Vai al contenuto
Home » Film » 10 film fallimentari che hanno macchiato la carriera di un grande attore

10 film fallimentari che hanno macchiato la carriera di un grande attore

johnny depp

Esistono tantissimi casi di insuccessi cinematografici che, nonostante la presenza di un grande attore o di una grande attrice nel proprio cast, hanno toppato clamorosamente, spesso addirittura scatenando polemiche e facendo mettere in dubbio dai fan la carriera di lui o di lei. In questa lista trovate diversi esempi che abbiamo selezionato perché ci hanno veramente messo in imbarazzo per loro; a partire da casi in cui tutto ciò che viene da chiedersi è se realmente ce ne fosse bisogno, (vero, Johnny Depp?) fino ad arrivare a qualche esempio di attore recidivo di cui forse si farebbe prima a contare i film riusciti rispetto a quelli fallimentari, che dunque non può non essere citato, e per il quale abbiamo selezionato solo il peggio del peggio

1) Pluto Nash – Eddie Murphy

johnny depp

Pluto Nash rappresenta probabilmente il più grande flop della carriera di Eddie Murphy. La comicità è sicuramente un fattore molto soggettivo e di base anche molto esclusivo, se piace un certo tipo di comicità si tende ad escluderne a priori molti altri. In sostanza, Eddie Murphy può piacere o meno, ma rappresenta un vero e proprio monumento nel suo genere. La sua carriera però non è mai stata troppo continua in quanto a successi, soprattutto dopo questo enorme passo falso. Da Una poltrona per due in poi, lungo tutti gli anni ’80 e ’90 Murphy ha deliziato il suo pubblico con titoli come Beverly Hills Cop, Il principe cerca moglie, Il professore matto e Il dottor Dolittle, considerati per la maggiore dei veri e propri classici comedy. Nel 2002 esce Pluto Nash, il titolo incriminato, un film dotato di una improbabile trama in cui nel futuro la Luna viene colonizzata e diviene una sorta di nuovo selvaggio West, dove la cosa che conta più di tutte è il denaro. Murphy interpreta Pluto Nash, il proprietario di un locale molto in voga nel satellite lunare e che si trova a dover fronteggiare le minacce di un misterioso gangster di nome Mogan, intento ad acquistare il suo locale. Un gran bel mappazzone, per dirla alla Barbieri. La critica ha stroncato totalmente il film, che all’uscita aveva comunque registrato un record negativo negli incassi, e come se non bastasse la pellicola è stata candidata praticamente in tutte le categorie disponibili ai famigerati Razzie Awards, Murphy compreso. Da qui in poi comunque il buon Eddie è riuscito a tornare a discreti livelli, ma questa macchia non verrà mai cancellata.

2) Mortdecai – Johnny Depp

johnny depp

Johnny Depp è uno dei pochi attori che può vantare una carriera stellare e contemporaneamente pensare fra sé e sé “Mamma mia la monnezza che ho fatto!”. E si, perché nella sua variopinta collezione di maschere, il vecchio Johnny Depp può vantare interpretazioni cult come Edward mani di forbice, George Jung in Blow, Sweeney Todd, Willy Wonka e ovviamente Jack Sparrow, ma contestualmente è lo stesso piatto co-protagonista di The Tourist, il facilmente dimenticato Whitey Bulger (e che peccato!) di Black Mass e soprattutto il dimenticabilissimo Charlie in Mortdecai. Si tratta di una commedia in stile British che tratta delle avventure del mercante d’arte e truffatore Charlie Mortdecai alle prese con il furto di un dipinto di Goya. Le opinioni sul film in realtà sono molto contrastanti. Per molti il vero problema è in fase di sceneggiatura, colpevole di non essere riuscita a valorizzare le doti di mostri sacri come appunto Johnny Depp, Ewan McGregor e Gwyneth Paltrow, impresa realmente ardua da compiere. Per altri la recitazione di Johnny Depp è semplicemente stata sotto tono in questo progetto. Fatto sta che il film è stato un enorme buco nell’acqua. A livello economico si tratta del peggior risultato della carriera di Johnny Depp con una perdita di una dozzina di milioni, a livello critico bocciatura totale e anche qui candidatura ai Razzie Awards. Se Johnny Depp fa il Johnny Depp il risultato è quasi sempre fenomenale, questo è fuor dubbio, ma se c’è qualcuno che ne contesta le scelte artistiche forse non è proprio da biasimare

3) Battaglia per la Terra – John Travolta

johnny depp

Ne avevamo già parlato qui di questo tremendo insulto visivo, considerato dai più un affronto alla settima arte. Battaglia per la Terra, oltre a determinare il fallimento della propria casa di produzione rappresenta anche una indelebile macchia nella decennale carriera di John Travolta. Parliamoci chiaro, si potrebbe fare una classifica a parte ben più lunga e dispendiosa di questa lista sui peggiori film dell’attore statunitense, ma abbiamo deciso di inserire il suo nome proprio per ribadire il rumore fatto da questo enorme tonfo. La carriera di John Travolta era comunque in fase di netta ripresa, dopo la fama raggiunta negli anni ’70 con La febbre del sabato sera e Grease e nonostante lo stallo del decennio successivo, grazie alla sua partecipazione a Pulp Fiction, il cult tarantiniano per eccellenza, ma Battaglia per la Terra lo ha di nuovo fatto sbattere contro un grosso e spesso muro. Il film è ambientato nel 3000 e narra di una specie aliena, gli Psychlo, che ha da tempo conquistato la terra e alla cui guida c’è lo spietato Terl, interpretato appunto da Travolta. Questo film non ha veramente niente di buono. Dalla trama banale quanto confusionaria, ai costumi improponibili, più comici che altro, dalla recitazione alla regia, un vero disastro che ha portato la rivista Empire a posizionarlo al secondo posto, dietro solo ad un altro titolo (ovviamente) presente in questa lista, nella classifica dei 50 peggiori film di tutti i tempi votati dai lettori.

4) After Earth – Will Smith

johnny depp

Nel panorama degli attori più prolifici e amati dal grande pubblico generalista figura sicuramente il nome di Will Smith. Il fu Willy principe di Bel-Air ha acquisito sempre più fama negli anni ’90 in seguito alla sua partecipazione alla famosa sitcom, trasferendosi in pianta stabile sul grande schermo e partecipando a pellicole memorabili come la saga di Men in Black, Alì, Io sono leggenda e La ricerca della felicità, ricevendo anche importanti candidature. Tuttavia Will Smith in diverse fasi della sua carriera ha puntato principalmente sulla quantità che sulla qualità, scelta che ogni grande attore si ritrova a fare ad un certo punto della sua carriera, prendendosi il rischio di perdere in termini di credibilità. E After Earth è esattamente uno di quei titoli che farebbe perdere molta credibilità a chiunque. Diretto M. Night Shyamalan e interpretato da Smith e suo figlio Jaden (nuovamente insieme dopo il successo de La ricerca della felicità), il film parla della fuga del genere umano dalla Terra, ormai devastata da innumerevoli cataclismi, con l’obiettivo di colonizzare un nuovo pianeta al di fuori del sistema solare, ovvero Nova Prime. Tuttavia l’umanità dovrà scontrarsi con una pericolosa civiltà aliena. Lo stesso Will Smith ha dichiarato di essersi pentito di questa pellicola, ritenendola il più grosso fallimento della sua carriera. Fallimento su tutta la linea, costato centinaia di milioni ne ha incassati appena una trentina negli Stati Uniti ed è stato devastato dalla critica internazionale che lo ha definito, senza mezzi termini “spazzatura”.

5) Troy – Brad Pitt

johnny depp

Sbagliare è umano, e riconoscere le proprie colpe lo è ancora di più. Brad Pitt non ha mai nascosto la propria frustrazione nel ricordare la sua interpretazione in Troy. Il colossal diretto da Wolfgang Petersen è uno dei più chiacchierati casi mediatici legati al cinema del ventunesimo secolo. Il film era stato studiato per essere un enorme successo, per via del cast stellare a disposizione e soprattutto dell’importanza storica di ciò che si voleva raccontare, ovvero l’Iliade omerica, con particolare riferimento al mito di Achille, interpretato dallo stesso Pitt, il rapimento di Elena e soprattutto la leggendaria Guerra di Troia. Ciò che suscitò da subito lo sgomento della critica, e soprattutto degli storici, fu l’enorme quantità di differenze che il film aveva rispetto al poema, su tutte la totale assenza di elementi sovrannaturali (ma come diamine si fa??). Gli elementi discordanti sono tantissimi e questo è stato sicuramente il più grosso limite di questo film, che sarebbe dovuto essere strutturato in modo decisamente più articolato. Fatto sta che in questo caso la colpa di Brad Pitt è stata semplicemente quella di accettare il ruolo, nonostante abbia pubblicamente affermato di averlo fatto solo per motivi contrattuali. Ma ad ogni modo la leggendaria carriera dell’attore, che nel frattempo è riuscito ad aggiudicarsi un meritatissimo Oscar, resterà per sempre macchiata da questo piccolo (si fa per dire) incidente di percorso.

6) Waterworld – Kevin Costner

johnny depp

Anche in questo caso il fallimento del film ha determinato anche un enorme passo indietro nella carriera dell’attore in questione, ovvero Kevin Costner. Nonostante siano parecchi i suoi detrattori, che probabilmente non si stupiranno nel vederlo in questa lista, The Untouchables, JFK – Un caso ancora aperto e Balla coi lupi sono alcuni dei grandi titoli che vedono l’attore statunitense tra i protagonisti a cavallo tra gli anni ’80 e i primi anni ’90. Waterworld è ambientato in un futuro post-apocalittico in cui la terra è quasi totalmente sommersa dalle acque e i sopravvissuti vivono in città galleggianti sparse per il globo. Nel frattempo un mutante si aggira tra i mari per trovare i rari tratti in cui è rimasta terra abitabile. Lo stesso regista Kevin Reynolds considera un flop la pellicola, che a livello di vendite ha riscosso un buon successo, ma comunque non eccezionale se si considera che per realizzarlo furono spese ingenti somme di denaro. La critica sdegnò totalmente il film inquadrandolo come pessimo e valutando negativamente la performance dell’attore, che venne candidato ad un Razzie Award insieme a Dennis Hopper, con quest’ultimo che lo vinse nella categoria come peggior attore non protagonista. Questo film, come anticipato prima, rappresenta il picco più basso della carriera di Kevin Costner, che da li in poi faticò tantissimo a ritagliarsi buoni spot, soprattutto lungo il resto del decennio, al termine del quale vinse il Razzie Award come peggior attore degli ultimi 10 anni per colpa delle sue interpretazioni in Robin Hood, Wyatt Herp e soprattutto Waterworld.

7) La leggenda degli uomini straordinari – Sean Connery

johnny depp

Il compianto e leggendario Sir Sean Connery verrà per sempre ricordato per la sua lunga e positiva carriera. E’ stato il primo 007 del cinema, e nonostante il ruolo di James Bond sia sicuramente complesso da lasciarsi alle spalle, Connery vanta ruoli di successo come in Caccia a Ottobre Rosso, Indiana Jones e l’ultima crociata, Il nome della rosa e soprattutto The Untouchables, per il quale ha vinto il suo unico e meritatissimo Oscar. Eppure una macchia c’è anche nel curriculum di Sir Sean, eccome se c’è. E a farla stonare ancora di più è il fatto che si tratti dell’ultima interpretazione della sua carriera, risalente all’anno 2003, nel film La leggenda degli uomini straordinari, adattamento del fumetto omonimo (del titolo inglese), film ambientato in Inghilterra nel 1899 in un mondo minacciato dal Fantasma, un avido e misterioso criminale alla guida di una organizzazione terroristica che ha come scopo la conquista del mondo. La Corona per tutelarsi convoca Allan Quatermain, interpretato da Connery, con l’obiettivo di difendersi dalla minaccia. La critica ha ripudiato il film ritenendolo inconcludente, confusionario, nonostante la trama per quanto banale potesse essere gestita in modo più lineare ed efficace. Da qui in poi l’attore scozzese si è ritirato dalla recitazione, c’è chi pensa che fosse già nelle sue intenzioni da tempo e chi invece, più maliziosamente, da la colpa proprio a questo film.

8) Il tuo ultimo sguardo – Charlize Theron

johnny depp

La meravigliosa Charlize Theron vanta tre candidature ai premi Oscar condite da una vittoria, nel 2004 (prima candidatura), per il suo ruolo in Monster, e ben sei ai Golden Globe. Ma anche l’Imperatrice Furiosa di Mad Max ha i suoi scheletri nell’armadio. Visto da fuori Il tuo ultimo sguardo parrebbe un successo sicuro, con Sean Penn alla regia e il duo composto da Javier Bardem e la Theron a condurre la trama. Eppure, nonostante fosse addirittura in competizione a Cannes nel 2016 (dove effettivamente venne “accolto” tra i fischi), la critica bocciò questa pellicola in maniera totale. Le accuse maggiori furono rivolte al regista, per aver strumentalizzato in modo plateale uno scenario fin troppo drammatico, nel tentativo di far risaltare al meglio l’interpretazione dei due protagonisti. La trama è incentrata sull’amore impossibile tra la direttrice di una ONG e un chirurgo volontario, in un viaggio tra i paesi devastati dalla guerra e con ideologie fortemente contrastanti sul come gestire tale difficile situazione. Secondo la critica la performance della Theron in realtà sarebbe l’unica cosa da salvare, ma l’estremo tentativo di sopraelevarne il ruolo (anche più che nel caso di Bardem) mette in difficoltà la coralità del film e contribuisce a mandare tutti i buoni propositi di scrittura a farsi benedire.

9) Catwoman – Halle Barry

johnny depp

Halle Berry è decisamente un’icona di Hollywood. Ha interpretato il ruolo di Tempesta nella saga di X-Men, ha vinto un premio Oscar per il suo ruolo in Monster’s Ball – L’ombra della vita, e ha ottenuto ruoli che hanno fatto di lei una delle attrici più promettenti dell’inizio del ventunesimo secolo. Fino ad arrivare al 2004, anno della sua sua catastrofica partecipazione al film Catwoman di Pitof. Un ruolo come quello di Catwoman è sicuramente una possibile svolta nella carriera di un’attrice, ma nessuno si sarebbe mai immaginato che potesse essere così negativo. Il film venne completamente stroncato dalla critica che lo definì un thriller a dir poco ridicolo, portandolo ad essere considerato tutt’oggi come uno dei peggiori mai realizzati. La performance della Barry non fu sufficiente per reggere in solitaria il film, e fu anch’essa aspramente criticata. Così, dopo tre anni dalla vittoria del suo primo ed unico Oscar, l’attrice si ritrovò ad un’altra premiazione decisamente più indegna, quella come peggior attrice ai soliti Razzie Awards, toccando il punto più basso della sua carriera, dal quale successivamente non è più riuscita a rialzarsi in modo convincente, dimostrando che, soprattutto se si è in rampa di lancio, le scelte vanno sempre ben calibrate

10) Batman & Robin – George Clooney

Johnny Depp

Immancabile in questa lista, il più scontato di tutti, ricordato principalmente per i capezzoli in vista nei costumi (che è uno dei tantissimi motivi per cui questo film è imbarazzante). La critica ha definito Batman & Robin del 1997 la trasposizione di Batman peggiore di sempre, nonché uno tra i più brutti film di tutti i tempi, il peggiore secondo la rivista Empire. Le pesanti critiche sono dovute soprattutto all’approccio comico dato alla storia e al personaggio interpretato da Clooney, che di fatto è colpevole di aver ucciso la credibilità del supereroe. Sotto l’occhio del ciclone sono finite anche regia e sceneggiatura, già mediocri di per sé e in più vittime dell’ingente ed eccessivo uso di effetti speciali. Un altro aspetto fortemente criticato, come anticipato, è quello dei costumi, che rappresenta una grossa parte dei riferimenti comici del film. Insomma, niente di questa pellicola è stato salvato, portando a pensare che addirittura l’intero universo Batman fosse stato messo in pericolo, fino alla rinascita della saga per mano di (san) Christopher Nolan nel 2005. La carriera di George Clooney ha subito un forte scossone, parzialmente risolto nel 2006 grazie alla sua interpretazione in Syriana, valsagli un Oscar come miglior attore non protagonista. Tuttavia ancora oggi il suo ruolo in Batman & Robin è ricordato ironicamente dai fan, che difficilmente si dimenticano di certe pessime figure, e se il buon nome di Clooney non è considerato ai livelli di altre stelle della sua generazione (si vedano i vari Brad Pitt e Johnny Depp, per esempio), una delle maggiori cause è proprio questa.

Esistono veramente tanti, tantissimi esempi di film che hanno rovinato il curriculum di pluripremiati attori ed attrici di fama mondiale, per alcuni bisogna scavare molto a fondo, proprio perché da molti non ci si aspettano frenate come queste. E secondo voi, quali sono gli altri film che potrebbero tranquillamente stare in questa lista?

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv!