in , ,

#VenerdìVintage – Innamorata follemente de Le Situazioni di Lui e Lei

Le Situazioni di Lui e Lei era un cult della programmazione serale di Mtv e da allora è diventato un must anche della nostra adolescenza.

Io sono da sempre cresciuta a pane e cartoni animati, passando dallo storico Bim Bum Bam a I Pomeriggi di Italia Uno fino agli anime trasmessi in prima serata su Mtv. Ed è proprio su questo canale che ho scoperto Le Situazioni di Lui e Lei. È bastato un solo episodio per farmi decidere che dovevo assolutamente recuperare la serie completa. Ancora oggi, nonostante siano passati anni, dichiaro di essere follemente innamorata de Le Situazioni di Lui e Lei. Ma scommetto di non essere la sola. La serie aveva la brillante capacità di combinare elementi comici ad altri estremamente drammatici. Riusciva a sdrammatizzare e allo stesso tempo commuovere lo spettatore nel giro di pochi minuti. Inoltre, devo ammettere che, riguardando questo anime ad anni di distanza, ho notato e compreso molte altre cose: sotto testi, lezioni di vita e soprattutto un’analisi accurata del comportamento umano. Mai fare il grave errore di sottovalutare gli anime e mai limitarsi a considerare gli shoujo (categoria in cui rientra Le Situazioni di Lui e Lei) delle banali storie d’amore. Sono veri e proprio romanzi di formazione.

L’unico inconveniente è che l’anime non ha mai avuto una conclusione: a causa di un diverbio tra l’autrice dell’opera, Masami Tsuda, e il regista, il progetto saltò e per sapere come si conclude la storia di Yukino e Arima bisogna leggere il manga. Un’esperienza che consiglio a prescindere perché permette ancor di più apprezzare la profondità della storia e soprattutto di approfondire l’evoluzione – evidente pagina dopo pagina – dei personaggi.

Per chi non ricordasse bene la trama ecco un piccolo riassunto.

le situazioni di lui e lei

Lei è Yukino Miyazawa: una studentessa modello, molto popolare e corteggiata. Una ragazza perfetta. Almeno, in apparenza. Quando torna a casa si trasforma in una sciatta scontrosa e pigra. Lui è Soichiro Arima: un ragazzo appena trasferitosi, affascinante, gentile e intelligente che in breve mette in ombra le capacità di Yukino. Ma in realtà è un ragazzo cinico e disilluso, che si porta dietro un bagaglio di traumi infantili dovuti agli abusi subiti dai genitori. È ossessionato dall’idea di non deludere i genitori adottivi. Tra i due nasce un’accesa rivalità che, da quando Arima scopre il segreto di Yukino, si trasforma in amicizia e poi in un sincero amore.

Oltre alla tematica amorosa, sicuramente molto presente e fulcro della storia, si fanno largo con preponderanza il tema estremamente pirandelliano della maschera e quello dell’invidia e della competizione. I due protagonisti adattano il loro modo di essere alle persone e alle circostanze di volta in volta differenti, plasmano la loro identità, carattere e gusti, in base a quello che non loro, ma gli altri vorrebbero vedere. È questa la chiave del successo: non essere se stessi e ricoprire un ruolo che sia accettabile dalla società. E la società in questa serie assume diversi aspetti: la società è l’ambiente scolastico in cui Miyazawa vuole primeggiare, ma la società sono anche i genitori adottivi di Soichiro che vuole a tutti i costi gratificare e pur di riuscire nel loro intento, Arima e Yukino sono pronti a tutto. Ed ecco che entra in gioco la competizione spietata che muove i due protagonisti e che all’occorrenza si accompagna all’invidia.

Entrambi sono molto egocentrici, si nutrono dell’ammirazione altrui, hanno bisogno delle attenzioni come dell’aria che respirano. E per questo, nel momento in cui vedono la propria figura ombrata dalla luce dell’avversario, sentono dentro ribollire la rabbia e l’insoddisfazione. Chi per un motivo chi per un altro fanno del giudizio degli altri la loro ragione di vita. Ma in questo modo dimenticano il proprio benessere.

Yukino e Arima sono l’uno lo specchio dell’altra e proprio attraverso questo scontro si rendono conto di quanto sia infelice la loro vita, deleteria e sfibrante soprattutto psicologicamente. Allora pian piano iniziano a far cadere la maschera della perfezione, con difficoltà, ma anche con soddisfazione.

È a questo punto però che i percorsi interiori dei due divergono profondamente.

Se Yukino mostra un cammino di crescita costruttivo e appagante, riuscendo così a intrecciare rapporti sinceri, lo svelamento di Arima porta con sé dolore e sofferenza. Per lui equivale a ricordare gli abusi subiti, a provare invidia per quello che non ha mai avuto né con i suoi genitori biologici né con quelli adottivi. Un percorso che sconfina nella depressione e nel disturbo da stress post traumatico. La sfera della salute mentale viene trattata con grande attenzione nel manga. Ma non temete: l’opera cartacea prosegue finché i protagonisti non raggiungono l’età adulta e nel corso delle pagine vediamo la loro forza e grazie all’intimità conquistata, questa fornirà loro uno sprone e un sostegno per superare le difficoltà.

Le Situazioni di Lui e Lei è un viaggio nella mente e nell’animo umano, un’analisi realistica della società e dei comportamenti che assumiamo per adattarci a standard (auto)imposti. Ma anche una celebrazione delle tante sfumature dell’amore e delle relazioni che, se sincere, possono davvero salvarci la vita.

LEGGI ANCHE – Le Situazioni di Lui e Lei: e altre migliori serie animate che trovate su Amazon Prime Video

Scritto da Carolina Avagliano

Ogni giorno mi rifugio in mondi sconosciuti così, episodio dopo episodio e pagina dopo pagina, i colori di quegli universi e di quelle storie inondano le mie giornate.

La Casa de Papel

#VenerdìVintage – The OC: Oliver, il personaggio che ci ha insegnato ad odiare

Ally McBeal

#Venerdì Vintage – 10 cose a cui ho pensato dopo aver rivisto l prima puntata di Ally McBeal a distanza di anni