Vai al contenuto
Home » Ginny & Georgia » Gilmore Girls, la madre. Ginny & Georgia, la figlia

Gilmore Girls, la madre. Ginny & Georgia, la figlia

Attenzione: evita la lettura se non vuoi imbatterti in spoiler su Ginny e Georgia e Gilmore Girls

Gilmore Girls, serie iconica per chiunque sia cresciuto negli anni 2000, ha spianato la strada a molte altre serie sul tema del rapporto madre-figlia. Tra le altre cose, infatti, Gilmore Girls ci ha lasciato una storia d’amore genitoriale idilliaca che, con i suoi alti e bassi, ha fatto sognare tante donne. Il travagliato rapporto tra Lorelai e Rory sembra aver assunto, nel tempo, un ruolo differente rispetto a quello che aveva all’inizio e si è in qualche modo innalzato a maestro per molti altri dopo. Ginny & Georgia è forse uno degli esempi più lampanti: con le dovute differenze, dovute soprattutto ad una narrazione basata su un pubblico diverso, la serie prodotta da Netflix sembra seguire le orme di Gilmore Girls, reinterpretandola secondo i dettami di una nuova generazione. Se Gilmore Girls si rivolgeva ad un pubblico meno informato, più appassionato e sicuramente meno connesso, Ginny & Georgia deve fare i conti con la Generazione Z, molto più abituata a serie impegnate anche a livello sociale. Ginny & Georgia, infatti, differisce da Gilmore Girls in un’unica grande cosa: il tema generazionale. Nonostante le differenze tra le due serie esistano, sono molto di più le similitudini, dovute probabilmente ad una sorta di omaggio che Ginny & Georgia cerca di fare a Gilmore Girls, riprendendo i suoi temi principali e rendendoli attuali e più comprensibili a dei nuovi spettatori.

Così team Logan e team Jess diventano facilmente team Hunter e team Marcus; se Rory viveva la sua adolescenza rifugiandosi nei libri e combattendo contro una madre ostinata e tenace, Ginny affronta un problema diverso e più complesso di autolesionismo e combatte contro una madre piuttosto pericolosa, oltre che scaltra. Già da questo primo esempio è facile notare come la base del tema sia la medesima, una madre caratterialmente forte e una figlia che deve affrontare le conseguenze di uno scontro con essa. E sempre da questo primissimo esempio si nota come, seppur partendo dallo stesso tema, le due serie affrontano il tutto in maniera differente; il problema che affronta Rory in Gilmore Girls sembra meno importante e in Ginny & Georgia assume un carattere molto più imponente a livello psicologico. Ovviamente le similitudini tra le due serie non si limitano alla figura della figlia ma si ampliano e si evolvono anche rispetto al ruolo della madre. Sicuramente Lorelai, almeno a primo impatto, poteva sembrare la mamma che tutti volevano, premurosa, amichevole con tutti, ha un buon rapporto con la figlia di cui è anche confidente. Ma addentrandosi in Gilmore Girls sappiamo che ci si addentra anche nei difetti che Lorelai ha e che, fortunatamente, la rendono umana e molto meno perfetta. Tutto questo in Ginny & Georgia sembra essere esasperato e portato da subito sulla scena, per evitare di incorrere nello stesso errore commesso con Lorelai; Georgia è spietata, diretta e molto forte e allo stesso tempo molto dolce con i suoi figli. Ha un rapporto particolare con Ginny in quanto le due sembrano essere cresciute insieme (anche questo tema ci sembra di riconoscerlo) ma hanno anche un rapporto molto conflittuale che non nasconde le proprie imperfezioni.

Insomma, la conflittualità che è tipica del rapporto madre-figlia è qualcosa che in entrambe le serie viene sviluppata al meglio, ognuna con le proprie prerogative ed ognuna con il suo modo di essere. Se in Gilmore Girls il tema centrale era la positività di questo rapporto, spesso quasi forzatamente idilliaco e perfetto, in Ginny & Georgia si punta di più sul realismo e si affronta in maniera più diretta anche attraverso lo scontro. Scontro che diventa il più delle volte una vera e propria faida, alimentata da vicende personali anche gravi che vanno a delinearsi attraverso problematiche sociali importanti. Ginny non è un’adolescente qualunque che ha problemi di cuore, ma è una ragazza turbata da vari comportamenti della madre e che per molto tempo si è raccontata la favola del rapporto perfetto (come se fosse davvero cresciuta guardando Gilmore Girls) e solo ora che si addentra nell’età adulta comincia a comprendere molte cose che la spaventano. Georgia, d’altro canto, è una donna che è dovuta diventare come è a causa di vicende del passato che le hanno insegnato a cavarsela da sola, anzi da sola con Ginny. Le due non si limitano quindi ad essere madre e figlia ma, esattamente come in Gilmore Girls, portano avanti ognuna la propria individualità per poi farla scontrare con quella dell’altra.

Rory dava meno problemi. Ammettiamolo: in fondo la piccola Gilmore peccava solo di non saper scegliere i propri compagni e forse aveva qualche problema di socialità che colmava con la lettura e con le abbuffate sul divano insieme alla madre di fronte ad un film. Insomma, se in Gilmore Girls molti dei temi vertevano intorno all’amore corrisposto e non, in Ginny e Georgia c’è tutto questo ma c’è anche molto di più. La colpa non è certo di Gilmore Girls, la quale è semplicemente figlia dei suoi tempi (tempi in cui le serie più popolari erano quelle teen, in cui o c’era un adolescente turbato oppure nessuno la guardava). Ginny & Georgia, come si accennava prima, riesce a prendere la base di Gilmore Girls e a renderla nuova, più fresca, più complessa e soprattutto più moderna. Esattamente come farebbe un erede, Ginny & Georgia impara dal maestro, assimila tutto ciò che le può essere utile e lo mette in atto a suo modo, cercando di renderlo proprio. Così Georgia impara da Lorelai che fare la madre a 16 anni, sola e senza alcun appoggio, è un lavoraccio e che è normale che il carattere si indurisca a causa di una cosa del genere. Georgia lo impara e ne trae spunto, vivendolo però in un modo tutto suo, molto più crudo, molto più forte e molto più scaltro. E Ginny impara da Rory ad essera un adolescente costretta a confrontarsi con una madre simile a lei e allo stesso tempo così diversa. Ginny lo apprende e lo mette in atto rileggendolo in chiave Gen Z.  

Tirando le somme: le due serie sono senza dubbio legate tra loro da un indissolubile rapporto di confidenza rispetto ai temi affrontati. Abbiamo appurato che sono una l’erede dell’altra e che l’una probabilmente sarebbe stata molto diversa senza l’altra. Tra le molte similitudini che fanno pensare ad una cosa del genere ci sono anche alcune piccole differenze che rendono sia Gilmore Girls sia Ginny & Georgia, ognuna unica ed originale. La più grande differenza che però ci porta a ragionare sulle due serie in parallelo è la differenza di generazione che, come accennato poco fa, cambia in modo palese rispetto all’una e all’altra. Il linguaggio che Ginny & Georgia decide di adottare è sicuramente molto più schietto e mirato al dialogo con una generazione di adolescenti molto più digitalizzata e molto più sensibile a determinati temi rispetto a quella di Gilmore Girls. Il linguaggio di Gilmore Girls, infatti, potrebbe sembrare oggi più frivolo ma il problema in questione non è la leggerezza quanto il motivo per cui quella leggerezza veniva applicata. Le due serie si basano entrambe sul complicato e controverso rapporto che può esistere tra una madre e una figlia, ma una (la più anziana) mette in scena un sogno quasi irrealizzabile, un ideale di relazione fuori dal comune; la seconda, la più giovane, racconta di come il rapporto madre-figlia possa sembrare facile da portare avanti ma che in realtà è qualcosa che va coltivato attraverso lo scontro, il pericolo e le contraddizioni.