in , ,

#VenerdìVintage – Perchè dovreste guardare Band of Brothers

Band of Brothers è una miniserie/documentario di HBO diretto da Steven Spielberg e Tom Hanks. Questa serie è tratta dal libro omonimo di Stephen E. Ambrose del 1993.

Le altre volte che questi due hanno collaborato per una produzione simile è stato il film “Salvate il soldato Ryan” del 1998 e “Il ponte delle spie“, 2015. Nel primo, come in Band of Brothers, viene raccontato lo sbarco in Normandia da parte dell’esercito americano. La distribuzione della serie inizia il 9 settembre 2001, ma il suo successo però è attenuato dall’attenzione all’attentato alle Torri Gemelle.

In seguito alla tragedia di Pearl Harbor, gli uomini statunitensi vennero chiamati al fronte. Al tempo era una grande vergogna non poter servire, ci furono addirittura alcuni casi di suicidio. Band of Brothers illustra la storia di un gruppo di soldati che si sono offerti volontari per il nuovo settore dell’esercito, i paracadutisti. Finiti nella compagnia Easy, parte del reggimento 506 dei paracadutisti della 101esima Divisione Aviotrasportata (101st Airborne Division – con stemma l’aquila calva urlante su sfondo nero, tuttora operativa), persone tra loro molto diverse, devono imparare a convivere, sopravvivere e lottare insieme.

Al preludio di ogni puntata vengono mostrati degli spezzoni di intervista ai veterani della compagnia, le cui identità verranno svelate solo alla fine della serie. Subito dopo veniamo catapultati nel passato al 1942, – e agli anni successivi a seconda dell’episodio – durante l’addestramento dei protagonisti, sotto la guida del Capitan Sobel (David Schwimmer, Ross di Friends).

Band of Brothers rossIl capitano in poco tempo si fa odiare, e la compagnia già da subito si unisce in maniera solidale contro di lui, un nemico comune, nella momentanea assenza dei soldati nemici. I tenenti Nixon e in particolare Winters invece, sono di tutt’altra pasta, pronti a guidare gli uomini rischiando le conseguenze insieme a loro.

Band of Brothers Tenente
Damian Lewis e Ron Livingston nei panni dei tenenti Winters e Nixon

Il tenente Winters interpretato da Damian Lewis (Nicholas Brody, Homeland) che è solo uno dei famosi che troverete nel cast. Imparerete a conoscere la compagnia Easy, nella sua varietà di personaggi, tra cui vedremo anche Michael Cudlitz (Abraham, The Walking Dead) e Kirk Acevedo (Alvarez di Oz o Agent Francis di Fringe) solo per fare un paio di nomi.

Band of Brothers 2
Michael Cudlitz

Oltre a i personaggi permanenti troverete tante guest star: ad esempio il figlio di Tom Hanks, Colin (Travis Marshall di Dexter per intendersi), che interpreta il tenente Jones o ancora Stephen Graham (Al Capone di Boardwalk Empire) nei panni di Ranney, ma comparirà anche Jimmy Fallon nel ruolo del tenente Rice. Incontrerete anche Michael FassbenderJames McAvoy (Magneto e Professor X da giovane) e Neal McDonough (Damien Darhk, Arrow).

Band of Brothers -james-mcavoy
James McAvoy

Anche per chi non è solito seguire film o telefilm che parlano di guerra, Band of Brothers, così come il successore The Pacific, sono delle miniserie godibilissime in quanto sono molto più di racconti di guerra: sono storie di uomini che per amore della patria hanno dato tanto, a volte tutto. Sin da l’inizio di questa serie si può vedere nei loro occhi una tensione, una paura inespressa mista alla consapevolezza di dover fare ciò che è necessario e, diversamente da altre produzioni, questo è mostrato anche negli avversari, nemici che di diverso hanno la parte in cui stanno, nel momento in cui vengono raccontati come individui.

Inoltre, essendo la seconda guerra mondiale un conflitto che coinvolge anche la popolazione civile, ci viene mostrato come vengono trattati i popoli dalle truppe, da una parte gli americani – ambivalenti verso i civili e soldati tedeschi – dall’altra parte i campi di sterminio di Hitler in cui venivamo mandagli gli “indesiderati”.

Band of Brothers

Non solo: questa serie mostra come dei gruppi di uomini attraverso le difficoltà creino legami che non possono essere spiegati, se non paragonandoli al legame fraterno. Racconta anche di fiducia riposta verso l’uomo che hai accanto e ancor di più verso il superiore, e della protezione che si cerca di garantirsi l’un l’altro. Allo stesso tempo in caso di rottura di questi legami, insieme possono agire per far sentire la loro voce anche se spesso viene sottolineata la rigida gerarchia militare e questa ha la meglio.

Band of Brothers battle

La psicologia dei personaggi è molto curata, sono tridimensionali e stratificati e anche se all’inizio troverete difficoltà per l’elevato numero di personaggi principali, non lasciatevi scoraggiare in quanto imparerete a conoscerli lungo questa sorta di film in dieci pezzi.

Band of Brothers aaaah!

In Band of Brothers i registi sono riusciti ad equilibrare la spietata violenza della guerra – e della morte – all’idea di eroismo e al senso di fratellanza tanto che la critica ha valutato la serie con oltre otto e mezzo e il pubblico supera il nove come votazione.

D’altra parte però, l’accuratezza storica di questo show è stata criticata per alcuni versi, alcuni passaggi sono controversi per una rappresentazione approssimativa di alcuni reparti (esempio i piloti) ma, a discolpa dei registi e dello scrittore, certe cose sono ovviamente deviate dal fatto che Band of Brothers si basa sulle testimonianze dei sopravvissuti, una visione soggettiva e occasionalmente drammatizzata essendo comunque uno show. Per quel che invece concerne costumi, armi, mezzi ed altre rappresentazioni scenografiche dell’epoca, pubblico e storici si sono ritenuti soddisfatti.

D’altra parte non si potevano permettere di trascurare i dettagli avendo un budget di 125 milioni di dollari, anche se molto è stato speso per riprendere nei vari stati in cui è ambientato.

In onore della cura dei dettagli, verrà presto citato nella serie il discorso d’incoraggiamento di Generale Dwight D. Eisenhower alle truppe:

“..the eyes of the world are upon you […] good luck! and let us beseech the blessing of almighty god upon this great and noble undertaking”

Band of Brothers
Band of Brothers

Written by Sara Fattori

Ho un serio problema di dipendenza dalle serie tv.. come se non bastasse la mia formazione sociologica mi porta ad interpretarle come una chiave di lettura del mondo!
Lo so, non sto bene, ma il primo passo è ammetterlo!

The Walking Dead – Maggie Greene, la luce in fondo al tunnel

La quarta stagione di Orange Is The New Black ci ha distrutto nel profondo. E non si torna più indietro