire di una grave depressione.

Adam Rich, Nicholas, il più piccolo, abbandonò la televisione per problemi di alcolismo e dipendenza dalle droghe, venendo infine arrestato per furto. Lo stesso per l’interprete di Tommy Bradford, Willy Aames, sperperò i proventi del suo successo in droga e alcol. Infine, Lany O’ Grady, Mary Bradford, morì per un’overdose di farmaci nel settembre del 2001.

Written by Luca Celeghin

Guardo film da quando ho memoria e Serie Tv da quando ancora si chiamavano Telefilm. Scrivo da quando sono in grado di tenere in mano una penna. Finalmente posso unire i due mondi e guardare cosa accadrà. "Chi può dirmi che le mie fantasie non si avvereranno? Almeno questa volta".

Manifest – Cos’è successo ai passeggeri del volo 828?

Kidding

Kidding 1×08 – Un ritorno al passato per capire il presente