in ,

#VenerdìVintage – I 10 cartoni animati più strani che abbiamo visto negli Anni 90

cartoni animati strani

Gli anni 90 sono tra i più prolifici in assoluto sotto l’aspetto della produzione di cartoni animati, che siano giapponesi e non. Tra i tanti capolavori però ci sono prodotti altrettanto famosi quanto però strani, fuori da quel paradigma classico dell’eroe buono con i giusti valori. Di opere un bel po’ particolari ne esistono davvero tante.

Questi sono i 10 cartoni animati tra i più strani in assoluto che abbiamo visto negli anni 90.

1) Georgie 

cartoni animati strani

Arrivato in Italia nel 1984, la sua popolarità la ottiene comunque negli anni 90, anni in cui Italia 1 non smetterà mai di trasmetterlo, soprattutto di sabato e di domenica. Georgie può essere considerato uno dei cartoni animati più strani per la sua tematica romantica, sdolcinata e anche un pizzico drammatica. Un anime giapponese come pochi, che nella nostra Nazione ottenne successo grazie anche all’indimenticabile sigla cantata da Cristina D’Avena. Georgie era una ragazzina timida e dolce, che nel corso dei 45 episodi vediamo crescere, da piccola e indifesa a fanciulla con un gran cuore. La sua vita è davvero drammatica, cosa non comune ai cartoni animati dell’epoca, soprattutto quelli trasmessi in Italia. Per questo motivo merita di stare in questa classifica.

2) 2 Cani Stupidi

cartoni animati strani

Cambiando completamente genere, 2 Cani stupidi, conosciuto anche come 2 stupidi cani è un cartone animato davvero unico e particolare, degno di essere nella classifica dei cartoni animati più strani degli anni 90. Nasce nel 1993, arriva però in Italia sul finire del millennio, precisamente nel 1999, giusto in tempo per essere inserito in questo elenco. Una storia strana con due protagonisti ancora più strani. 2 cani per l’appunto, dalla razza indefinita, denominati Cane Grande e Cane Piccolo. Ogni puntata diversa dall’altra e senza un filo narrativo (come molti dei prodotti umoristici di quell’epoca). Risate e Stranezza decisamente assicurate.

3) Ed Edd & Eddy

cartoni animati strani

Il mondo di Cartoon Network era un mondo meraviglioso, unico e inimitabile. Tra i tanti capolavori decisamente strambi, non potevamo non scegliere Ed, Edd & Eddy, cartone animato nato nel 1999, dunque anche lui al limite di questa lista. Probabilmente però questo cartone animato rimarrà sempre uno dei più strani in assoluto, indipendentemente dall’epoca. Tre ragazzi non proprio geniali alle prese con la vita di tutti i giorni. Quasi dei teppistelli, e i teppistelli negli anni 90 erano proprio visti così. Un prodotto esilarante che ha portato anche alla produzione di diversi giochini sul computer che tra la fine degli anni 90 e i primi anni 2000 hanno tenuto compagnia a molti ragazzini.

4) Beavis and Butt-Head

cartoni animati strani

Un prodotto tanto originale quanto strano. Beavis and Butt-Head merita di stare in questa lista già soltanto per le animazioni più uniche che rare. Due bulletti dalla testa davvero gigante e un corpo non proprio proporzionato. Una sitcom americana nata del 1993 che l’Italia ha però visto nel 1998 sul canale MTV, canale che in quegli anni sfornava davvero dei prodotti geniali. Questo tra tutti resterà uno dei cartoni animati più strani ed esilaranti della programmazione anni 90 di MTV, da vedere e rivedere. Un cartone dall’enorme successo, tanto che nel 2011 negli Stati Uniti furono prodotti dei nuovi episodi con un’animazione decisamente più moderna.

5) I Rugrats

cartoni animati strani

Strano per soggetti e tematica, I Rugrats, così come Ed Edd & Eddy può identificare la vera essenza di questa lista decisamente particolare. Nasce nel 1991, arriva in Italia poco dopo, precisamente nel 1993 ( per poi avere una seconda edizione nel 1999). La prima versione fu mandata in onda su Junior Tv, la seconda invece su Italia 1 e in seguito su Nickelodeon. Dei lattanti dal carattere decisamente birbante sono alle prese con mille peripezie, che dureranno ben 172 episodi, ognuno degno di essere ricordato. Chi è cresciuto negli anni 90 non può non essere cresciuto con questo strabilitante cartone animato.

6) Rolie Polie Olie

Tra opere giapponesi e americane mandate in onda in Italia, non bisogna di certo dimenticare di quel fantastico mondo che era la Melevisione. Tra tutte le loro storie e i loro prodotti, alcuni su tutti erano davvero strani. Rolie Polie Olie può benissimo considerarsi uno di questi, merito soprattutto del tipo di animazione utilizzata per produrre questo cartone animato. Forme geomertiche. Tutto è a forma di sfera o comunque una circonferenza, come se fosse un popolo tutto particolare, unico nel suo genere. Non esistono altri tipo di solidi. Le storie narrate all’interno di questo strano cartone animato sono spesso educative e intelligenti. La figura del nonno infine sicuramente impreziosice tutto con la sua simpatia e comicità. Stranezza è anche questa.

7) I Plonsters

Se si parla di stranezza all’interno del mondo della Melevisione, non si può non parlare di uno dei cartoni animati più strani di tutti, che nel corso degli anni 90 (e anche 2000) hanno portato all’iconicità assoluta. I Plonters sono un prodotto unico, forse l’unico che si avvicina è Pingù. Un cartone animato che non ha bisogno parole, ma solo di azioni. Tre essere non del tutto identificati, dalla forma e soprattutto dalla consistenza molto particolari. L’unica cosa che li differenzia è il colore. Verde, Arancione e Blu. Tre amici in cui uno è un po’ più ingenuo degli altri (l’Arancione) e spesso viene preso in giro e bersaglio di scherzi. Un prodotto davvero speciale.

8) Babaloos

Altro giro, altra corsa. La Melevisione ha davvero sfornato prodotti stranissimi. Subito dopo Bob L’aggiustatutto infatti veniva trasmesso proprio Babaloos, un cartone animato dove i protagonisti sono gli oggetti. Non si è mai capito non volessero andare a parare, il risultato però è sempre stato molto piacevole. Matite, posate, sveglie tazze, chi più ne ha più ne metta, una volta arrivata la notte prendevano vita (ricorda Toy Story) e avevano le loro vicende strambe tanto quanto il cartone animato stesso. Non il miglior prodotto all’interno di questo elenco, ma degno di esserci.

9) Birdz

Anche se non arrivato propriamente in Italia, questo prodotto (già solo vedendo l’immagine) non poteva proprio mancare, poichè rappresenta la vera e propria stranezza. Disegni particolarissimi e luci ancora più particolari. Un uccello protagonista, il piccolo di famiglia, che vuole diventare un regista, per questo filma dall’inizio alla fine le sue giornate (una sorta di Dawson’s Creek). Un prodotto che non ha ottenuto molto successo, nato nel 1998 e che presenta soltanto una stagione. Uno dei cartoni animati più strani in assoluto, da recuperare assolutamente.

10) Ranma 1/2

Come il primo della lista, anche l’ultimo è un anime giapponese molto famoso nato negli anni 80 che però ha ottenuto la sua fama soprattutto negli anni 90, in Italia grazie alla distribuzione da parte del canale MTV. Un prodotto strano poichè il concetto stesso del cartone animato è molto particolare. Un protagonista che appena si bagna da ragazzo si trasforma in ragazza, un qualcosa mai visto prima in quell’epoca, e ricordiamoci che stiamo parlando degli anni 90, quando un argomento come questo non era visto alla stessa maniera di oggi. Un prodotto comunque che ottenne un successo enorme, tanto da rimanere uno dei migliori anime di quell’epoca.

Scritto da Michael Marcuccio

Sono un giovane laureato che ama la scrittura e le serie tv. Niente di più niente di meno. Scrivere è da sempre una passione, e metterla a disposizione dei lettori è un'esperienza unica che mi entusiasma ed emoziona ogni giorno.

jarod il camaleonte #venerdìvintage

#VenerdìVintage – Ma Jarod il Camaleonte l’ho vista solo io?

Scrubs

5 Serie Tv rimosse dal catalogo che speriamo tornino presto su Amazon Prime Video