in

Le Donne del Caos – Gemma Teller: l’onere di essere Regina dei Samcro

vegetariano

Attenzione: questo articolo su Gemma Teller contiene spoiler. Non leggete se non avete terminato la visione della Serie.

Sons of Anarchy non è una Serie Tv. Sons of Anarchy è un viaggio, un qualcosa di astratto che con prepotenza ti afferra e ti trascina dentro di sè. Sons of Anarchy non si guarda, si vive.

Cosa rende questa Serie Tv diversa da molte altre è impossibile spiegarlo in un solo articolo. In maniera generale e molto approssimativa possiamo dire che il motivo principale sta nella sua completezza. Una Serie Tv diventa capolavoro quando è completa, quando possiede tutto ciò che una Serie deve avere, e anche molto di più. E Sons of Anarchy è un capolavoro, senza dubbio alcuno.

In questa sede ci soffermeremo su uno dei tanti motivi per cui SoA risiede nell’Olimpo delle Serie Tv: i personaggi femminili.

Le donne in Sons of Anarchy sono diverse da quelle che solitamente troviamo nelle Serie Tv. Donne forti, complicate, pazze, impavide. Donne che non possono essere più lontane dalla comune ed errata espressione sesso debole. E paradossalmente, sono quelle che più somigliano alle donne reali. Certo, non lanciamo skateboard in faccia alle persone tutti i giorni, ma sappiamo essere ugualmente forti, complicate e irrimediabilmente psicopatiche.

Le donne sono un elemento importante nella storia dei Samcro. Anzi, le donne del caos svolgono un ruolo assolutamente fondamentale, possiamo dire che sono al centro di tutto. Parleremo di tutte le donne che hanno avuto un ruolo determinante nella storia dei Samcro.  Ma qui ci concentreremo su colei che è il fulcro, il motivo e la causa di tutto:

Gemma Teller-Morrow

Gemma Teller

La matriarca, la possente Gemma. Fin dal primo momento si mostra in tutta la sua schiettezza. Una donna che inizialmente sembra essere un agglomerato di violenza, blasfemia e furbizia. Una vera e propria stronza, in altri termini. Ma il cambiamento è inevitabile, nel corso delle stagioni. Eventi, situazioni – a volte per niente piacevoli – portano chiunque a modificare parti del proprio essere, ed è ciò che succede anche alla bella Gemma Teller. Nel corso delle stagioni, riusciremo a conoscere nel profondo la regina dei Samcro, arrivando a comprendere meglio il suo comportamento, il motivo delle sue azioni e, in certi momenti, anche a stimarla completamente.

Non pochi sono gli eventi che influenzano il cambiamento della big mama nel tempo.

Uno in particolare porterà Gemma ad avere una visione molto diversa su certi aspetti della vita. Vittima di un’azione brutale, terribile, riprovevole, che sconvolge psicologicamente e fisicamente la sua vita la notte in cui viene rapita, legata e violentata da tre uomini nascosti dietro una maschera. Da quel momento in poi, l’idea (non molto buona) che abbiamo di Gemma crolla per far spazio a ben altri sentimenti. Non parlo di compassione – una donna così non vuole compassione – ma di stima. Stima per una donna che dopo un trauma così violento decide di tenere tutto per sé. Un’altra, probabilmente, si sarebbe arresa al gioco di quei mostri, confessando tutto al marito, ma non lei. La matriarca non cede, soffre in silenzio. Un gesto del genere richiede una forza molto più grande di quanto si possa immaginare.

Il dolore è un sentimento che Gemma conosce bene, che non l’abbandona mai. È abituata a nascondere e sopprimere tutto dentro di sé. Gemma Teller è un profondo pozzo di segreti. Segreti oscuri, dolorosi, atroci, inconfessabili.

Spesso cela il suo dolore dietro la sua insolenza, non mostra mai le sue debolezze, se non quando serve, quando è necessario. Ricordiamo il momento in cui decide di raccontare la verità sulla violenza subita a Jax e Clay con il solo scopo di tenerli uniti, per tenere unito il club, e tenere vicino suo figlio. Anche se forse, una piccola parte di lei, sentiva il bisogno di confessare tutto. Ma il motivo principale resta quello: costringere i due uomini amati a starle vicino, e sostenersi a vicenda. Condannata a soffrire, Gemma non si abbandona al suo dolore ma lo utilizza come strumento per ottenere ciò che vuole. È astuta e intelligente. Sa come sfruttare le situazioni sempre a suo vantaggio, nonostante tutto.

Una donna che farebbe di tutto per la sua famiglia, per proteggerla e per tenere i suoi uomini vicino a sé. La sua vita è sempre stata caratterizzata principalmente da uomini: Jax (e il giovane figlio Thomas scomparso troppo presto), i suoi nipoti, JT, Clay, Nero, suo padre Nate e Wayne. Le persone che più ama (o ha amato) al mondo.

Con il suo fascino e la sua fermezza, Gemma ha il controllo su tutti loro. Come l’angelo della morte, ha dato il consenso alla morte di JT. Clay non aveva segreti per lei, bastava uno sguardo e Gemma riusciva a capire perfettamente i suoi pensieri. Ha indirettamente condotto Jax sul patibolo, portandolo in un mondo atroce, e stava per fare lo stesso con i suoi nipotini. Ha ammaliato Nero, l’unico che è riuscito ad entrare più profondamente nell’animo di Gemma. A modo suo ha voluto davvero bene al fedele Wayne, innamorato di lei. E infine suo padre Nate, che è effettivamente sotto la tutela di sua figlia.

Gemma ha il potere, Gemma ha il controllo. Gemma incasina e Gemma aggiusta. Ma deve essere sempre e solo lei. Lei è la regina, e non vuole che qualcun altro prenda il suo posto. Questo è evidente con il rapporto di amore-odio che ha con Tara, ma anche con Wendy e con sua madre Rose. Anche se quest’ultima viene solo nominata, capiamo che il rapporto tra Gemma e sua madre non era affatto buono. Che la colpa fosse tutta di Rose, non possiamo saperlo con sicurezza.

Ma di certo Gemma non è una che accetta ordini, nemmeno se a darli è sua madre. Deve essere la prima, la matriarca, la regina.

Sons of Anarchy

Il rapporto con Tara è tra quelli più complicati. Non accetta Tara perché in passato ha spezzato il cuore di Jax, andando via. E la leonessa Gemma vuole proteggere il suo leone dal soffrire di nuovo. Ma Tara è quella giusta per Jax, e il tempo costringerà mamma Teller a rendersene conto. Gemma accetta Tara, insegnandole a vivere nel mondo dei Samcro, insegnandole ad essere come lei. Ma non vuole che prenda il suo posto. Tara deve essere forte per stare con Jax, ma verrà sempre dopo di lei.

E nella lotta tra le due donne alpha, a vincere, alla fine, non è nessuna delle due. Tara viene sconfitta con quella morte brutale, e Gemma perde nel momento in cui compie quell’omicidio. L’amore egoista e presuntuoso di Gemma l’ha portata ben lontana dall’amore vero. Quell’amore in cui ha incentrato tutta la sua vita. L’amore che non è riuscita a condividere con Tara.

Una donna come Gemma Teller non ha mezze misure: o sei con lei, o sei contro di lei. Ha un cuore grande, ed è sempre pronta a dare tutto l’amore che ha, per chi è con lei. Ma per chi osa ostacolarla, mettersi contro la sua famiglia, o per chi prova ad allontanarla da essa, non c’è possibilità di salvezza.

Pericolosa, violenta, senza paura. Gemma Teller è la madre dei Samcro, e ha accettato tutto ciò che questo comporta. Ha creato una vita fatta di inquietudine, di illegalità, di sangue e sacrificio ed ha accettato tutto. Mettendo sempre e comunque l’amore prima di tutto.

Gemma è il punto di forza e di debolezza dei Samcro, e di Jax. Tanti sono gli sbagli che commette, ma sono anche tanti gli insegnamenti, i consigli e l’aiuto che dà. La spalla dove piangere, le braccia sempre pronte a dare conforto e amore.

Sons of Anarchy

Alla fine, nonostante il terribile e atroce gesto che ha compiuto nei confronti di Tara, non si riesce a non rispettare e a non avere una profonda stima per uno dei personaggi femminili migliori di tutto il mondo seriale. Un ruolo scomodo, doloroso, ma fondamentale. Tanto da arrivare alla fine con la convinzione che tutto ciò che è accaduto è a causa di Gemma. Possiamo ironicamente affermare  che invece di Sons of Anarchy avrebbe potuto chiamarsi It’s all about Gemma Teller, perché è così in fondo. Quel che è certo è che questo personaggio così perfettamente complicato, ha contribuito nettamente a rendere Sons of Anarchy una delle migliori Serie di tutto il mondo seriale.

Sons of Anarchy

Forza, amore, violenza, famiglia, istinto: Gemma Teller è tutto questo, e molto di più.

Passate da qui se siete dei veri Samcro: To be a Samcro – Sons of Anarchy nell’anima

Leggi anche: L’esempio della trinità in SoA

Written by Dorotea La Donna

Vivo la mia vita un quarto di citazione filmica alla volta

Serie Tv

Le 10 migliori nuove Serie Tv uscite su Netflix nell’ultimo periodo

serie tv

Le 13 Serie Tv che sono state ufficialmente cancellate negli ultimi giorni