in

Lettera di una fan disperata a Shonda Rhimes

shonda rhimes

Oh Shonda nostra, Shondona nostra,
tu che tutti fai amare, e che subito dopo tutti fai morire,
a te Shonda mia, Shonda nostra.

A te Shonda, dedico questa breve lettera, così che tu (ti do del tu, tanto ormai ci conosciamo da tempo) possa conoscere e comprendere i sentimenti che da decadi noi fan proviamo grazie alle tue Serie Tv.

A te che sei l’unica al mondo, l’unica ragione per arrivare fino in fondo ad ogni tua serie, a te che ci fai piangere, a te che ti fai amare e odiare, alle volte anche contemporaneamente, a te, proprio a te, Shonda mia, Shonda nostra.

Che tu sia in competizione con George R. R. Martin per il premio omicida seriale dell’anno è una cosa che ormai abbiamo appurato (anche grazie alla vostra virtuale partecipazione a Pechino Express).
Però te ne prego, ricorda che dall’altra parte ci siamo noi, umili esseri umani che fanno fatica anche ad accettare di dover aspettare una settimana o più per vedere un solo episodio. Figurati se poi in quell’episodio ci regali uno dei tuoi tragici colpi di scena: capisci bene che si fa fatica a non provare dei sentimenti negativi verso di te.

(E non per farti arrabbiare ulteriormente, ma Martin è ancora in vantaggio di un paio di decessi).


Inutile cominciare accusandoti di aver ucciso un famoso personaggio che abbiamo amato, e non vorrei cominciare narrandoti la sofferenza che abbiamo provato vedendolo esalare il suo ultimo respiro, ma perdonami…

meredith grey shonda

…è da qui che comincio.

Sappiamo per certo che è stato Patrick Dempsey a voler lasciare lo show, che per precisare, ha scaricato te e la Meredith per fare il belloccio nella pubblicità di un noto gestore telefonico (UN ENORME SALTO DI QUALITÀ!), e non prendertela, ma se anche lui dovesse finire a parlare con una gallina, la colpa sarà tua.

Shonda

Tutta tua.

Ma non fraintendermi, continuerò ad essere una tua fedelissima fan, perché tu, Shonda mia, Shonda nostra, sei come la Nutella: fai male, fai ingrassare e contieni olio di palma, però… 

CHI CAVOLO PUÒ RESISTERE?!

Ma bisogna riconoscere che

  • grazie a te la mia soglia del dolore è aumentata – con tutti gli incidenti, le morti e l’ambaradan di disgrazie che hai sfornato durante gli anni -, come era prevedibile.
  • Dopo 13 stagioni di Never a Joy’s Anatomy e 6 di Private Practice adesso so che anche se sei un medico di fama mondiale, con milioni di dollari sul conto corrente, sei comunque soggetto al fattore maiunagioia.
  • Grazie a te so che i chirurghi parlano dei fatti loro mentre operano.

Tuttavia, spero che un giorno tu possa produrre una serie sulle vite di tutti noi, tuoi fan, tuoi fedeli fan. Potresti pensarci, tanto con te e le tue serie siamo diventati allergici alle gioie, siamo i protagonisti perfetti, altro che Meredith Grey.

Che poi cosa ti ha fatto, ti ha ucciso il merlo?

Ma io TVTB Shonda, ti voglio tanto bene, tu questo lo sai, e visto che ti piace intontirmi con le tue creazioni demoniache, continui imperterrita a produrre altre serie, altre speranze (perché ci casco sempre!) e, neanche a dirlo, altre disgrazie.
Come credi che possiamo affrontare la vita, Shonda nostra, se ci fai credere così tanto nell’amore e poi

PUF!

Risultati immagini per how to get away with murder 3 gif

Mi fai morire il personaggio che mai credevo potesse morire.

A tal proposito, l’hastagh #mifaimorire non è un’invocazione a te affinché tu possa far morire tutti, così a caso, senza alcuna conseguenza. Eh no, riguarda un’altra cosa.

connor shonda

Appunto, ecco cosa riguarda.

Ma perdona la mia irruenza, tu sei la dea delle dee seriali, ed io non te ne faccio una colpa, sarai cresciuta a pane e Chasing Cars, perché altrimenti non si spiega.

Di conseguenza Shonda mia, Shonda nostra, ti chiedo umilmente di ridurre il tasso di mortalità e di tragicità EPICHE di cui le tue Serie Tv sono portavoci.
Vincono tutti, noi siamo più felici, non siamo costretti a sentire all’infinito Chasing Cars (che ormai è la colonna sonora della nostra vita), e quindi piangiamo di meno, usiamo meno fazzoletti, mangiamo di meno e ti amiamo di più.

Adesso è uscito anche il tuo libro Year of yes e questa è la tua occasione di dire di si ancora una volta.

Quindi Shonda, Shondona nostra, so che non sei veramente così sadica, so che sei in realtà una personcina fine e educata, come tutti noi, che odia la morte e che non farà omicidi importanti per le prossime 5 stagioni di tutte le sue serie (rabbrividirai leggendo queste righe lo so), ma abbiamo bisogno di riprenderci, perché ne abbiamo passate tante, ma veramente tante insieme a te.

Shonda mia, Shonda nostra,
Shonda che sei scesa in Terra a miracol mostrar,
a te Shonda, dedico questa lettera e la mia vita.

Leggi anche – Shonda Rhimes e i suoi personaggi sono la fortuna di Grey’s Anatomy

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

japril

Japril The Sequel: Grey’s Anatomy 13×16 ci regala (finalmente) una gioia

Tyrell Wellick

10 motivi per amare Tyrell Wellick