Vai al contenuto
Home » RECENSIONI » Affari Segreti di Damigelle – Una serie tv senza identità

Affari Segreti di Damigelle – Una serie tv senza identità

Affari Segreti Di Damigelle è una delle nuove miniserie proposte dal nostro fedele catalogo Now. Non stiamo parlando, infatti, di un original della piattaforma, ma di un prodotto che aveva stregato il pubblico australiano già nel lontano 2019. Soddisfatto del successo riscosso, Affari Segreti Di Damigelle è così arrivato, tre anni dopo, da noi. Più o meno questo è ciò che è successo: mentre facevamo zapping, conosciuto anche come lo sport più amato a livello mondiale, ci siamo imbattuti in questa trama intrigante, misteriosa, dal sapore thriller ma al tempo stesso non troppo impegnativo. In quel momento pensavamo di aver trovato il giusto compromesso tra la nostra voglia di mero intrattenimento e quella di guardare qualcosa di avvincente. Ed è così che, senza pensarci troppo, premiamo il tasto play del telecomando. Mai errore fu più grave. Mai. Forse solo mettere il parmigiano nella pasta con il tonno, ma non ne siamo neanche troppo certi.

affari segreti di damigelle

Affari Segreti Di Damigelle è quello che potremmo definire un nostro errore di distrazione certamente dovuto alla troppa fretta di guardare qualcosa. Perché, se fossimo stati davvero attenti, ci saremmo accorti dalla prima puntata che le cose non sarebbero migliorate con il passare degli episodi, e che quello che avevamo di fronte era certamente una delusione già annunciata.

La serie entra nel vivo già nei primissimi istanti del primo episodio. La storia, infatti, si apre con un brindisi tra tre amiche – Saskia, Olivia e Melanie – intente a festeggiare la fine definitiva di un momento drammatico: una di loro, Olivia, ha appena messo fine alla sua battaglia contro una brutta malattia, ed è pronta a sposarsi con l’uomo della sua vita. Niente sembrerebbe poter andare storto. Eppure, dopo solo qualche minuto, le cose si complicano peggiorando attimo dopo attimo. Saskia, un avvocato in ascesa, scopre un tradimento compiuto ai danni della sua Olivia da parte del futuro marito tre anni prima e, da buona amante della verità, decide di raccontare tutto. Svelare questo segreto significa dar ufficialmente inizio a una catena di eventi incontrollabili che metteranno in discussione non solo il rapporto tra Olivia e il compagno, ma anche quello tra quest’ultima e Saskia. Ma le cose, in questa storia, riescono a essere ancor più complicate per Melanie.

Melanie è una madre e una moglie, ma questo ruolo comincia a starle stretto. Per questo motivo si concede a un rapporto clandestino con un uomo affascinante, un uomo capace di farle vivere quella sensazione di vita che pensava di aver perso. Già durante la prima puntata, però, la donna si pente di questo rapporto decidendo, così, di troncarlo. La notizia non viene però accettata dal suo amante che, da quel momento, comincia a pedinarla e a minacciarla. Per riuscire ad averla vinta su di lui cercherà il sostegno e l’aiuto delle sue due amiche.

affari segreti di damigelle

Affari Segreti Di Damigelle entra così nel vivo della storia, ma senza mai convincerci realmente. Approcciarci una Serie Tv di questo tipo ha per noi un solo scopo: trovare un colpo di scena, trovare dinamicità. Eppure, nonostante i soli sei episodi, la miniserie procede in un modo così lineare da farla sembrare niente di più che ovvia, scontata, lenta. Insomma, lo sappiamo: sei puntate non sono un grande vuoto da colmare, eppure Affari Segreti Di Damigelle fatica a riempirlo proponendoci sempre lo stesso schema, sempre gli stessi modi di procedere nella narrazione.

Non veniamo spettinati, ma la cosa ancor più grave è che non riusciamo neanche a saziare la nostra sete d’intrattenimento e questo perché Affari Segreti Di Damigelle ci dà una sensazione che nessuna Serie Tv dovrebbe mai dare: ci annoia. Immaginate di avere di fronte un thriller in cui tre amiche cercano di salvarsi a vicenda dai segreti che, pian piano, prendono vita quasi fino a mangiarle. Come può essere questo l’effetto di una trama così? E soprattutto, perché succede questo?

Noi una risposta ce la siamo dati, accorgendoci così che i problemi di questa miniserie risiedano proprio alla base: l’intoppo esiste, ed è all’interno della sceneggiatura. Sappiamo che la storia sia tratta da un libro, ma è bene ricordare che libri e le Serie Tv sono due cose differenti e che, per questo motivo, a volte i riadattamenti sono obbligati a discostarsi dall’originale. Questa storia poteva funzionare all’interno delle pagine di un libro, ma per riuscirci all’interno di una Serie Tv doveva fare molto di più.

affari segreti di damigelle

Sarebbe bastato cambiare qualche dettaglio. D’altronde la parola riadattamento si spiega da sola: prendere una storia e riadattarla al contesto in cui lo si vuol fare, in questo caso una miniserie, con tutte le variazioni del caso, in modo tale da riuscire nell’impresa. Ma Affari Segreti Di Damigelle, purtroppo, decide di copiare e incollare qualsiasi cosa scritta all’interno del libro, privandosi così di una propria personalità. Ovviamente la cosa si ripercuote sui personaggi, causando una totale assenza di identità in loro. Sembrano tutti uguali, tutti divisi dalla sola differenza tra chi è cattivo e chi invece è buono. Tutto questo accade con il solo obiettivo di far andare avanti le cose in modo lineare e preciso. Bisognava osare, bisognava scavare all’interno della storia. Bisognava fare quel passo in più capace di sbloccare una storia che, invece, è rimasta bloccata al punto di partenza tanto da farci dire che – qualora si volesse – si potrebbe passare dalla prima all’ultima puntata senza troppi inciampi. Esiste qualcosa di più grave per una serie?

LEGGI ANCHE – 5 Serie Tv ingiustamente sottovalutate che sono presenti attualmente su Now