in

Le 5 regole d’oro che Doctor Who deve assolutamente rispettare per tornare quella di una volta

È difficile liberarsi delle sensazioni provate durante la visione di un episodio di Doctor Who. Ed è altrettanto difficile identificarle tutte. Le avventure che abbiamo vissuto con il Dottore e i suoi compagni sono diventate le nostre avventure e le nostre battaglie, così come nostri sono diventati i valori e gli insegnamenti di questo mad man with a blue box. Eppure i tempi passano, le cose cambiano e, per alcuni di noi, ciò che prima era entusiasmante adesso non lo è. Non riconosciamo più le potenzialità di una storia che prima sapeva essere semplice ma anche solenne, gioiosa e allo stesso tempo dolorosa. Tutto in queste ultime due stagioni, salvo la felice e soddisfacente scelta di rendere il Dottore una donna, sembra riciclare il passato nel modo più monotono.

Siamo delusi perché pensavamo che una serie tv come questa avrebbe continuato a suscitare il nostro interesse. In fin dei conti Doctor Who è sopravvissuto a decenni di storia della televisione rivelandosi capace di attrarre le menti di qualsiasi generazione. Probabilmente ci sbagliavamo, anche se, forse, seguendo queste 5 regole potrebbe tornare il nostro amato telefilm di un tempo.

1) Rinnovare Doctor Who, ma con giudizio

Doctor Who 12

Era ora che il Dottore fosse una donna. Dimentichiamoci della tradizione e gettiamo nel cestino tutte quelle idee secondo cui il Dottore sarebbe dovuto essere un uomo perché per decenni siamo stati abituati a vederlo tale. No. Il Dottore è camaleontico e può rigenerarsi in qualsiasi essere vivente. Proprio per questo motivo la scelta di renderlo una donna si presentava tra le migliori idee mai avute. Allora perché, nonostante sia interpretato anche dalla splendida e brava Jodie Whittaker (che sembra lascerà presto il cast) spesso l’interesse nei suoi confronti finisce sotto terra?

Ebbene, una risposta c’è e risiede nel fatto che il Dottore di Jodie non appaia per nulla nuovo. Non è genuino né tantomeno profondo ma è malamente costruito sull’ombra lasciata dal Decimo e dall’Undicesimo. Certo, non possiamo negare che sia sempre difficile cercare di affezionarsi al nuovo volto o al nuovo carattere del Dottore. In effetti, come Clara, provavamo diffidenza guardando proprio il volto del Dodicesimo. Eppure, puntata dopo puntata lo abbiamo amato perché abbiamo capito che, pur essendo diverso dai suoi sé passati, lui era una parte ancora nascosta del Dottore che dovevamo scoprire. Il Tredicesimo non lo è, è una copia che ancora risulta difficile inquadrare sebbene le basi per la resa di uno splendido personaggio fossero state poste all’inizio.

Written by Anastasia Gervasi

Amo leggere e, anche se sono consapevole di non poter superare il record di libri letti da Rory Gilmore (qualcuno può?), sono certa di aver visto più serie tv di lei. Sin da bambina ho sempre amato le storie (okay forse quelle horror un po' meno) e ho sempre voluto parlarne, specialmente dopo averle conosciute grazie a serie tv avvincenti e ricche di feels e angst. Sono cresciuta con i telefilm di Buffy e FRIENDS e ho capito che, come gli amici di tutti i giorni, anche loro sono dei buoni compagni di vita. Ho incontrato personaggi che mi hanno ispirata e mi hanno spinta a migliorare come persona, trasmettendomi anche una carica di adrenalina pazzesca. Sono storie che ti portano ad imboccare una strada, in parte, ancora sconosciuta. Io spero che la mia sia tanto bella, avvincente e avventurosa quanto quella delle mille storie che ho letto e visto in questi anni. Per il resto mi affiderò al Carpe diem di Orazio.

How I met your mother

5 attori delle Serie Tv che sono dei papà modello

rami malek

10 attori delle Serie Tv con una partner nettamente più giovane