Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » News » Il Principe di Bel-Air – Parla Ribeiro: «Il ruolo che mi ha impedito di recitare di nuovo»

Il Principe di Bel-Air – Parla Ribeiro: «Il ruolo che mi ha impedito di recitare di nuovo»

È inevitabile: quando pensiamo a Il Principe di Bel-Air non abbiamo che ricordi fantastici e nostalgia a mille. Come può essere altrimenti, visto il tenore dell’intramontabile comedy che ha lanciato l’attore premio Oscar Will Smith (che di recente ha parlato del suo matrimonio dopo lo scandalo dello schiaffo). Eppure, se per lo spettatore i ricordi sono soltanto positivi, c’è qualcuno dal cast che afferma di avere l’animo diviso a metà. Si tratta di Alfonso Ribeiro, l’attore che nella comedy ha interpretato il personaggio di Carlton Banks (qui abbiamo approfondito l’importanza del personaggio).

Cos’ha detto Alfonso Ribeiro sul suo ruolo ne Il Principe di Bel-Air?

Il co-protagonista de Il Principe di Bel-Air ha parlato in un’intervista a Closer Weekly (qui l’intervista originale) ammettendo che il ruolo non gli ha fatto soltanto bene. Già, a quanto pare interpretare Carlton per Alfonso Ribeiro ha portato anche qualche controindicazione, come spiega:

“Interpretare Carlton in Il Principe di Bel-Air è stato anche un sacrificio. Come ho sempre detto, fare Carlton è stata la cosa più bella e più brutta che mi sia mai capitata. È stato uno dei ruoli più belli che abbia mai avuto la fortuna di interpretare. Ma è stato anche il ruolo che mi ha impedito di recitare di nuovo, perché la gente non riusciva a vedermi in un modo diverso da quello. Il sacrificio è stato quello di non avere più una carriera da attore”.

Inevitabilmente, però, l’attore ha parlato dei bei momenti vissuti sul set, che ricorda così:

“La cosa più bella è stato il cast e il tempo passato con loro. Prima di ogni puntata, andavamo nel camerino di Will Smith, mettevamo la musica e ballavamo. Tiravamo fuori tanta energia per prepararci allo show. Sono ricordi bellissimi”.

Vi lasciamo con una delle ultime dichiarazione di Will Smith, nel dopo-scandalo degli Oscar.