in

Blood Drive: quando la fantascienza incontra lo splatter

Blood Drive

Blood Drive, sangue e pazzia per una nuova Serie Tv targata SyFy

Blood Drive


Approda su SyFy una nuova Serie Tv completamente fuori dagli schemi, un vero e proprio film di serie B a puntate di puro delirio. Blood Drive è ideata da James Roland, con protagonisti Alan Ritchson (Blue Mountain State, Hunger Games ecc), Christina Ochoa (Animal Kingdom) e Colin Cunningham (Falling Skyes), ambientata in un futuro distopico un po’ degenerato. Finora sono andati in onda 2 episodi e la prima Serie ne comprende in totale 13.

Ci troviamo in una Los Angeles dove il cambiamento climatico ha portato la temperatura a 46°C all’ombra, l’acqua scarseggia tanto quanto il petrolio e il crimine imperversa a tal punto che solo la peggiore violenza è punita. Inoltre, c’è un gruppo di pazzoidi guidati dall’eccentrico Slink (Cunnigham) che organizza periodicamente la Blood Drive: una pericolosa corsa automobilistica a eliminazione che mette in palio 10 milioni di dollari per il vincitore e la morte per tutti quelli che perdono.Blood Drive

Arthur Bailey (Ritchson), l’ultimo poliziotto buono in un’orda di funzionari corrotti, scopre l’esistenza di questa corsa illegale di automobili e cerca di fermarla inutilmente, trovandosi poi costretto a parteciparvi. Arthur cerca quindi di sopravvivere a una competizione il cui maestro di cerimonie è un incubo vaudevilliano e i conducenti sono assassini deviati che alimentano le auto con sangue umano. In suo aiuto, accorre riluttante una femme fatale di nome Grace (Ochoa), che si vede costretta ad averlo come suo co-pilota.

L’atmosfera surreale da (volutamente) film di seconda categoria che richiama gli anni 70′ delle Grindhouse, dove l’importante era mettere in scena situazioni assurde, sangue a secchiate e tanto sesso, ci regala uno show divertente e completamente fuori di testa.

Non è da prendere sul serio, in quanto Blood Drive si può definire una sorta di mix tra Mad Max, Fast&Furious e La macchina Infernale.

E ovviamente secchiate di sangue alla Tarantino.

Blood Drive

Le qualità di Blood Drive sono totalmente fuori di testa, ci sono dialoghi pacchiani e sceneggiature piene di frasi a effetto, per non parlare della trama a caso per giustificare qualsiasi strampalata idea gore.

È una tipologia di spettacolo che può piacere per il suo totale nosense, oppure non affascinare per niente. Per dire, se siete “fan” di film quali Sharknado, allora Blood Drive fa per voi. È un prodotto creato apposta per essere brutto, pieno di violenza, mal recitato e pieno di scuse per aumentare la mole di gore, splatter e chi ne ha più ne metta.

Ad esempio, nella Serie c’è la regola non scritta per la quale le vittime vanno maciullate vive nelle macchine, non si sa per quale motivo valido. Oppure, la scena di sesso tra Arthur e Grace nell’auto che sfreccia dritta sull’asfalto, perchè Grace ha legato il volante con una sua maglietta.

L’unica reazione all’intero pilot è: WHAT THE FUCK?! Ed è bello per questo. 

Leggi anche: Perchè dovreste guardare The Expanse

Written by Sara Marzocchi

Mi sono immaginata in molti universi, ho vissuto storie diverse in differenti epoche. Quel piccolo tasto chiamato play è in realtà il mio armadio per Narnia, il mio biglietto per Hogwarts, il mio Tesseract. Il mio passaporto telefilo non è mai abbastanza pieno, come non lo è neanche quello dei film e quello dei i libri. Insomma, potreste dedurre che mi piace la vita sedentaria, ed invece no. Sono una contraddizione vivente in cerca del suo punto d’equilibrio.

Adult Behavior

Adult Behavior, in arrivo la nuova Serie Tv di Shonda Rhimes e Allan Heinberg

Serie Tv

I 7 pilot più deludenti nella storia delle Serie Tv