Vai al contenuto
Home » News » La Casa de Papel, Enrique Arce rivela perché Arturito è stato escluso dagli ultimi episodi

La Casa de Papel, Enrique Arce rivela perché Arturito è stato escluso dagli ultimi episodi

La Casa de Papel 5 è arrivata su Netflix con tutti i suoi episodi: la serie tv spagnola che ha conquistato spettatori in tutto il mondo si è conclusa. Noi di Hall of Series l’abbiamo vista e abbiamo abbiamo raccontato le nostre impressioni nella recensione dei primi cinque episodi e nella recensione finale della quinta parte.

Negli ultimi episodi abbiamo rivisto tutti i personaggi che abbiamo amato e conosciuto. Uno di loro è stato però assente: Arturo Román, ex direttore della Zecca di Stato, interpretato da Enrique Arce. Un personaggio che tutti noi abbiamo odiato e di cui non abbiamo certo sentito la mancanza; tuttavia è sempre stato un personaggio di rilievo all’interno della serie e questa sua assenza ha destato stupore. Grazie a Arce sappiamo a cosa si è ispirato per il personaggio di Arturito e perché non è presente negli ultimi episodi della serie.

ATTENZIONE: Seguono spoiler

La Casa de Papel 5: ecco perché Arturo non c’è negli ultimi episodi

Nella prima metà dell’ultima stagione Arturo è apparso, riuscendo a farsi odiare ancora di più. L’uomo infatti su è messo a capo della ribellione tra gli ostaggi. Si è introdotto di soppiatto nella parte del Banco di Spagna dove era nascosto l’arsenale dei rapinatori e ha iniziato a fare fuoco all’impazzata contro i membri della banda.

Per aiutare i suoi amici in difficoltà, Stoccolma è stata costretta a sparargli, ferendolo gravemente. Arturo è stato poi portato via in barella dall’edificio. Ciò ha provocato un enorme senso di colpa in Stoccolma per aver dovuto colpire il padre di suo figlio. Negli ultimi episodi de La Casa de Papel 5 scopriamo che Arturito si è salvato e che non è in pericolo di vita. Tuttavia l’uomo non appare in neanche una scena.

A spiegare il motivo dell’assenza è Enrique Arce, interprete del personaggio, durante un’intervista a TéléLoisirs. L’attore ha raccontato che le scene che lo vedevano in scena sono state eliminate dal montaggio per scelta della produzione. Dice:

“Quando ho girato la mia ultima scena, non sapevo che fosse il mio ultimo giorno di riprese e le mie ultime battute. Nel decimo episodio, Arturo avrebbe dovuto avere un ruolo molto importante ma alla fine gli sceneggiatori hanno scritto molto ed eliminato delle cose. La parte in cui era presente è scomparsa”.

L’attore rivela anche di non aver partecipato alla festa d’addio con i colleghi, sentendosi un po’ deluso per questo:

“Ammetto che avrei voluto essere un po’ più presente ma non per vanità, perché volevo a tutti i costi che si vedesse il mio personaggio ma perché questo mi ha privato della festa finale. Mi sento privato ​​di questa emozione e di momenti di condivisione con gli altri attori, sono momenti molto belli che mi sono perso mio malgrado”.

Nell’intervista Arce si dice anche soddisfatto di come si è concluso l’arco del suo personaggio:

“Se guardo a com’è alla fine della quarta stagione, ti dico di no. Ma nella quinta credo che ci sia una sorta di redenzione per Arturo, quindi sono contento.”

Nel cast degli ultimi episodi della quinta parte ritroviamo Úrsula Corberó (Tokyo), Álvaro Morte (Il Professore), Itziar Ituño (Lisbona), Pedro Alonso (Berlino), Miguel Herrán (Rio), Jaime Lorente (Denver), Esther Acebo (Stoccolma), Fernando Cayo (colonnello Tamayo), Rodrigo de la Serna (Palermo), Darko Peric (Helsinki).

Con loro anche Hovik Keuchkerian (Bogotá), Luka Peros (Marsiglia), Najwa Nimri (Alicia Sierra), Patrick Criado (Rafael), Diana Gómez (Tatiana), Belén Cuesta (Manila), Fernando Soto (Angel) e Ramón Agirre (Benjamin).

LEGGI ANCHE – La Casa de Papel: la classifica dei 5 personaggi più insopportabili