Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » Uncategorized » Le Ragazze del Surf è il tentativo di Apple Tv + di avere la sua Stranger Things?

Le Ragazze del Surf è il tentativo di Apple Tv + di avere la sua Stranger Things?

Le Ragazze del Surf (Surfside Girls) è la nuova serie tv per ragazzi targata Apple Tv +, tratta dall’omonima graphic novel di Kim Dwinell. Le protagoniste sono Sam e Jade, due adolescenti migliori amiche che condividono la passione per il surf. Tra il club di scienze di Jade e gli spaziali hamburger del padre di Sam, le due ragazzine vivono la loro vita in tranquillità sulla costa Californiana, finché eventi paranormali non sconvolgono le loro vite.

I giovani protagonisti e la tematica soprannaturale avvicinano molto Le Ragazze del Surf a Stranger Things, ma la realtà è completamente diversa.

A differenza della Stranger Things di Netflix, la costruzione della storia rende le vicende appassionanti solo per un pubblico molto giovane, risultando prevedibili e banali agli occhi di un qualsiasi spettatore che abbia più di 15 anni. Se nel leggere la trama ho immediatamente pensato alla nuova Stranger Things, mi sono bastati un paio di minuti per comprendere che con la serie targata Netflix non aveva assolutamente niente a che fare.

Le Ragazze del Surf, in realtà, mi ha ricordato moltissimo una delle mie serie preferite da bambina: H2O, con le sue grotte ricche di misteri e con le protagoniste alle prese con un segreto fuori dal normale. Apple Tv +, insomma, ci ha illuso con la promessa di una serie appassionante e avvincente, e chi si aspettava un prodotto del genere è rimasto molto molto deluso. È una serie assolutamente consigliata da vedere in famiglia con bambini, soprattutto per la bella storia d’amicizia che lega le due protagoniste, tanto simili quanto differenti.

Apple Tv + ha distribuito la serie a partire dal 19 agosto di quest’anno, in un formato che si presta alla visione in famiglia e a catturare l’attenzione dei più piccoli, soprattutto grazie alla breve durata dei dieci episodi che la compongono.

Hanno lavorato alla serie May Chan, showrunner della serie, Paul Stupin come produttore esecutivo (già produttore di Dawson’s Creek), oltre che Alex Diaz e Julie Sagalowsky Diaz (The Shannara Chronicles), sceneggiatrici e produttori esecutivi.

A interpretare le due giovani protagoniste nella Serie tv di Apple Tv + ci sono YaYa Gosselin (Jade) e Miya Cech (Sam). I due personaggi hanno due modi completamente diversi di approcciare il soprannaturale: la prima legata a una visione prettamente scientifica e razionalista degli eventi, la seconda selvaggia avventuriera che si lascia trasportare dall’entusiasmo e da una mentalità completamente aperta al nuovo.

Nella serie si parla di maledizioni e di fantasmi, ma niente di tutto cià assume fattezze spaventose. Molto child friendly, infatti, è il personaggio del fantasma pirata Remi che coinvolge le due ragazze per farsi aiutare a rimuovere la maledizione che ha colpito la sua ciurma. In tutto ciò si inseriscono anche le figure degli adulti, che assumono comunque dei connotati caratteriali infantili, risultando talvolta buffi e ingenui.

In sé anche la trama è molto meno articolata rispetto a Stranger Things, per non parlare del budget molto diverso nelle due serie tv di Netflix e Apple Tv +. Non sorprende, infatti, che il riscontro del pubblico per Le Ragazze del Surf sia differente.

Le Ragazze del Surf
Le Ragazze del Surf, Apple Tv + (640×460)

Se l’intenzione di Apple Tv + con Le Ragazze del Surf era di creare un fenomeno virale, la piattaforma streaming sarà rimasta molto delusa. Anche se è apprezzabile la diversificazione dei prodotti offerti dalle varie piattaforme, dedicando attenzione anche a un pubblico più giovane che ha sempre più dimistichezza con lo streaming on demand.

Insomma, i tempi in cui si accendeva la televisione dopo scuola e ci si accontentava di ciò che c’era in tv (con il terrore di perdere un episodio senza possibilità di recuperarlo) sono finiti. Ormai anche i più giovani vogliono avere accesso a prodotti adatti alla loro età in qualsiasi momento della giornata.

Per questo motivo possiamo dire che Le Ragazze del Surf non è la nuova Stranger Things ma può aprire la strada a una corrente produttiva che si dedichi completamente a serie leggere e propositive.

Le Ragazze del Surf
Le Ragazze del Surf, Apple Tv + (640×360)

Vista sotto questo punto di vista la serie di Apple Tv + è lodevole e avvincente, rendendo onore ai libri da cui è tratta. Stranger Things, invece, è un vero e proprio fenomeno pop pensata da Netflix per un pubblico senza età, prevalentemente adulto, come dimostrato dalla piega sempre più horror degli episodi e i continui rimandi a Stephen King.

Sicuramente Apple Tv + dovrà cercare la sua personale Stranger Things per convincere sempre più persone a sottoscrivere l’abbonamento alla sua piattaforma e diventare popolare come Netflix, ma produrre Le Ragazze del Surf è sinonimo di una scelta aziendale da non sottovalutare.