in

5 Serie Tv da guardare se sei appassionato di alieni

4. V
Visitors

Se escludiamo le avventure di “Doctor Who“, “V” è la serie televisiva basata sugli alieni dalle origini più antiche.
Certo, è chiaro che ci si riferisca alla mini-serie originale ed alla serie che ne seguì; la serie è stata infatti ritrattata nel 2009 con un remake, prima di essere cancellata nel 2011 dalla ABC a causa di un calo di ascolti.
Siamo nel lontano (ma nemmeno poi così tanto, restando in tema di progresso in materia) 1983 quando viene presentata al pubblico la raggelante invasione del pianeta Terra da parte dei famigerati “Visitors“.
Enormi velivoli di forma circolare atterrano sulle più importanti città del mondo, venendo in contatto con la razza terrestre ed annunciando di venire in pace con il solo intento di riuscire a ricavare dal pianeta Terra delle risorse che nel loro pianeta (il quarto della stella Sirio) sono in via di esaurimento. Il messaggio dei visitatori sembra rassicurare la maggior parte degli umani, rendendo invece un lecito dubbio ad alcuni.
Tra questi, il giornalista Mike Donovan, il quale si esporrà al punto da insidiarsi in una delle astronavi dei visitatori e scoprire che questi sono in realtà voraci rettili con artefatte sembianze umane che si cibano di esseri ancora in vita: è inevitabile il ricordo di una delle scene culto della serie, in cui Diana spalanca la mascella ed inghiotte un enorme ratto vivo, il tutto con effetti speciali inevitabilmente limitati ma che, malgrado gli anni, restano addirittura più verosimili di quelli utilizzati per riprodurre la stessa scena nel remake.

2009 a sinistra, 1983 a destra
2009 a sinistra, 1983 a destra

Una spettacolare serie sugli alieni dalle venature sci-fi horror, cruda e appassionante, punita esclusivamente dalla sfortuna anche nell’84, quando la serie che seguì la mini-serie di esordio fu cancellata dopo 19 episodi, anche questa a causa di un calo di ascolti.

Scritto da Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Il Fiuggi Film Festival apre alle Serie Tv

15 cose che hai pensato guardando la prima puntata di The Walking Dead