in

10 donne delle Serie Tv che si sarebbero innamorate di Ted Mosby

How I met your mother
How I met your mother

Ted Mosby è il romantico per eccellenza. Forse un po’ troppo fissato con il matrimonio, ma nessuno è perfetto. In ogni caso, ha fatto innamorare di sé donne stupende: da Victoria a Stella a Zoey, per citare solo le più importanti. Senza naturalmente dimenticare Tracy (la Madre della storia) e l’antiromantica per eccellenza, il vero maschiaccio (altro che la Jo March di Piccole donne), Robin Scherbatsky.

Ma cosa sarebbe successo se Ted fosse vissuto in un’altra serie? O se le protagoniste di altre serie fossero capitate al MacLaren’s?

Qualcuna di loro avrebbe potuto innamorarsi di Ted? Magari poi sarebbe finita, perché lo sappiamo chi doveva sposare (ci abbiamo messo OTTO stagioni a scoprirlo, ma lo sappiamo!), ma chi avrebbe potuto innamorarsi del ragazzo della porta accanto?

 

LORELAI GILMORE (UNA MAMMA PER AMICA)

Lorelai Gilmore
Lorelai Gilmore

No, non fate quella faccia. Lorelai appartiene a Luke, lo sappiamo tutti, sono anime gemelle. Eppure, lei e Ted sarebbero stati una coppia carina, almeno per un po’. Lei forse l’avrebbe fatto stare un po’ zitto, infilando le sue chiacchiere improbabili tra quelle di lui, e lui avrebbe amato Rory, così come ha amato la figlia di Stella, e avrebbe fatto il grande gesto che Lorelai per un po’ ha voluto. Vi ricordate quando il suo primo fidanzato ufficiale nella serie, il professor Max Medina, le ha fatto la proposta di matrimonio con mille margherite gialle? Ecco, mi viene facile immaginarmi Ted che fa lo stesso. E che poi viene mollato all’altare. Di nuovo. Lorelai avrebbe potuto essere un’altra Stella, ma sicuramente sarebbe stata amatissima dal gruppo. E lei sicuro che Star War lo conosce!

Written by Olimpia Petruzzella

Tra un'indagine con Sherlock Holmes e un viaggio e l'altro col Dottore, sono anche riuscita a laurearmi in Archeologia (River, grazie ancora per quella dritta... e per avermi presentato Euripide!) e fare un master in sceneggiatura alla Silvio D'Amico. Perché siamo tutti storie, alla fine. Ed è meglio farne una buona, no?

Ciak si gira: partono le riprese di Game of Thrones 7

Walter White e Gustavo Fring, l’originalità del male