in

7 Serie Tv firmate Ryan Murphy

Scream Queens (2015)

 scream queens

Il trio Murphy-Falchuck-Brennan è ritornato alla carica dopo la fine di Glee ad occuparsi del complesso mondo degli studenti americani.
Stavolta, per la precisione, in particolar modo di studentesse. La confraternita Kappa Kappa Tau si trova sotto la minaccia di un serial killer vestito da mascotte del college, Red Devil.
Scream Queens è un mix tra horror e commedia, sfrontato e politicamente scorretto come Murphy sa fare, con quel pizzico (pizzico?) di assurdità che non può mancare in una sua opera.
Nel cast ritroviamo Emma Roberts nei panni di Chanel Oberlin, la ricca e viziata presidentessa della confraternita; un tipico ruolo che si addice perfettamente a Emma, già ampiamente collaudato in American Horror Story. C’è anche Lea Michele, una musa di Murphy, l’esuberante e ambiziosa Rachel Berry di Glee, ora calata in un personaggio completamente diverso.
Fanno parte del cast anche Abigail Breslin, Ariana Grande, Nick Jonas e Jamie Lee Curtis.
Scream Queens potrebbe essere efficacemente descritto come una versione splatter di Mean Girls, dove il trash abbonda. E se siete amanti del genere, fatevi avanti.
La visione è ovviamente consigliata, ma raccomandiamo caldamente un paio di tappi per le orecchie per ripararvi dalle urla. Il titolo, lo assicuriamo, non trae per nulla in inganno.

 

Nip/Tuck (2003)

 nip tuck

Nip/Tuck è il perfetto esempio dello stile di Ryan Murphy: alle volte scabroso e sempre sopra le righe.
I protagonisti di questo drama sono i chirurghi estetici Sean McNamara (Dylan Walsh) e Christian Troy (Julian McMahon), che collaborano nel loro centro di chirurgia plastica a Miami. I due conducono travagliate vite private ed intense vite sessuali, soprattutto essendo in continuo contatto con donne pronte a sottoporsi ai più disparati interventi, dai più semplici a quelli più controversi. Questa serie, su dichiarazione di Ryan, non si discosta poi molto dalla realtà del mondo della chirurgia estetica. Ha infatti preso ispirazione da casi reali, a dimostrazione di quanto l’eterna ed estenuante ricerca della perfezione possa portare a sottoporsi volontariamente ad atrocità alla stregua di una macellazione. È forse per questo che Nip/Tuck ha destato, oltre ad un vasto consenso da parte del pubblico, anche accuse che lo volevano troppo brutale e crudo.
Anche qui Murphy ha collaborato con Brad Falchuck, un altro dei produttori.
Nip/Tuck ha avuto un enorme successo tra il pubblico, continuando per 6 stagioni, fino al 2010, quando è andato in onda il centesimo e finale episodio.
È stato addirittura di ispirazione per il reality Dr. 90210, incentrato sulla chirurgia estetica nella ricca Beverly Hills.

Written by Veronica De Simone

Studentessa universitaria in perenne attesa di una nuova stagione di Sherlock e con una sindrome da stress post-Breaking Bad.
La mia aspirazione per il futuro è lavorare nella pubblicità (con una sigaretta ed un bicchiere di Whisky à la Don Draper). Per gli amici sono quella che ama i Pink Floyd e la pizza.

Serie Tv

10 Serie Tv che vi faranno inorridire dallo schifo

21 Serie Tv che sono nate da un libro