Home » Sherlock » 10 cose che abbiamo capito sull’amicizia grazie a Sherlock

10 cose che abbiamo capito sull’amicizia grazie a Sherlock

Sherlock

L’amicizia, per quanto complicata, è una delle gioie della nostra esistenza e non può mancare neanche nelle Serie Tv. Ma avreste mai pensato che un telefilm come Sherlock potesse rientrare tra quelli che ci insegnano cos’è l’amicizia (qui ne trovate ben venti!)?

I fan veterani sanno bene di cosa sto parlando, ma per i più scettici è in arrivo una breve lista.

Ecco 10 cose che abbiamo capito sull’amicizia grazie a Sherlock

1) Tutti meritiamo un amico (e ne abbiamo bisogno)Sherlock

Da un sociopatico egoista e decisamente non modesto non ci aspettiamo certo smancerie e romanticismi vari, eppure se c’è una cosa che Sherlock ci insegna è che anche il detective più altezzoso, geniale e poco gentile della storia merita un amico. E ancora di più: ne ha bisogno.

Certo, anche grazie al suo immenso orgoglio, il nostro decisamente bizzarro protagonista ci ha messo un po’ ad ammetterlo, e ancora di più a mostrare la sua umanità. Ma che Sherlock, nonostante il suo grandissimo intuito, abbia bisogno di amici al suo fianco è stato chiaro fin da subito.

No, non mi riferisco solo a John Watson, ovviamente, ma anche a Greg Lestrade, mrs Hudson, e a tutti quei numerosi personaggi che non sono unicamente degli aiutanti per Sherlock, ma che si rivelano dei veri e propri amici standogli accanto e prendendosene cura. Insomma, caro il nostro Holmes, puoi fare il duro quanto vuoi, ma anche tu, come tutti gli altri, meriti e hai bisogno degli amici!

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10