in ,

L’Amica Geniale – Storia del nuovo cognome: la serie ha stregato la critica americana

L'amica geniale
L'amica geniale

Quando vogliamo, noi italiani sappiamo fare le cose in grande. Lo dimostra (anzi, l’aveva già dimostrato) la seconda stagione de L’amica geniale: Storia del nuovo cognome ha debuttato pochi giorni fa negli Stati Uniti ricevendo il plauso della critica.

Leggiamo cosa pensano i critici americani de L’amica geniale e, per una volta, siamo fieri delle nostre serie tv.

Vanity Fair Usa riassume la trama così:

La seconda stagione de L’amica geniale ritrae ancora sapientemente le dinamiche sorprendentemente contraddittorie delle amicizie femminili. Ma regala anche momenti incredibilmente drammatici, strabilianti batticuore, battiti di ciglia e colpi di scena. Ci sono tradimenti pazzeschi, delusioni che spezzano il cuore, brutali atti di violenza, serenate musicali di Gino Paoli durante i temporali e colori pastello del Mediterraneo che diventano pop durante la notte.

Entertainment Weekly spende parole di lode in particolare per il cast:

Bravo Costanzo che ha rimpito il cast di volti memorabili. Lo Stefano Carracci di Giovanni Amura è un egoista pieno di sé ma con un volto da bambino e una pettinatura che lo fanno sembrare il più giovane lurido vecchio del mondo. Anna Rita Vitolo infonde alla madre di Lenù una durezza che maschera a malapena il dispiacere.

l'amica geniale

Non possiamo non citare l’entusiasmo di Hollywood Reporter per la splendida colonna sonora di Max Richter:

La musica accompagna la crescita di Lila ed Elena con arrangiamenti spartani e arpeggi sempre più serrati, suggerendo l’immagine di un paio di mani protese verso l’alto nella speranza che ci sia qualcuno ad afferrarle.

Variety coglie alla perfezione lo spirito intimista e introspettivo de L’amica geniale:

Attraverso gli occhi di Elena, guardiamo il mondo come lo vede lei. Proviamo la sua paura, il suo amore, la sua gioia. È questo tipo di meccanismo che rende L’amica geniale una serie lungimirante e insolitamente introspettiva che, partendo dal racconto interiore di due adolescenti, poi donne, fa immergere il pubblico in una cultura specifica che, nonostante tutto, si avverte fin troppo dolorosamente familiare.

Purtroppo la terza stagione de L’amica geniale, che sarebbe dovuta essere già in lavorazione, ha subito uno stop per l’emergenza Coronavirus. Dovremo aspettare del tempo prima di poter seguire ancora le avventure delle due amiche.

Leggi anche – L’amica geniale, ecco 5 motivi del suo successo mondiale

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

netflix

Netflix ha stanziato un fondo di sostegno da 100 milioni di dollari per l’emergenza Coronavirus

5 puntate delle Serie Tv che abbiamo rewatchato nella speranza che cambiasse il finale