in

Come finirà Vikings?

vikings

Tra pochi mesi assisteremo alla conclusione di un altro pilastro nella storia delle serie tv: Vikings, prodotta dal canale History, sta per giungere alla sua conclusione (qui trovate tutto quello che sappiamo sul ritorno della serie, finora)

In realtà il finale già esiste, in quanto le riprese si sono concluse da molto tempo, ma per ora non possiamo far altro che aspettare l’uscita degli ultimi dieci episodi, la cui data di rilascio è ancora un mistero.

Nel fra tempo, noi di Hall of Series ci siamo divertiti a immaginare cosa potrebbe succedere in questo season finale.

Ecco quindi la nostra risposta alla domanda: come finirà Vikings?

Vikings

A fine 6A abbiamo lasciato il figlio di Ragnar, Ubbe, e la moglie Torvi in Islanda. Lì Torvi dà alla luce un figlio che viene battezzato con il nome del nonno, il primo nato nella colonia creata da Floki. In assenza di quest’ultimo, la colonia sembra funzionare bene ma soffre comunque della mancanza di un leader in grado di condurla.

Che sia questo il ruolo di Ubbe nella 6B di Vikings?

Nel corso della serie, dopo la morte di Ragnar, abbiamo visto come la conquista del trono di Kattegat abbia infiammato gli animi di molti. Ma Ubbe ne è sempre rimasto fuori, lasciando che fosse Bjorn, primogenito di Ragnar, a rivendicare il trono di loro padre. Ma sappiamo bene che quel trono è passato nelle mani dello spietato Ivar, che lo ha conquistato con la forza e l’astuzia, saltando a piè pari il diritto per anzianità dei fratelli più grandi.

Che questa sia l’unica e ultima occasione che ha Ubbe per regnare? In fondo la sua discendenza gli conferisce stima e prestigio, e non sarebbe poi così strano vederlo al governo del “nuovo mondo”.

Vikings

Sempre in relazione all’Islanda e alla colonia, il mistero che ci stiamo portando dietro dalla 5B di Vikings è la scomparsa del costruttore di barche Floki.

Deluso dalla natura violenta e vendicativa degli uomini che si era portato appresso in Islanda, Floki decide di abbandonare tutto ed entra in una caverna attirato dal fumo di un vulcano, convinto di trovarsi davanti alla porta di Hel.

La conseguente eruzione del vulcano, fa temere ai fan di Vikings di aver perso definitivamente uno dei personaggi più amati della serie.

Ma qualcosa non torna.

Quando Ubbe giunge in Islanda nella 6A, gli viene presentato Othere, il viaggiatore che tanto sperava di incontrare. Ben presto si scopre che in realtà l’uomo è un impostore. Il suo nome è Athelstan ed è un ex monaco che dice di aver incontrato Floki prima che si allontanasse dalla colonia, lasciandogli come prova il suo anello nuziale.

Ubbe è molto scettico: Floki, per quanto disperato potesse essere, non si sarebbe mai separato dall’unica cosa che ancora lo legava alla sua amata Helga.

Inoltre il racconto di Othere non collima con quanto gli spettatori hanno visto accadere nel season finale della quinta stagione. Ciò ci fa pensare che il Costruttore di barche sia uscito vivo dalla caverna, ma che gli sia successo qualcosa poco dopo. Che sia stato rapito e tenuto prigioniero? Che sia stato ucciso? Tutto è possibile.

Ma ora spostiamoci verso Est.

Re Oleg di Russia ci viene presentato nella 6A come il villain dell’ultima stagione di Vikings.

Il suo intento è quello di riconquistare le terre dei suoi avi, la Scandinavia, avvalendosi dell’aiuto di Ivar Senz’ossa. L’alleanza tra i due è puramente di necessità, in quanto Oleg ha bisogno delle conoscenza territoriali di Ivar, e Ivar ha bisogno del forte esercito di Oleg per sconfiggere Bjorn.

Il personaggio di Oleg è forse il più inquietante e difficile da interpretare. Dietro le sue chiare dichiarazioni di guerra sembra esserci nascosto qualcosa di oscuro. Questa aura tenebrosa è accentuata dalla moglie Katia, identica in tutto e per tutto alla moglie di Ivar che lui stesso ha ucciso.

Nella 6B vedremo sicuramente uno scontro tra re Oleg e Ivar, che è segretamente alleato con il fratello di Oleg, Dir, per rovesciarlo una volta conquistata la Scandinavia. Che re Oleg perisca nello scontro o venga in seguito giustiziato, poco cambia: non sembra un personaggio destinato a sopravvivere.

In relazione alla battaglia tra Russi e Scandinavi avvenuta nel season finale di Vikings, due dei protagonisti dello scontro sembrano esserne l’emblema.

I destini di questi sono strettamente legati, in quanto uno non può continuare a vivere se l’altro sopravvive. I due fratelli si sono giurati vendetta, e l’episodio finale del midseason sembra proprio confermare questa teoria.

Nella 6×10 di Vikings, vediamo Ivar colpire Bjorn a morte.

La scena però è ambigua, perché ci mostra contemporaneamente sia il campo di battaglia che una sorta di dialogo tra i due fratelli seduti sulla spiaggia, e non è molto chiaro se quella conversazione sia avvenuta veramente o meno. In più, poco prima che Bjorn ricevesse il colpo di grazia, il Senz’ossa era da tutt’altra parte rispetto alla riva dove poi si scontra con il fratello.

Insomma, quella scena potrebbe anche solo essere un’allegoria della vittoria dei Russi (che vediamo banchettare festanti) contro le armate scandinave.

Qualunque sia l’esito dello scontro, è molto probabile che Bjorn la Corazza non riuscirà ad avere la fine gloriosa che tutti i fan si aspettano da lui. Bjorn non si è mai dimostrato veramente all’altezza di suo padre Ragnar, che infatti ha messo alla prova le sue doti di leader per tutto il corso della sua permanenza in Vikings.

Dall’altra parte, il personaggio di Ivar potrebbe ottenere la redenzione e perire da eroe, in quanto il suo attaccamento paterno al piccolo Igor, nipote di Oleg, sembra andare ben al di là della semplice convenienza strategica. Un’altra alternativa sarebbe che Hvitserk riuscisse a tornare abbastanza in sé per compiere la sua vendetta contro il fratello minore.

Per ora tutto quello che possiamo fare è ipotizzare e attendere probabilmente la fine dell’anno per avere tutte le risposte.

LEGGI ANCHE – Vikings: le 5 lezioni di vita più importanti che ci ha dato la serie

Written by Francesca Furnari

Vivo la mia vita in punta di piedi, danzando in bilico tra pagine di vecchi libri e serie tv che mi spezzano il cuore (in senso positivo, s'intende!)

Il mio motto è: se non ti rovina il sonno, non è quell* giust*! (da applicare a tutti i libri, serie tv e film!)

Hill House

L’episodio più spaventoso di Hill House

Friends

Friends, in origine “Gatto Rognoso” doveva parlare di un cane