Vai al contenuto
Home » News » Il principe Filippo avrebbe voluto fare causa a The Crown per una scena della seconda stagione

Il principe Filippo avrebbe voluto fare causa a The Crown per una scena della seconda stagione

The Crown 5, la serie dedicata alla storia della famiglia reale inglese, è arrivata su Netflix e come di consueto ha scatenato innumerevoli polemiche. C’è stato chi, come Judi Dench, l’ha attaccata per “crudo sensazionalismo”, chi ha provato ad esigere da Netflix l’inserimento all’inizio di ogni episodio di un banner relativo all’accuratezza storica. Con queste premesse credevamo che avremmo guardato una stagione nella quale sarebbe stata demolita in maniera definitiva la reputazione della corona inglese. In realtà la quinta stagione di The Crown è apparsa depotenziata e ha fatto un ritratto meno impietoso dei reali (complice sicuramente anche la recente scomparsa della regina Elisabetta II). Anche questa volta, dopo che già nella terza stagione avevamo avuto un recasting, c’è stato un cambio della guardia: Imelda Staunton ha sostituito Olivia Colman nell’interpretare la regina Elisabetta II. È stato invece Jonathan Pryce a vestire i panni del principe Filippo, che questa volta ha avuto ruolo meno centrale rispetto a quello che aveva rivestito nelle prime stagioni (quando ci regalava innumerevoli citazioni iconiche). In particolare, se ricordate bene, nella seconda stagione di The Crown la serie aveva raccontato la difficile infanzia del padre dell’attuale monarca.

Pare che una scena di The Crown 2 avesse fatto adirare molto il principe Filippo, che anche anche pensato di denunciare la serie.

È stato il Sunday Times a lanciare questa notizia in esclusiva lo scorso 13 novembre. Parrebbe quindi che il defunto padre dell’attuale monarca inglese avesse contattato nel 2017 i suoi avvocati della Farrer & Co per chiedere quali azioni legali potesse portare avanti conto la serie tv. Secondo il giornale inglese, il principe Filippo non aveva affatto apprezzato il ritratto che la serie stava facendo della sua persona. La notizia è stata confermata dal biografo reale britannico Hugo Vickers che ha ricordato che in effetti il defunto monarca voleva portare avanti un’azione legale. Un amico della famiglia reale inoltre ha raccontato:

Ricordo di essere stato seduto accanto al Duca di Edimburgo a cena e rammento quanto fosse sconvolto dalla serie e da ciò che veniva detto su di lui.”

Ma cosa aveva sconvolto e rattristato tanto il principe Filippo? A colpire la sensibilità del defunto sovrano è stata una puntata della seconda stagione, intitolata Paterfamilias, nella quale veniva raccontata la difficile infanzia del principe Filippo. Nell’episodio assistiamo alla morte della principessa Cecilia avvenuta in un incidente aereo durante un viaggio verso il Regno Unito, dove la donna si stava recando per trascorrere il Natale con suo fratello, il duca di Edimburgo. Filippo era stato, infatti, messo in punizione nel collegio scozzese nel quale si trovava e per questo non era potuto tornare in Germania per Natale. Come ben ricorderete, durante il funerale della principessa Cecilia il padre del duca di Edimburgo lo aveva incolpato della morte della donna.

Queste immagini avevano molto turbato il principe Filippo, che sapeva bene che il motivo per cui sua sorella aveva fatto quel viaggio, nel quale aveva trovato la morte, non era affatto legato a lui. Avrebbe quindi voluto denunciare The Crown, che gli aveva attribuito una colpa a dir poco mostruosa, ma alla fine decise di rinunciarvi. Richard Fitzwilliams, consulente inglese per le pubbliche relazioni e critico cinematografico, ha spiegato perché probabilmente il monarca decise di lasciar perdere:

“Il problema con la famiglia reale, nel momento in cui fanno causa, se decidono di fare causa o se decidono di andare in tribunale, significa che attirano un’attenzione enorme. Il motivo per cui non l’ha fatto era perché il mondo intero ne avrebbe sentito parlare e forse alcuni avrebbero creduto che potesse essere vero.”