Vai al contenuto
Home » Netflix » I 5 migliori lavori di CGI mai svolti nelle serie originali Netflix

I 5 migliori lavori di CGI mai svolti nelle serie originali Netflix

Ormai la computer grafica – o computer-generated imagery (CGI) – ha fatto passi da gigante, e risulta improbabile trovarsi di fronte a una serie tv che non la utilizzi. Malgrado non sia andata sempre benissimo, la piattaforma di streaming Netflix ha prodotto nel corso degli anni anche effetti visivi di tutto rispetto. Pensiamo ad esempio a Stranger Things oppure a Dark. Le due serie sono costruite in una buona parte grazie a una post produzione davvero ben fatta.

Nonostante la linea che separa un buon lavoro da uno stile filtro di Instagram approssimativo, alcune produzioni di Netflix regalano CGI davvero sorprendenti, capaci di catapultarci in mondi fantastici senza farci vivere lo shock della finzione.

Da Stranger Things a The Witcher, ecco i 5 migliori lavori di CGI nelle Serie Tv Netflix

1) Stranger Things

stranger things

Non potevamo non partire dalla serie tv più famosa degli ultimi anni. Stranger Things, da poco approdata con la penultima stagione sulla piattaforma, ne fa un uso massivo. Se pensate di aver capito esattamente tutte le scene in cui gli effetti speciali sono stati usati, sicuramente vi siete sbagliati. La grande capacità dei montatori e dei VFX designer ha fatto sì che le scene in cui viene usata la CGI e quelle in cui vengono impiegati solo trucco e grandi scenografie si mischino alla perfezione.

Ad esempio, Vecna non è fatto a computer ma si tratta di trucco, un trucco che ha richiesto 8 ore di lavoro da parte di Barrie Gower, che ha lavorato a Il Trono di Spade e Chernobyl.

Essendo cresciuti con i film di genere prima dell’avvento della computer grafica, i Duffer Brothers avevano preso fin da subito la decisione di utilizzare poco la CGI. Tuttavia, se la prima idea era quella di utilizzare circa l’80% di effetti pratici e il 20% di effetti visivi nella prima stagione, nel risultato finale questa percentuale è salita al 50%. Per fortuna, gli effetti visivi sono fatti talmente bene che risulta difficile capire la scena in cui sono stati post-prodotti.

2) Shadow and Bone

stranger things

Shadow and bone, serie fantasy tratta dall’omonimo libro, ha fatto un grosso utilizzo degli effetti speciali. Anche in questo caso, gli effetti speciali hanno contribuito a rendere giustizia a un racconto che senza non sarebbe stato lo stesso.

Questo lavoro quasi perfetto è frutto della collaborazione tra il direttore della fotografia, il regista e il supervisore degli effetti visivi Ted Rae. Insieme, questi hanno esaminato ogni ripresa arricchendola con gli effetti speciali resi quanto più naturali possibili grazie all’uso dei mascherini.

Per una serie di questa portata sono state utilizzate più di 1.700 riprese con effetti visivi. Insomma, in Shadow and Bone ci sono molti elementi fantastici che hanno richiesto un ampio utilizzo di CGI, ma che sicuramente non deludono. Pensiamo ad esempio alla rappresentazione del potere di Alina, che riesce a sfruttare il sole in netto contrasto con l’oscurità di Kirigan, rappresentata grazie agli effetti speciali come uno sciame nero di inchiostro.

3) Love Death & Robot

Dopo Stranger Things e Shadow and Bone, non potevamo non parlare di questa serie antologica

Love Death & Robot è sicuramente una serie unica nel suo genere, con la sua ideazione ed elaborazione.

Serie antologica per adulti, prodotta da David Fincher e Tim Miller per Netflix, ogni episodio è autoconclusivo (qui vi parliamo di uno dei migliori episodi dell’ultima stagione) ed è realizzato da un team di animatori differente e proveniente da Paesi diversi, tutti legati da un fil-rouge che è poi esplicitato nel titolo: l’amore, la morte e i robot.

In questo caso il valore aggiunto di questa serie che ricorda molto Black Mirror sono proprio gli effetti speciali. Nello specifico, le tecniche d’animazione utilizzate la rendono un prodotto davvero originale e ineguagliabile. Si va dalla CGI alla motion-capture del videogioco, dalla stop-motion al cartoon in stile 3d, tecniche che consentono una esperienza multiforme e immersiva.

4) Dark

Se le serie sopracitate ne hanno fatto un uso spropositato, l’utilizzo della CGI in Dark è più sottile ma ugualmente ottima.

Gli effetti visivi nella serie tv tedesca sono stati utilizzati principalmente per gli ambienti. Pensiamo alla scena iniziale della “cupola sopra Winden”, oppure alle scene ricche di luce in cui la macchina del tempo viene messa in azione.

Seppur più evidenti (Dark è di fatto meno fantasy e più realistica dal punto di vista visivo) e quindi più sotto l’occhio attento di chi capisce che è finzione ciò che sta guardando, gli effetti visivi usati in Dark sono in perfetta armonia con una fotografia che non lascia dubbi: è tra le migliori serie di sempre.

5) Altered Carbon

Stranger Things, Dark e non solo: parliamo di Altered Carbon

Dopo aver parlato di serie che ne fanno un grande uso, come Stranger Things e The Witcher, non potevamo non parlare di una serie che si costruisce quasi interamente sugli effetti speciali.

Altered Carbon, infatti, al contrario della trama che è stata oggetto di diverse critiche, è visivamente spettacolare e costruita benissimo grazie all’abilità dei direttori della fotografia Neville Kidd e Martin Ahlgren.

Un lavoro minuzioso che ha inizio con l’idea di effettuare delle riprese che, facendo risparmiare budget, si prestassero quanto più possibile a una post produzione con i fiocchi. Grazie alla giustapposizione delle parti fabbricate e reali, mixate alle automobili futuristiche, alle pubblicità e alla costruzione delle persone clonate che attraversano strade reali, i creatori della serie sono riusciti a restituirci un piccolo capolavoro per gli occhi.

Purtroppo però, a causa dei costi troppo elevati per la sua produzione, Altered Carbon è stata cancellata da Netflix dopo sole due stagioni.