in

The Umbrella Academy – Emmy Raver-Lampman: «Sarebbe uno spreco non fare la terza stagione»

Attenzione! Nel seguente articolo sono presenti spoiler su The Umbrella Academy

Dopo il recente rilascio della seconda attesissima stagione, The Umbrella Academy 3 è un’idea che si fa strada non solo nella testa dei fan, ma a quanto pare anche tra gli attori facenti parte del cast.
Dopo un finale di stagione che ha lasciato qualche porta aperta, non hanno tardato ad arrivare richieste e dichiarazioni per una terza parte.

the umbrella academy 2

In un’intervista con Collider, l’attrice Emmy Raver-Lampman, parlando del suo personaggio Allison, ha ammesso di non avere ancora la certezza di un’eventuale The Umbrella Academy 3 ma ha in parte alzato le speranze:

Penso che in una terza stagione, se dovesse accadere, sarebbe fantastico vedere come tutto ciò che ha vissuto si manifesta una volta tornati nella loro timeline, se ci ritornano. Inoltre, sarebbe uno spreco non prendere tutte le lezioni che ha imparato in questa seconda stagione e tradurle in una terza.
Io credo sarebbe veramente interessante, anche educativo e informativo, vedere come Allison affronti i traumi di questa passata stagione. Nel suo scenario, la vediamo essere inseguita da degli uomini e correre all’interno di un salone di bellezza, dal quale poi inizia il suo percorso. Ma, alla fine, per tre anni è rimasta in una sorta di ‘survival mode’, non so se è chiaro. Credo che per tre anni abbia dovuto ‘normalizzare’ tutta la violenza che ha visto per la strada e i cartelli ‘solo persone bianche’, ha dovuto interiorizzare cose che neanche esistevano nel posto dal quale proviene… E quindi vorrei in futuro esplorare l’evoluzione della sua salute mentale nel corso di questi tre anni.

Ecco il video integrale dell’intervista:

Non ci resta che attendere e sperare in un rinnovo per The Umbrella Academy 3!

LEGGI ANCHE – The Umbrella Academy è tra le 5 nuove Serie Tv non troppo impegnative che ti terranno incollato allo schermo

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Amazon Prime Video: tutte le novità in arrivo questa settimana (3 agosto–9 agosto)

Hannibal – La NBC voleva ingaggiare Hugh Grent o John Cusack al posto di Mads Mikkelsen