in

#VenerdiVintage – Le 11 Serie Tv che ci hanno influenzato maggiormente a cavallo del secolo

Friends
Friends

Dire che le serie Tv sono pervasive è un po’ come scoprire l’acqua calda. Chi di noi non segue almeno una serie Tv? Se state ridendo è perché ho giocato paurosamente al ribasso. Le serie Tv sono ovunque e molti di noi ne seguono una quantità che oscilla tra l’unità e una cifra a sei zeri. E se non ne state seguendo ora, ne avrete quasi certamente seguita almeno una in vita vostra. Scherzi a parte, ormai la serialità è diventata il nostro modo di fruizione quotidiana dello spettacolo – la celeberrima locuzione latina panem et circenses è ormai sostituibile con pizza e telefilm – e ci influenza anche nel nostro vivere: quante volte ci ritroviamo a discutere con gli amici dell’ultima puntata vista, a paragonarci al tal personaggio, a tracciare parallelismi tra situazioni reali e situazioni viste in un telefilm? Quante volte ci ritroviamo ad avere l’umore guasto solo perché il finale di stagione ci ha deluso, o l’escamotage inventato dallo sceneggiatore per uscire dall’inghippo narrativo non ci risulta credibile o all’altezza della trama? Siamo persino giunti ad usare le serie tv come minaccia: nel giro di qualche anno si è passati dal «Smettila o ti rigo la macchina!» all’assai più tragico «Smettila o ti spoilero il finale della talserie!». Ma quanto e come ci hanno influenzato le serie Tv andate in onda ormai uno o due decenni fa? Quali serie, godibili allo scoccar del secolo, a questo nostro trionfale ingresso negli anni Duemila (altro che Millenium Bug!), hanno influito sul nostro modo di vivere, pensare, o anche solo fruire delle future serie tv?

Signori e Signore, ecco a voi LE 11 SERIE TV CHE CI HANNO INFLUENZATO MAGGIORMENTE A CAVALLO DEL SECOLO (in ordine decisamente sparso! Ce ne è di tutti i tipi e per tutti i gusti! Ah, in realtà non sono 11. C’è n’è una dodicesima, alla fine dell’articolo. Ma è troppo potente quindi verrà considerata fuori concorso)

1.. X-FILES (1993-2002): «La verità è là fuori». Paranormale, percezioni extrasensoriali, viaggi nel tempo, creature leggendarie, intelligenza artificiale, UFO, mutazioni genetiche, fantasmi, killer, vampiri, teorie complottistiche, insomma tutto quello che ci piace trovare nelle serie ora, con la differenza che in X-Files queste cose c’erano tutte insieme. La serie che dà un senso alla parola “dietrologia”. Premiata con il Golden Globe come migliore serie drammatica per ben tre volte(1995-1997-1998), questo telefilm prodotto da Fox è un minestrone – buonissimo! – di generi per stomaci forti: thriller, horror, drammatico, fantascientifico. Si vocifera che molti degli episodi attingano a testimonianze prese realmente in esame dagli enti governativi americani. Che sia vero o meno, quell’ inquietante musichetta non la dimenticheremo mai:

https://www.youtube.com/watch?v=gMhMwGuCU3s

Written by Elisa Belotti

Siamo qui per parlare di questo mondo e di mille altri, per ridere, riflettere e immaginare. “Sono un idiota, io sono un pazzo, lo so... ma sono stato una buona lettura, giusto?”, vorrei dirvi che è mia, ma mentirei: è di un tale Hunter S. Thompson. Sperando di poterla dire anche io, un giorno.

#VenerdìVintage – TWIN PEAKS, un personaggio alla volta: Gordon Cole

Malcolm

#VenerdìVintage – Le 15 citazioni più stupide di Reese in Malcolm