in ,

Shameless 10×11 – È la mia casa. È il South Side

Lo scorso episodio si è chiuso con una rivelazione sconcertante e con la spiacevole consapevolezza che ognuno dei fratelli Gallagher aveva intrapreso un proprio percorso individuale che li allontanava gli uni dagli altri. Shameless 10×11, al contrario, sembra spingere i suoi protagonisti a fare un passo indietro, a riconsiderare le decisioni prese. A lungo abbiamo parlato di come e quanto i protagonisti siano – chi più, chi meno – maturati, si siano evoluti e di come anche queste novità ci abbiano aperto gli occhi su quanto la serie stessa sia ormai diversa (ne abbiamo parlato qui). Per quanto numerosi richiami ci riportino indietro alle prime stagioni, alle vicissitudini sopra le righe che dovevano fronteggiare i protagonisti, notiamo un cambiamento evidente e innegabile.

Ma per fortuna, le vecchie abitudini sono dure a morire. Così come i forti legami.

shameless

Shameless è sempre stata una serie all’avanguardia e non ha mai perso questo spirito.

Con sagace ironia la serie mette in evidenza i controsensi della borghesia, gli atteggiamenti spesso ancor più degradanti di quelli che possiamo incontrare nel South Side. La realtà che ha sempre portato sullo schermo è proprio quella della comunità più povera, bistrattata. I reietti, i delinquenti. Con tono beffardo ci ha mostrato le truffe, gli inganni, i loschi affari e con dolore ci ha mostrato il degrado e i numerosi ostacoli di una famiglia numerosa che deve continuamente lottare anche solo per poter arrivare alla fine della settimana.

Con crudo realismo vengono rappresentati i momenti più difficili, più squallidi e anche quelli più immorali. Perché siamo umani, esattamente come i protagonisti di questo telefilm, e commettiamo sbagli e dissolutezze. Ed è proprio questa la forza e l’aspetto innovativo di Shameless: mettere tutti sullo stesso piano, a prescindere dal proprio reddito, dal colore della pelle o dall’orientamento sessuale.

shameless

Debbie si accorge a sue spese che spesso le persone ricche creano falsi problemi e complicazioni solo perché sono annoiate. Kevin e Veronica, d’altro canto, vengono perfino usati come modello sbagliato, da non emulare. E infine Mickey e Ian vengono discriminati in quanto omosessuali. Anche se dobbiamo ammettere che vedere Mickey stressato mentre cerca di organizzare il matrimonio perfetto e Ian che tenta vanamente di assecondarlo, regalandogli poi un dolce momento sulle note di Livin’ on a Prayer, ci ha scaldato il cuore e fatto sorridere. Perché è questa la bellezza di Shameless e dei Gallagher: non importa dove nasci e come vivi, i legami che si intessono con le persone che ci aiutano, ci capiscono e che hanno condiviso lacrime e risate, sono indistruttibili.

shameless

Ed è per questo motivo che Lip non può dire addio alla sua casa, al South Side.

Abbiamo temuto e siamo rimasti anche un po’ delusi dalla scelta di Lip di trasferirsi in Wisconsin nella vecchia casa della nonna di Tami. L’abbiamo capito, certo, ma è stato difficile accettare che l’altra colonna portante della famiglia e della stessa serie avrebbe lasciato Chicago per un quartiere più sicuro e un’abitazione più grande e lussuosa. La casa di Lip è nel South Side. Non perché non possa aspirare a una scalata sociale, ma perché è lì che si sente davvero se stesso. Lì c’è la sua famiglia, le persone che sanno tutto di lui e su cui potrà sempre fare affidamento. Ci sono pericoli è vero, c’è Frank che crea problemi ogni volta che gli si presenta l’occasione e che continua a rendere la vita dei suoi figli un inferno. Eppure è l’unico posto dove si sente al sicuro.

In questa stagione sono stati davvero pochi i momenti in cui abbiamo ritrovato tutti i Gallagher riuniti nella stessa stanza (un ritorno alle origini), sotto lo stesso tetto. Poche anche le volte in cui hanno collaborato o si sono trovati tutti insieme nei guai, ma questo senso di appartenenza e di unione non è mai sparito. Ed episodi come quest’ultimo ci confermano che, nonostante i numerosi cambiamenti, il loro legame è indissolubile.

Leggi anche – Shameless e altre Serie Tv che fanno sia ridere che piangere

Passate anche dagli amici di Shameless Us Italian Page

Written by Carolina Avagliano

Ogni giorno mi rifugio in mondi sconosciuti così, episodio dopo episodio e pagina dopo pagina, i colori di quegli universi e di quelle storie inondano le mie giornate.

Tutte le età dei personaggi di How I Met Your Mother all’inizio della serie

TvTime

La classifica delle 10 Serie Tv più viste secondo TvTime la scorsa settimana (13 – 19 gennaio)