Vai al contenuto
Home » The Big Bang Theory » Le 7 critiche più frequenti fatte a The Big Bang Theory

Le 7 critiche più frequenti fatte a The Big Bang Theory

the big bang theory

Settembre è ormai alle porte e molte sono le Serie Tv che stanno per ricominciare. Una delle più attese però è sicuramente The Big Bang Theory. Dopo l’inaspettato cliffhanger della decima stagione in cui Sheldon ha chiesto ad Amy di sposarlo, non vediamo l’ora di vedere i nuovi episodi e scoprire quale sarà la risposta di Amy.

Siamo entusiasti per la nuova stagione della sitcom di Chuck Lorre, ma allo stesso tempo non possiamo dimenticare quanto ormai il livello della Serie sia calato. Abbiamo già detto varie volte che la Serie Tv ha perso da tempo l’originalità delle prime stagioni. Con le nostre recensioni abbiamo anche avuto la possibilità di lodare gli episodi migliori e mettere in luce di volta in volta i difetti (rileggi qui la recensione dell’ultimo episodio della decima stagione).

Prima che comincino però i nuovi episodi, vogliamo affrontare l’argomento per l’ultima volta e ricordare le 7 critiche più frequenti che abbiamo (e avete) fatto alla Serie Tv.

1) La Serie Tv non ha più nulla da dire

Riflettiamo bene: ormai non si contano più gli episodi inutili in queste ultime due stagioni, con cui vogliono semplicemente allungare il brodo. E infatti spesso ci chiediamo se la Serie Tv abbia più qualcosa da dire. Sembra che tutti i personaggi siano diventati adulti e si siano lasciati alle spalle il passato: Leonard ha sposato la donna dei suoi sogni, Howard è diventato padre, Sheldon è andato a convivere con Amy, Raj sta cercando di diventare indipendente. Tutti hanno raggiunto il loro traguardo e non c’è più molto da raccontare. Per questo assistiamo sempre più spesso a episodi noiosi, inutili, incentrati su personaggi minori di cui non ci importa proprio nulla.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7