in ,

Sandra Oh si confessa: altro che Grey’s Anatomy, è Killing Eve la Serie che stava aspettando da sempre

Sandra Oh è finalmente tornata sui nostri Teleschermi, in un ruolo completamente nuovo e che aspettava da diverso tempo. L’attrice recentemente ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair, in cui si è confessata ed ha spiegato come ha vissuto gli ultimi quattro anni da quando ha lasciato Grey’s Anatomy.

Ecco dove sono. Posso parlare delle cose che non sono venute a modo mio e che penso dovrebbero arrivare a modo mio, ma è proprio come una fo***ta perdita di tempo.

Oh ha aspettato ed aspettato, finché un copione interessante arrivasse nelle sue mani. Un copione che la lasciasse di stucco e che le facesse dire: sì, accetto.
Quest’offerta è arrivata alla fine da parte dell’emittente BBC America, nella forma della Serie Televisiva Killing Eve, in onda dall’8 aprile. 
Lo Show vede come protagonista Eve Polastri, un’agente dell’MI5, che diventa ossessiva nel voler catturare Villanelle (Jodie Comer), una sociopatica assassina.

Eve Polastri è stata definita dall’attrice come il ruolo che aspettava da circa trent’anni.
Il personaggio che la vedremo interpretare è piena di stranezze. Il tipo di persona che arriva ad un incontro di lavoro in ritardo e ha ancora i postumi della sera prima, che cerca di togliersi di dosso le briciole del cornetto che ha mangiato nel tragitto; profondamente ossessionata dall’omicidio, tant’è che riesce a dare una risposta spaventosamente dettagliata al marito quando le chiede come vorrebbe ucciderlo. Ossessionata dal suo nuovo nemico, Villanelle, che in cuor sa che è una donna – anche quando chi la circonda la crede pazza riguardo questa teoria.

Molti attori non amano guardarsi sullo schermo e Sandra Oh fa parte di questa categoria. Ma per Killing Eve sembrerebbe aver fatto una particolare eccezione. Dopo aver divorato tre episodi, l’attrice ha confessato che lo Show è quello che sperava riuscisse.
Killing Eve è qualcosa di completamente diverso rispetto a ciò che è in onda in questo momento in Televisione, è unico nel suo genere.

sandra oh


Oltre a Sandra Oh, le persone più emozionate per questa nuova Serie Televisiva sono i genitori dell’attrice: due immigrati di origine coreana, entusiasti nel vedere la propria figlia su un cartellone pubblicitario.

I coreani sono ambiziosi. Significa molto per i miei genitori che faccio il lavoro che faccio e che, finalmente, ho visibilità.

La rappresentazione e la visibilità sono due dei motivi cardini che spingono l’attrice ad andare avanti.
La presenza di Cristina Yang in una Serie Televisiva come Grey’s Anatomy ha aiutato, senz’ombra di dubbio, la comunità asiatica ad ottenere quella visibilità che per molti anni è mancata nel mondo della Televisione. Ma l’obiettivo finale è ancora molto lontano, secondo l’artista. Persino all’interno di Grey’s Anatomy, Oh fece la richiesta di far apparire più giovani di origine asiatica come guest star nelle varie trame. Ed è una richiesta che ha fatto anche per Killing Eve.

Sandra Oh ha inoltre rivelato di non essere interessata a scrivere, dirigere o produrre, come molti suoi colleghi fanno dopo diverso tempo all’interno del business.
Quando l’argomento della sua dipartita da Grey’s Anatomy è naturalmente arrivato durante l’intervista, Oh ha elegantemente gestito la situazione. La sua situazione, riguardo il compenso salariale era diverso. Troppo complicato persino da spiegare.

Per quanto riguarda Killing Eve, l’attrice ha solo poche parole da spendere:

Spero ne sia valsa la pena aspettare.

Leggi anche: Killing Eve – Ecco il primo trailer: Sandra Oh non sarà più soltanto Cristina Yang

Written by Silvia Nunnari

Ho deciso che fra una serie televisiva ed un'altra, sorseggiando vino con Cercei Lannister ed Olivia Pope, di riempire il web con la mia scrittura.

jessica jones

Jessica Jones – In effetti sembra strano, ma è stata rinnovata per una terza stagione

alex

Alex, Inc 1×03 – Mettersi in gioco per la famiglia