Vai al contenuto
Home » New Girl » I 5 migliori spin-off che potrebbero nascere dalle ceneri di New Girl

I 5 migliori spin-off che potrebbero nascere dalle ceneri di New Girl

New Girl

È ormai calato il sipario sulla scena di New Girl da ben 4 anni. Abbiamo così salutato i coinquilini dell’appartamento 4D, consapevoli che il finale che hanno avuto sia stato il migliore possibile e che ormai non ci fosse più molto da raccontare. Eppure noi continuiamo a rifugiarci tra quelle mura calde e quell’ottimismo contagioso. E così ipotizziamo: e se dalle ceneri di New Girl nascessero degli spin-off nuovi, freschi, ma un po’ nostalgici? Ecco quali sarebbero.

1) La vita di Coach a New York

new girl

Coach ha abbandonato l’appartamento dei protagonisti dopo il primo episodio, ma torna a vivere con loro nella terza stagione, ottenendo un ruolo da regular nella quarta stagione, alla fine della quale però lascia di nuovo gli amici. Infatti Coach decide di seguire May, la sua ragazza, a New York. Nonostante sia stata una presenza altalenante nello show, Ernie ci ha rapidamente conquistati con la sua incapacità di comunicare con le ragazze, dimostrando – sotto l’apparente atteggiamento da macho – di essere impacciato e premuroso.

Sarebbe bello seguirlo a New York e scoprire a poco a poco retroscena e altre avventure. Una serie nuova di zecca, ambientata nella Grande Mela, che svela come Coach se sta cavando, il nuovo lavoro e la relazione, nuove amicizie e nuovi protagonisti. Con l’interessante punto di vista di un protagonista che l’anima gemella l’ha già trovata e cerca di far funzionare la sua vita come meglio può.

Ovviamente, qualche riferimento alla sua vecchia vita a Los Angeles sarebbe un fan service più che gradito: immagino già Nick, Winston e Schmidt che lo raggiungono per una serata per soli uomini, mettendolo a disagio e allo stesso tempo aiutandolo a cimentarsi in altre situazioni.

2) Il passato di Schmidt e Nick

new girl

Abbiamo avuto modo di conoscere il Nick figlio dei fiori e lo Schmidt “in carne” del college nei vari flashback che ci hanno regalato durante New Girl, con degli inguardabili Jake Johnson e Max Greenfield che invece che sembrare più giovani di dieci anni sembrano averli presi tutti in un colpo. Ma nonostante le imperfezioni, vedere nascere la loro amicizia è stato divertente e commovente e a tratti anche imbarazzante. Ma come sarebbe se venissimo davvero catapultati anni dietro, in quella stanza del college?

O magari, nel momento in cui Nick decide di mollare gli studi e Schmidt di iniziare la dieta. Quel momento di svolta che li ha poi portati a essere i due protagonisti che tanto amiamo. Schmidt ha terminato gli studi, ha iniziato a mettersi in forma e ha trovato un loft spazioso a Los Angeles. Mentre disfà gli ultimi scatoloni, sente bussare alla porta. Ad attenderlo, c’è Nick, non ancora uscito dalla sua fase ribelle, che gli chiede di ospitarlo per qualche giorno, mentre cerca un lavoro alternativo dal momento che fare l’avvocato proprio non ere la sua strada. E sappiamo che li raggiungerà presto anche Winston.

I primi litigi e il supporto mai assente, il lavoro al bar di Nick, la sua storia con Caroline e i tentativi di successo di Schmidt.

3) Le Cronache di Pepperwood

Ci sono due modi in cui andrebbero realizzate Le Cronache di Pepperwood: con un omaggio palese alla serie, con i protagonisti di New Girl che interpretano il loro alter ego nello spin off oppure con una versione animata.

Come dimenticare il fallimentare Z per Zombie, il primo romanzo inedito di Nick Miller? Ma dopo quella prima storia post-apocalittica, la mente assurda e geniale di Nick partorisce Le Cronache di Pepperwood. Julius Pepperwood – alterego dello scrittore fin dalla seconda stagione – è un duro poliziotto di Chicago che combatte il crimine a New Orleans e cerca di reprimere “l’alligatore dentro di sé”. Ma ad affiancarlo nella lotta contro il male c’è la sua partener Jessica Night. Ovviamente, ciascun amico avrà un ruolo trasposto nella storia fittizia di Nick. Questo libo parla della vita, della razza, della sessualizzazione della pistola americana. È la storia del rapporto ambiguo con la giustizia.“

Un omaggio a New Girl sì, ma una storia diversa, come ci trovassimo in un universo alternativo. E perché no, magari a un certo punto della serie – in preda a una crisi esistenziale – Julius Pepperwood abbandona il distintivo e inizia a scrivere romanzi. Il suo bestseller? Le (dis)avventure di Nick Miller – Semplice uomo di giorno, barista di notte.

4) Wiston nei panni del poliziotto

Sappiamo bene che Winston ci ha messo tanto tempo per trovare la sua strada: ha svoltato diverse volte, ritrovandosi in un vicolo cieco e senza prospettive. Poi ha imboccato la giusta direzione, nonostante nessuno credesse possibile che la sua vocazione fosse il distretto di polizia.

E allora perché non vederlo davvero all’opera? Uno spin-off interamente dedicato a Winston, uno dei personaggi più amati di New Girl, che come un giustiziere imbranato pattuglia le vie di Los Angeles insieme alla sua partner Aly. Sappiamo che tra i due sboccerà l’amore, ma in questo primo momento sono ancora solo amici, alle prese con la freddezza di lei e gli occhi gentili di lui.

Sarebbe una serie a metà tra il genere comedy e il crime: ogni episodio un caso diverso, mentre i pezzi vanno a incastrarsi come un puzzle svelando un disegno più intricato che – sorprendentemente – sarà proprio Winnie the Bish a risolvere. Magari con l’imbeccata inconsapevole di uno dei suoi coinquilini. Così mentre il mistero si infittisce, scopriamo Winston sotto una luce diversa, più seria ed eroica, che però lascia presto posto alla sua ironia e ingenuità. Un mix di suspense e divertimento: Winston’s Days as a Cop.

5) La nuova vita di Schmidt e Cece

new girl

Abbiamo visto l’amore sbocciare tra Schmidt e Cece e fin dalla prima stagione abbiamo fatto il tifo per loro, ci siamo inteneriti ed emozionati: il loro è un amore mai appassito, nonostante la distanza e i litigi, che ha aspettato solo il momento giusto per fiorire. Nonostante la loro storia sia stata meno epica di quella di Nick e Jess e a volte forse sia stata sbrigativa, ha saputo conquistarci e occupare un posto d’onore nel nostro cuore proprio per la purezza e la semplicità.

Dopo aver visto Nick e Jess nei panni dei protagonisti innamorati, sarebbe interessante scoprire Schmidt e Cece nei panni dei genitori. Ne abbiamo avuto un assaggio nella settima stagione, ma all’epoca sembrò solo il segno della fine imminente e del cambiamento necessario. In questo caso invece, sarebbe un nuovo inizio. Anziché vedere le peripezie degli amici, scopriremmo le peripezie di una famiglia che piano piano si allarga, mentre Ruth cresce e Schmidt si trasforma in padre geloso.

Non mancherebbero di certo momenti romantici per la coppia, come anche momenti di follia e throwback nostalgici. Una comedy familiare, ma che non mette da parte né la coppia né l’amicizia.

Scopri il primo libro di Hall of Series: 1000 Serie Tv descritte in 10 parole è disponibile ora su Amazon!