in

10 motivi per amare Pepper di American Horror Story

pepper

Molti sono i personaggi dell’universo di American Horror Story di cui ci siamo innamorati. Di questi uno in particolare, comparendo per non moltissimi episodi e pronunciando forse meno di una decine di battute, è riuscito a garantirsi un posticino nel nostro cuore. Parliamo di Pepper.

Ognuno di noi ha dovuto fare i conti con il suo aspetto sicuramente sgraziato e una fama particolarmente pericolosa e mostruosa. Ammettiamolo, questo non ha certo reso semplice il compito di affezionarsi a lei. Eppure una volta conosciuta la sua vera storia e compresa la sua vera natura è stato impossibile non volerle bene profondamente.

Chi era in realtà Pepper e perché rimane un personaggio unico e meraviglioso di American Horror Story? Scopriamolo con questo articolo dedicato a lei e ai dieci motivi per amarla.

1) L’apparenza (ci) inganna

È nella prima puntata, sulla soglia di Briarcliff, che noi e Lana conosciamo Pepper. Nonostante le evidenti malformazioni, ci appare dolce e infantile mentre dona un fiore e invita la Winters a giocare. Ci sembra più o meno una bimba e pure Lana non può a far altro che provare un po’ di pena mista a tenerezza. Eppure Suor Eunice avverte di stare attenti a lei! In passato ha affogato il nipotino e poi gli ha tagliato le orecchie. Storciamo il naso, per il fatto raccapricciante e ne siamo sconvolti. Questo conferma la nostra idea iniziale su di lei: è un vero scherzo della natura. Pericolosa a dir poco e tanto ci basta.

Ci vorranno più di due anni e American Horror Story: Freak Show per scoprire quanto ci siamo sbagliati, nonostante in Asylum avessimo intuito che Pepper non fosse così malvagia come ce la volevano presentare. Anche solo per questo merita la nostra stima. Ogni spettatore deve le scuse a questo personaggio bollato negativamente sin dall’inizio. Non eravamo ancora a conoscenze delle ingiustizie che hanno costellato la sua vita e di cui ci occuperemo nei prossimi punti.

Written by Barbara Curti

Ho 31 anni e studio Lettere. Spero che prima o poi questa mia passione per le Serie Tv mi torni utile per il futuro: lasciate solo che alle prossime Olimpiadi venga riconosciuto il binge-watching come disciplina e per me sarà la svolta!!!

Per il resto, visto che non so cos'altro aggiungere.... AMMACCABANANE!

Will McAvoy

Will McAvoy, l’Enrico Mentana di The Newsroom

Serie Tv

10 Serie Tv da consigliare al tuo amore segreto