Vai al contenuto
Home » News » Wes Anderson parla del suo film più fallimentare:  «È stato un disastro, ci hanno odiato»

Wes Anderson parla del suo film più fallimentare:  «È stato un disastro, ci hanno odiato»

Recentemente vincitore di un premio Oscar (qui trovate la lista di tutti i vincitori del 2024), Wes Anderson ha spiegato che inizialmente è stato difficile “convincere” il pubblico ad apprezzare il proprio lavoro. Il regista ha infatti ricordato come Bottle Rocket (uscito in Italia col titolo Un colpo da dilettanti) sia stato un flop che non ha convinto né il pubblico, né la critica.

Wes Anderson ha parlato del suo primo fallimento

Oltre ad aver vinto un premio Oscar (qui ha spiegato perché era assente alla premiazione) per La meravigliosa storia di Henry Sugar, conosciamo bene Wes Anderson anche per altri suoi progetti. Ricordiamo, per esempio, Moonrise Kingdom The Grand Budapest Hotel. Non ha tuttavia ottenuto lo stesso successo con il suo film d’esordio, intitolato appunto Bottle Rocket e che è uscito al cinema ben 28 anni fa.

A proposito del flop, Wes Anderson ha commentato: “Avevo un’idea chiara di quello che volevo fare e nessuno poteva convincermi a non farlo. All’epoca, la fiducia in me stesso era alle stelle. Quando finalmente ce l’abbiamo fatta e l’abbiamo mostrata al pubblico, ci hanno odiato. Ero scioccato. È stato un disastro. Ma questo mi ha cambiato. Se lo avessi saputo prima, probabilmente non avrei fatto quel film e sono felice di averlo fatto alla fine, perché hai bisogno di quella cieca fiducia che hai da giovane”. Ricordiamo che la pellicola in questione, scritta in collaborazione con Owen Wilson, aveva un budget di 7 milioni. Nonostante ciò, è riuscita a raccogliere soltanto 560.069 dollari al botteghino. Continuando, Anderson ha spiegato che che all’epoca “incolpavano il pubblico”. Ecco le sue parole: “Ero troppo sicuro di me e ne sono uscito troppo scosso da questa esperienza. È stato un modo terribile di mostrare il film per la prima volta. C’erano 86 persone tra il pubblico e a metà del film ne erano rimaste solo 20, le ho viste andarsene. Le ho viste alzarsi e ho pensato che forse stavano andando solo al bagno. Ma avevano raccolto tutte le loro cose…”

L’esordio cinematografico di Wes Anderson non è stato dei migliori

Nonostante l’inizio non sia stato esattamente all’altezza delle aspettative, adesso tutti conoscono Wes Anderson anche – e soprattutto – per le sue opere ben riuscite. Precedentemente, il regista si è anche trovato a parlare di altri film, spiegando quali sono secondo lui i dieci più sottovalutati.