in ,

Kidding 2×10 – Si può tornare indietro nel tempo

Siamo arrivati alla fine della seconda stagione di Kidding. L’ultimo episodio, dal titolo The Puppet Dalai Lama, gira intorno al tempo.

Il tempo è un elemento importante in tutta la stagione, ma ora, finalmente, sembra che il cerchio si chiuda.

Jeff è venuto a conoscenza della donazione degli organi di Phil, ed è confuso, emozionato e amareggiato allo stesso tempo. Si sente un po’ deluso dall’atteggiamento di Jill, la quale spiega perché ha deciso di tenerlo nascosto. Lo ha fatto per via dell’attitudine di Jeff a voler essere amico di tutti. Una volta saputo che delle persone avevano gli organi di suo figlio, il protagonista avrebbe voluto incontrarli, diventarci amico e fare il possibile perché stessero bene, e Jill non voleva questo. Doveva essere una cosa solo di Phil, e non di Mr. Pickles. La sua popolarità avrebbe portato a far diventare questa storia un merito di Jeff, non di Phil, e non voleva che accadesse.

Jeff comprende e accetta la scelta.

Continuano a parlare del loro figlio perduto, e di come devono riuscire ad andare avanti. Jill ha bisogno di una sola cosa. Vuole che Jeff risponda a una domanda: «Incolpi me per la morte di Phil?». In quel momento la scena si interrompe e parte un lungo flashback sull’inizio della relazione dei due, diversi anni prima. Inizialmente Jeff aveva preso estremamente sul serio il suo lavoro, era anzi uno stile di vita. Viveva come un monaco, si sentiva tale, motivo per cui ha rinunciato a Jill. Questo fino a quando non ha parlato con il Dalai Lama, che gli ha chiaramente detto: «Jeff, io sono un monaco. Tu non lo sei». Il vero problema di Jeff è ben spiegato dal saggio uomo. È lui stesso a frenarsi dall’avere una relazione e una propria famiglia, per via dell’abbandono di sua madre.

Jeff non voleva legarsi per paura di essere lasciato. Ma non è possibile controllare il futuro, e bisogna essere consapevoli che la felicità non dura per sempre. È importante afferrare quanti più momenti possiamo per averla, essendo consapevoli che questa prima o poi sparirà e arriverà il dolore. Non è una visione pessimista, ma reale. Niente dura per sempre, e una volta accettata questa consapevolezza, siamo più propensi ad accogliere qualunque possibilità di felicità ci capiti.

Il flashback si conclude con un ritorno alla realtà d’impatto. Passiamo dal momento del matrimonio in cui Jeff deve rispondere alla consueta domanda, al momento in cui nel presente deve rispondere alla domanda di Jill, che gli chiede se incolpa lei per la morte del figlio. La risposta è la stessa per entrambe le domande: . È la prima volta che Jeff lo ammette. E questo, al contrario di quel che ci si aspetta, porta serenità nel rapporto complicato dei due ex coniugi.

Kidding

Come detto, il tempo ha un ruolo fondamentale in questo episodio di Kidding. Attraverso il suo Parla con Mr. Pickles, Jeff chiede a chiunque lo ascolti di portare gli orologi un’ora indietro, e di usare quell’ora per passarla con la propria famiglia. Vediamo Deirdre, sola, che è pronta a veder partire Lontra-Nauta nello spazio. È felice di essere riuscita a realizzare questo sogno, ma non ha nessuno con cui condividere questa felicità.

Jill chiede a Jeff di passare quell’ora con lei e Will per conoscere la donna che ha il cuore di Phil.

Jill non voleva intromettersi nella vita delle persone che hanno gli organi del figlio, ma il cuore è diverso. Vanno alla maratona dove la donna sta correndo. 1597 è il numero scritto sulla fascia che indossa la maratoneta e 1597 è l’ultima sequenza di numeri di Will.

Con questa sequenza si chiude il cerchio di Kidding.

E una volta chiuso il cerchio, si dovrebbe riuscire a tornare indietro nel tempo. In un certo senso, succede.

Kidding

Jeff e Jill ascoltano il cuore della donna, e in sintonia al battito del cuore i due ripercorrono il passato, dall’incidente fino all’ecografia dei due gemelli. Ripercorrono all’indietro tutti i momenti felici, e il tempo si ferma intorno a loro. Un ultimo sguardo sereno tra Jill e Jeff.

Will ce l’ha fatta.

Leggi anche: Kidding 2×09 – «Tu sei la mia famiglia. E io sono qui per proteggerti»

Written by Dorotea La Donna

Vivo la mia vita un quarto di citazione filmica alla volta

vikings

Le 10 storyline più piatte nella storia delle Serie Tv

Charlie Brooker, non mollare: abbiamo bisogno di Black Mirror più che mai