in ,

5 Serie Tv che potresti aver giudicato troppo frettolosamente

maniac

Nel mondo degli appassionati delle serie tv, la concorrenza è spietata. Cercare di esibire tutto il repertorio multimediale fruito dalle piattaforme streaming nel corso della propria vita è motivo di grande fierezza e sicuramente di grande interesse.

Esistono però serie tv che convenzionalmente primeggiano su tutte le altre, sono considerate dei must, rappresentano di fatto il Sacro Graal e fare paragoni sbagliati potrebbe compromettere quella che è la considerazione dei vostri amici nei confronti del senso critico che vi contraddistingue. Avreste mai il coraggio di affermare pubblicamente che Breaking Bad vi è parsa estremamente noiosa? O che Chernobyl non vi ha stravolti nel corso della sua visione? O addirittura che i Simpson non siano la rappresentazione perfetta di una famiglia nel bel mezzo degli stereotipi americani? Ne varrebbe decisamente la vostra reputazione di grandi appassionati. Un contenuto quando è di alto livello non lo si può ignorare e, al di là dei premi vinti, necessita una visione quasi obbligata. Molte serie tv infatti sono valide al di là della quantità di Emmy ottenuti e, tra le delusioni più eclatanti a livello di attori e attrici, i fan chiedono giustizia per la mancata candidatura di Emma Stone per Maniac, prodotta da Netflix e che includeva anche Sally Field e Jonah Hill. 

Ma Maniac è solo un esempio: quante volte avreste dato un premio a serie che non lo hanno ricevuto?

maniac

D’altro canto esistono prodotti il cui apprezzamento non è condiviso da tutto il pubblico, ma che di fatto costituiscono un buon inizio per stagioni future che potrebbero anche entrare nella vostra personale classifica. Ma siete sicuri di aver dato una chance a quelle serie che tutti reputano valide e che voi invece snobbate miseramente?

Dare una nuova possibilità a quelle locandine su Netflix che continuate a skippare perché non vi convincono è il modo giusto per farvi avvolgere dalle particolarità. Non fermatevi alle prime due puntate, il plot point – l’evento che potrebbe scaturire il vostro interesse all’interno della storia – si aggira sempre intorno alla quarta/quinta puntata. Ecco quindi 5 serie tv che potresti rivalutare, alla luce di un ottobre sempre più vicino e che necessita della spensieratezza di un contenuto che non ti aspettavi potesse sorprenderti.

1) Anne with an E

Chiamatemi Anna

Alla generazione Y potrebbe venire difficile trovare la simmetria con il punto di origine di questa serie: Anna dai capelli rossiè infatti il romanzo di Lucy Montgomery, noto alla generazione dei nostri genitori grazie all’omonimo cartone animato, ricco di un gusto ormai perso. Chiamatemi Anna nasce proprio dal presupposto di rievocare vecchie emozioni e sembra essere il buon compromesso che Netflix ha saputo trovare tra passato e presente. La storia parla di un’orfana coraggiosa, piena di vita, con grandi passioni e con un’infanzia difficile alle spalle, che si trasferisce ad Avonlea, dove per sbaglio viene mandata a vivere con gli anziani fratelli Marilla e Matthew. Anna Shirley-Cuthbert farà nuove amicizie, cambierà la monotona vita dei due fratelli e sperimenterà la forza delle emozioni.

L’isola del Principe Edoardo di fine 800 diventa lo scenario protagonista di temi lontani e nuovi da quelli affrontati nella precedente serie animata. Il bullismo, le esplorazioni di genere, la sessualità, la comunità, l’inganno e soprattutto il pregiudizio – a volte anche nei confronti della stessa Anna -, diventano il trampolino di lancio per tutti gli spettatori che vivono uno scenario rurale totalmente ammodernato da tematiche contemporanee.

how i met your mother

La classifica delle 5 canzoni più iconiche di How I Met Your Mother

5 Serie Tv che si chiudono con un colpo di scena pazzesco