in

La classifica dei 5 peggiori personaggi di Dragon Ball Z

Molti di noi sono cresciuti con la saga di Dragon Ball. Eravamo bambini e adolescenti quando Goku si allenava insieme a Crillin sotto la guida del Maestro Muten. Non era ancora a conoscenza della sua vera natura e di quale sarebbe stato il suo destino nell’età adulta. Il suo seguito, Dragon Ball Z, ha reso straordinaria la storia che già avevamo imparato ad amare (qui per conoscere le scene più belle dell’anime).

Dragon ball z, Giorgio Vanni

Oggi però abbiamo deciso di rispolverare questo bellissimo anime con altri occhi.

Abbiamo amato tantissimo ogni personaggio in Dragon Ball Z, ma a pensarci bene alcuni potevano fare molto di più.

Così la domanda sorge spontanea: quali sono stati in assoluto i peggiori?

Questa è una domanda molto difficile a cui dare una risposta, per svariati motivi. Primo fra tutti il fatto che ogni personaggio in Dragon Ball Z è potenzialmente ben inserito nella trama e ha una sua ragione di esistere. In secundis, perché andremo a toccare le corde della vostra sensibilità e questo, lo sappiamo, può essere destabilizzante.

Ci teniamo quindi a specificare che questa classifica è del tutto soggettiva, e non giudica i personaggi sulla base di criteri tecnici. I parametri che andremo a valutare saranno differenti tra loro: l’utilità nel contesto narrativo, la costruzione del personaggio, il confronto con i diversi personaggi e tanti altri. Siete pronti? Cominciamo.

5) Guldo

La squadra Ginew già di suo è un elemento dimenticabile in Dragon Ball Z, e rientra a tutti gli effetti tra quei villain di contorno, poco caratteristici. Tuttavia, a differenza di Guldo, gli altri membri del team avevano delle peculiarità interessanti che, per un breve lasso di tempo, hanno creato non pochi problemi ai nostri protagonisti.

Tanto per cominciare erano tutti più forti di lui, inoltre erano tutti ben inseriti nelle scene di azione all’interno degli episodi. Citiamo ad esempio Burter che aveva nella super velocità la sua caratteristica principale. Oppure Ginew, il capo del team, il quale era in grado di scambiare il suo corpo con quello di un’altra persona.

Guldo era capace di sfruttare una debolissima manipolazione temporale, con la quale poteva schivare gli attacchi nemici. Tuttavia, al contrario degli altri membri, viene ucciso immediatamente, senza una chiara spiegazione del suo ruolo in quella squadra.

4) Yamcha

A malincuore abbiamo inserito questo nome in classifica, non senza riserve. Yamcha in Dragon Ball era uno dei personaggi più amati, meglio caratterizzati e anche importanti dell’intera saga. La sua parabola discendente si compie in Dragon Ball Z in cui si trova a dover vivere in un mondo ormai troppo lontano dalle sue capacità.

Questo lo rende anche peggio di un semplice personaggio di contorno. A livello emotivo non riesce a trasmettere le stesse emozioni di un Crillin e serve solo per fare “ambiente”. Il suo personaggio si è totalmente ridimensionato rispetto a Dragon Ball, cosa che per Crillin o Tensing, per esempio, non è accaduta.

Parliamo di un personaggio che tenta di fare qualcosa sia contro gli alieni di Nappa, sia contro C-19, ma in maniera del tutto superflua, sbrigativa e priva di qualsiasi importanza, sia per la storia principale sia per gli spettatori.

3) Chichi

Dragon ball Z

Sebbene siano la minoranza, esistono vari personaggi femminili in Dragon Ball Z. Bulma, ad esempio, è estremamente importante e narrativamente ben collegata fin da Dragon Ball.

Anche Chichi esiste da quando Goku era piccolo, e sarà proprio in quell’occasione che i due si innamoreranno, finendo poi per stare insieme per il resto della loro vita. Tuttavia Chichi è un personaggio in tutto e per tutto negativo per questo universo. Non strappa mai un sorriso, non aggiunge mai nulla alla trama e, nella sua caratterizzazione, ci appare semplicemente come una persona insopportabile.

Chichi rappresenta la normalità, il desiderio di una quotidianità reale, in un mondo che di normale non ha nulla. Togliendo il fatto che è la madre di Gohan e Goten, parla solo di cibo, studio e faccende domestiche.

Si potrebbe dire che rappresenta il nesso che permette a Gohan di sviluppare la sua passione per lo studio e il desiderio di una vita normale, o anche per l’amore di Goku verso la famiglia, per la quale farebbe di tutto. Ma sono argomenti a favore di Chichi molto forzati e tirati. Goku è di per sé un personaggio buono che ama i propri amici e il proprio mondo e Gohan un bambino che fin da piccolo ha mostrato passioni diverse dal desiderio di combattere.

2) Androide 19

Dragon ball Z

Nella saga degli androidi in Dragon Ball Z, tutti i villain sono più o meno caratterizzati ed hanno un loro specifico ruolo nella trama. Ricordiamo i commoventi momenti di C 16, ma anche la storia di C 17 e C 18 e del loro cambiamento da umani ad androidi. Oltre al fatto che rappresentano dei vettori fondamentali per l’arrivo in campo di Cell.

C 19 sebbene diventi molto forte dopo aver assorbito l’energia di Goku, non sembra avere nessuna capacità particolare, è un cyborg di vecchia generazione, anche piuttosto stupido. Al contrario degli altri, inoltre, non si sa nulla sul suo passato.

Un personaggio che dovrebbe essere il braccio destro del dottor gelo, villain principale della saga, è singolare che venga trattato in maniera così superficiale e anche poco concreta ai fini del contesto narrativo.

1) Darbula

Dragon ball Z

Un personaggio davvero tanto figo esteticamente quanto inconsistente nella trama di Dragon Ball Z. Il rapporto banalità e peso del personaggio è il più debole della saga. Con Darbula superiamo di gran lunga tutti gli altri personaggi della serie animata, sia principali che secondari.

Per chi non lo ricordasse, Darbula è il re degli inferi, e fa la sua prima apparizione nella saga di Majin Bu, accanto al mago Babidi. Ci viene fatto sapere che il personaggio è stato soggiogato dal mago per servirlo.

A differenza di tutti gli altri villain, persino di Guldo e C 19, non ha nessuna caratteristica principale. Sappiamo pochissimo su di lui e nella trama dura meno di niente. Non rappresenta nessun pretesto narrativo e sembra essere messo lì solo per fare numero, senza nessuna motivazione concreta.

Inoltre, dato che parliamo del re degli inferi, ci si aspetterebbe qualcosa di eclatante, visto anche il suo aspetto fisico, cosa che non avviene minimamente. L’unica sua azione degna di nota è l’omicidio di Kibith, un altro personaggio relativamente marginale nell’universo di Dragon Ball Z.

Leggi anche – Dragon Ball: i 15 momenti più commoventi

Scritto da Enrico Zicari

Non ho nulla di figo e accattivante da scrivere. Sarebbe anche inutile visto e considerato che nessuno legge mai chi scrive gli articoli. Ad ogni modo se vi piacciono le mie idee, seguitemi. Senza giri di parole, qui si parla di serie tv, sintonizzatevi e gustatevi il risultato.

Breaking Bad

Breaking Bad: una teoria ipotizza che il tumore di Walt sia stato provocato da Skyler

kat dennings

7 curiosità su Kat Dennings, l’esplosiva protagonista di 2 Broke Girls