in

La mappa di Twin Peaks, disegnata a mano da David Lynch

Twin peaks

Non è facile lasciar andare Twin Peaks. Non lo è per i fan, e non lo è per chi ci ha lavorato e ha messo il suo talento al servizio della visione di David Lynch.

Kyle MacLachlan, volto dell’agente Dale Cooper e dell’inetto Dougie Jones, ha voluto ricordare Twin Peaks ha distanza di quasi due anni dal finale della serie.

MacLachlan ha condiviso con i fan una mappa dei territori della città di Twin Peaks, disegnata da David Lynch stesso. Il regista ha riportato infatti tutti i luoghi in cui sono avvenuti gli eventi principali, per rendere più chiaro al cast e alla troupe quale era il suo intento finale.

La mappa è accompagnata dal seguente messaggio:

Due anni fa abbiamo iniziato un viaggio di ritorno verso una piccola città con alcuni dei più incredibili abeti [Douglas Firs]. Oggi voglio condividere una parte divertente della storia di Twin Peaks: per creare un’idea degli spazi e dei luoghi per lo show, David Lynch ha creato questa mappa.

La mappa mostra i due picchi che danno il nome alla città, il lago al confine con il Canada, la foresta di Ghostwood, la ferrovia e l’autostrada. Il disegno è chiaro e preciso, dando tutte le indicazioni necessarie per avere un quadro generale, senza strafare con riferimenti geografici.

Lynch aveva infatti ben in mente cosa voleva quando iniziarono le riprese della serie. Il regista disegnò la mappa ancor prima di presentare il progetto Twin Peaks a Showtime e lui stesso ha dichiarato al riguardo:

Quando iniziammo a girare, sapevamo dov’era tutto. [la mappa] Ci ha aiutato a decidere che mood dare a che posto e cosa sarebbe potuto succedervi. Poi i protagonisti si presentarono e ci guidarono nella storia che conosciamo.

Leggi anche – Blond, Beautiful and Dead, la docuserie che racconta la vera storia dietro Twin Peaks

Written by Ambra Pugnalini

"Never be cruel, never be cowardly. And never ever eat pears!"

Netflix

Ellen Page torna su Netflix con Tales of the City

Young Sheldon 2×22 – Un commovente omaggio a The Big Bang Theory