in ,

10 motivi per amare Westworld

Westworld

Il fatto che la HBO sia una garanzia nel produrre serie tv di qualità (a volte altissima), non solo da un punto di vista estetico e visivo, ma anche e soprattutto contenutistico è quasi un dato certo. E il “quasi” lo inserisco soltanto perchè comprendo che alcuni prodotti, per me elevatissimi, possono non essere apprezzati da tutti: “De gustibus” infatti, i gusti sono soggettivi e magari i dialoghi esistenzialisti e nichilisti di True Detective possono aver annoiato qualche spettatore già stanco e contorto sulla poltrona, ma può anche aver ammaliato appassionati di letteratura, di filosofia e del nichilismo di Nietzche. Il Trono di Spade può essere un altro prodotto validissimo senza ombra di dubbio a livello tecnico, ma che tuttora divide in più fazioni il pubblico in quanto al contenuto: sostanzialmente in chi preferisce non confondere il fascino medievale di certe atmosfere con elementi fantasy come draghi, streghe e profezie, da un lato, e in chi vede esaltato l’alone di mistero di un periodo così buio, ovviamente ripreso non storicamente ma esclusivamente a sfondo narrativo (nel senso che non siamo ovviamente nel nostro universo e non siamo, ad esempio, nell’800 ), con tematiche del tutto fiabesche e verosimili. Ebbene, vi ho fatto questi due esempi non solo perchè sono due serie tv della HBO che mi sono piaciute particolarmente (per GoT, fino ad ora), ma perché la serie di cui mi accingo a parlare è un misto di generi, è una di quelle esperienze di dubbia origine e fine, che non sai bene dove inserire e che finiscono per diventare parte fondante del vostro animo di “serie tv addicted”. Vi parlo di Westworld. Westworld, signore e signori, è una meraviglia visiva, è poesia parafrasata per dialoghi e monologhi, è una mistura tra realtà e dimensione onirica, è incertezza e per questo fonte di curiosità. Ma con calma, adesso vi do dei motivi per cui dovreste amare, e prima di tutto assaporare se non lo aveste ancora fatto, questa bellissima esperienza mistica che è Westworld.

1. Il Cast di Westworld

Il Cast di Westworld.
Il Cast di Westworld.

Forse uno dei punti più banali direste voi, ma per iniziare e parlare prima di tutto di qualcosa di concreto, basta dare un’occhiata al primo episodio per accorgerci del cast stellare di questa serie. Quest’ultimo, infatti, si compone di attori molto famosi, la maggior parte dei quali ha lavorato anni o addirittura decenni nel mondo del cinema, recitando in film divenuti cult. Primo fra tutti sicuramente Anthony Hopkins, che nella serie interpreta Robert Ford, un personaggio infinito, poi ne parlerò. L’attore conquistò un premio oscar nel ’92 per il film “Il silenzio degli Innocenti”, dove impersonava il famosissimo Dr. Hannibal Lecter. Gli altri attori di fama mondiale sono Evan Rachel Wood, conosciuta ai più per aver impersonato Lucy Carrigan in “Across the Universe”. Jeffrey Wright, che ha recitato in Hunger Games. Ben Barnes, l’ultimo Dorian Gray che ha conosciuto il grande schermo. E infine troviamo il fratello maggiore di Chris e Liam Hemsworth, cioè Luke Hemsworth. Ma non pensate che gli attori meno conosciuti non vi faranno emozionare, perchè ogni attore in Westworld il brivido è davvero facile grazie alla capacità attoriale di ognuno.

Written by Silvio Giovannini

Tenebroso ed esistenzialista, solare e giullaresco. Vivo la quotidianità come un pendolo che oscilla tra questi due estremi, tanto che l'epilogo di ogni mia esperienza pare un finale di stagione.

Pretty little liars

Quale personaggio di Pretty Little Liars sei?

westworld

Westworld è l’erede di Game of Thrones