in

The Handmaid’s Tale 4: quando arriva, tutto quello che c’è da sapere

the handmaid's tale 4

1. Introduzione

The Handmaid's Tale 4 640x406

È già passato un anno dall’uscita della terza stagione di The Handmaid’s Tale, trasmessa negli Stati Uniti da Hulu dal 5 giugno 2019, e in Italia da TIMvision dal 6 giugno 2019. Con l’avvicinarsi del season finale (andato in onda il 14 agosto 2019), i fan della serie si sono chiesti più volte se la quarta stagione avrebbe mai visto la luce. Considerato l’enorme successo di critica e pubblico e i numerosi premi vinti nel corso degli anni, le probabilità di vedere un nuovo capitolo sono sempre state alte. Ma è solo con il press tour estivo della Television Critics Association che è arrivata la conferma da parte di Hulu del rinnovo per The Handmaid’s Tale 4.

L’annuncio della piattaforma streaming è stato seguito poi da quello del produttore esecutivo Warren Littlefield, il quale ha dichiarato durante il press tour invernale della TCA che le riprese sarebbe iniziate a marzo 2020. Se non fosse stato per l’emergenza Coronavirus, la quarta stagione sarebbe arrivata sui nostri schermi nell’autunno 2020. Ma come la maggior parte delle produzioni televisive, anche quella di The Handmaid’s Tale 4 è stata interrotta a causa della pandemia, come riportato dalla protagonista Elisabeth Moss in un post pubblicato su Instagram:

Ehi ragazzi, abbiamo interrotto la produzione della stagione 4 al fine di preservare la salute e sicurezza del nostro cast e troupe e per unirci al resto del mondo nel tentativo di appiattire la curva. Questa serie è la mia vita e questo cast e troupe sono la mia famiglia. Niente è più importante che assicurarsi che loro e tutti coloro che li circondano siano al sicuro. Speriamo di tornare in produzione non appena sarà sicuro farlo. Nel frattempo rimanete sani e salvi e abbiate cura di voi stessi. Tanto amore dalla nostra famiglia alla vostra.

Nell’attesa dei nuovi episodi, in arrivo nel 2021, abbiamo deciso di fare il punto della situazione raccogliendo tutte le informazioni rilasciate fino a giugno 2020: trama, cast, dichiarazioni ufficiali dello showrunner e degli attori, e anticipazioni sulla data di uscita della stagione.

2. Trama

The Handmaid's Tale 4

Basata sul romanzo Il Racconto dell’Ancella di Margaret Atwood, The Handmaid’s Tale è ambientata in un mondo distopico in cui le donne sono apprezzate solo per la loro capacità di procreare. La storia si svolge principalmente nel regime totalitario di Gilead, sorto sul territorio una volta conosciuto come Stati Uniti d’America. Dopo una feroce guerra civile, la società è stata riorganizzata in modo tale da concentrare il potere nelle mani dei comandanti. Al contrario, le donne non solo sono completamente soggiogate dagli uomini, ma non possono lavorare, leggere o scrivere.

A causa dell’infertilità e il crollo delle nascite, le donne fertili, conosciute come Ancelle, vengono consegnate alle famiglie elitarie e sottoposte a stupri rituali per dare ai comandanti dei figli. La società, in particolare la popolazione femminile, è raggruppata in classi sociali ben riconoscibili: le Ancelle, vestite di rosso. Le Marte, domestiche vestite di grigio. Le Mogli, consorti dei comandanti vestite di verde. Le Zie, governanti vestite di marrone che istruiscono le ancelle. Dalla forte impronta teocratica, il regime di Gilead gestisce ogni aspetto della vita della popolazione, controllata costantemente dalle forze militari degli Occhi.

Sin dalla prima stagione di The Handmaid’s Tale (trasmessa da Hulu dal 26 aprile 2017), la storia ci è stata raccontata attraverso gli occhi di June Osborne (Elisabeth Moss), ribattezzata Difred (Offred in lingua originale) una volta assegnata alla casa del comandante Fred Waterford (Joseph Fiennes) e la moglie Serena Joy (Yvonne Strahovski). Cruda e bellissima, la serie ci ha lasciato il segno soprattutto grazie al coraggio e alla determinazione della protagonista che, nonostante tutte le sofferenze e crudeltà subite, non si è mai lasciata piegare da esse.

3. Dove eravamo rimasti

The Handmaid's Tale 4

Anche se non siamo ancora in possesso di particolari dettagli sulla trama di The Handmaid’s Tale 4, molto probabilmente la nuova stagione riprenderà le redini da dove si era conclusa la precedente. Nel finale della terza stagione, la protagonista riesce a portare in salvo 52 bambini di Gilead, facendoli trasportare in Canada. Grazie all’aiuto delle Marte e del Comandante Joseph Lawrence (Bradley Whitford), la protagonista scorterà il gruppo attraverso una foresta fino all’aeroporto, dove creerà un diversivo per permettere a Rita (Amanda Brugel) e ai bambini di salire sull’aereo. Tuttavia, durante lo scontro con le guardie June verrà ferita gravemente da un proiettile.

Nel frattempo, Fred Waterford informa Mark Tuello (Sam Jaeger) dei crimini commessi da Serena, contribuendo così alla sua detenzione e alla revoca dei privilegi che le erano stati garantiti. Una volta arrivati in Canada, i bambini vengono accolti da Luke (O. T. Fagbenle), Moira (Samira Wiley) ed Emily (Alexis Bledel). Mentre la piccola Rebecca si riunisce con il padre, Rita informa Luke che tutto ciò è stato possibile grazie agli sforzi di June. Dopo la sparatoria, le ancelle rimaste a Gilead, in particolare Janine (Madeline Brewer), Alma (Nina Kiri) e Brianna (Bahia Watson), trovano una June in fin di vita e la soccorrono. Come mostrato dal trailer ufficiale rilasciato il 24 giugno 2020, nella quarta stagione non solo la protagonista sopravviverà, ma continuerà la sua lotta contro il regime insieme alle altre ancelle e ai loro alleati. Non c’è più tempo da perdere: per poter vincere la guerra e cambiare il destino del paese, è necessario agire e riconquistare i propri diritti.

Considerando che nell’autunno 2019 è uscito I Testamenti, l’atteso seguito de Il Racconto dell’Ancella, è possibile che in The Handmaid’s Tale 4 troveremo anche alcuni elementi tratti dall’ultimo romanzo di Margaret Atwood. Ambientato 15 anni dopo l’inizio della storia di Difred/Offred, il libro riporta le vicende di 3 protagoniste femminili, ognuna con un ruolo diverso rispetto alla società distopica di Gilead. Il romanzo è collegato con la serie di Hulu e potrebbe essere stato utilizzato per dare maggior profondità all’universo brutale portato sullo schermo da Bruce Miller.

4. Cast

The Handmaid's Tale 4

Per il momento non abbiamo ancora nessuna certezza su quali attori torneranno per The Handmaid’s Tale 4. Tuttavia, possiamo fare i nostri pronostici e individuare gli interpreti che molto probabilmente saranno presenti nella prossima stagione. Al fianco di Elisabeth Moss (June Osborne/Offred) troveremo Joseph Fiennes (Comandante Fred Waterford), Yvonne Stahovski (Serena Joy) e Alexis Bledel (Emily/Diglen/Disteven/Dijoseph). Molto probabilmente rivedremo anche Samira Wiley (Moira/Ruby), Madeline Brewer (Janine/Diwarren/Didaniel), Ann Dowd (Zia Lydia), O. T. Fagbenle (Luke Bankole) e Max Minghella (Nick Blaine), senza contare anche Amanda Brugel (Rita) e Bradley Whitford (Comandante Joseph Lawrence).

Fra le comparse ricorrenti, potremmo rivedere Nina Kiri (Alma/Dirobert), Bahia Watson (Brianna/Dieric), Jordana Blake (Hannah Bankole), Stephen Kunken (Comandante Warren Putnam) ed Ever Carradine (Naomi Putnam). Inoltre, nella prossima stagione i personaggi di Sam Jaeger (Mark Tuello) ed Elizabeth Reaser (Olivia Winslow) potrebbero acquisire maggior rilievo. Non ci resta che aspettare l’uscita di The Handmaid’s Tale 4 per sapere quali attori avremo il piacere di rivedere sul nostro schermo.

5. Dichiarazioni su The Handmaid’s Tale 4

Elisabeth Moss The Handmaid's Tale 4

Il finale della terza stagione ha spinto gli spettatori a chiedersi cosa succederà a June in The Handmaid’s Tale 4. In un’intervista per Entertainment Weekly, lo showrunner Bruce Miller si è espresso sul futuro della serie, senza ovviamente rilasciare spoiler:

Ora cosa dovrà fare June? Dovrà pagare per ciò che ha fatto? Troverà ancora una volta un modo per sopravvivere? Ha rinunciato alla vita e ha sostanzialmente deciso o pensa che morirà a Gilead, e causerà al regime più dolore possibile fino al momento della sua morte? Una delle lezioni che June ha appreso negli ultimi anni è di ignorare coloro che ti dicono che ciò che vuoi fare è impossibile. All’inizio le è stato ripetuto più volte “Non vedrai mai più tua figlia. Non ti innamorerai mai. Non parlerai mai più con tuo marito“. June è riuscita a fare ognuna di queste cose. Quindi, quando le dicono “Non farlo, finirai sul muro”, lei risponde con “Fottetevi. Mi avete detto di non fare tutto quello che ho fatto, e nonostante ciò non sono finita sul muro, e non sono tuttora sul muro. E anche se dovessi finirci, sarà per una buona ragione. La fuga dei bambini è una di queste“. Se i guardiani la troveranno e la porteranno via, non credo che June non avrà un sorriso sul volto. Stava cercando di farli incazzare. E ci è riuscita.

La serie ha sempre tratto la propria forza da questo incredibile personaggio, la cui storia sarà al centro della quarta stagione:

Seguiremo June. È la sua storia. Andremo dove June sta andando. Un esempio di ciò possiamo trovarlo nel finale, quando scopriamo che l’aereo è partito perché lo vediamo volare sopra la sua testa, mentre è distesa per terra, ferita. Non abbiamo mostrato tutti quei bambini che salgono sul velivolo. Non li mostriamo durante il rullaggio dell’aereo o mentre si preoccupano dei radar. Vediamo quello che vede June. Andando avanti, questo rimane il nostro compito e ci mantiene legati al romanzo di Margaret Atwood. June è il punto di vista che ha scelto. Finché ci atterremo a ciò, vedremo Gilead attraverso gli occhi di June.

Bruce Miller ha anche parlato di Gilead e di come le cose cambieranno dopo le azioni di June:

Penso che sia necessario portare avanti la storia. È necessario che le cose cambino. Non voglio pensare alla serie come un franchise dove rimaniamo sempre nello stesso posto, con le stesse persone che fanno sempre le stesse cose. Penso che ci siamo spinti al di là di una narrazione in cui alla fine di ogni episodio ti ritrovi esattamente dove eri all’inizio. In questa nuova era della televisione, quel tipo di narrazione è un po’ frustrante.

Per quanto riguarda invece le riprese della quarta stagione, Elisabeth Moss si è espressa a riguardo durante un’intervista per Extra:

Siamo al punto dove si trovano tutte le altre produzioni. Le riprese erano iniziate da appena due settimane e abbiamo ancora un’intera stagione da girare. Sicuramente ricominceremo appena sarà possibile, anche se credo che ci vorrà ancora un po’. Abbiamo tutti una gran voglia di tornare a lavorare. Tutte le famiglie hanno persone da mantenere e affitti da pagare, ma la vita umana vale molto di più di una serie televisiva. Stiamo solamente cercando di capire come poter tornare a lavorare nella maniera più sicura possibile.

6. Dove guardare in streaming The Handmaid’s Tale 4

The Handmaid's Tale 4 640x360

In attesa di The Handmaid’s Tale 4, è possibile recuperare le prime tre stagioni sul servizio streaming di Hulu per chi vive negli Stati Uniti, e su quello di TIMvision per chi invece vive in Italia. Mentre la prima stagione è composta da 10 episodi, la seconda e la terza ne contano 13. Come dichiarato da Bruce Miller, la quarta sarà composta da 10 puntate, e molto probabilmente verrà introdotta nel catalogo di Hulu e TIMvision non appena il quarto capitolo verrà messo in onda.

7. Anticipazioni sull’uscita di The Handmaid’s Tale 4

The Handmaid's Tale 4 640x426

Dunque, quando uscirà The Handmaid’s Tale 4? Anche se non sappiamo ancora l’esatta data di rilascio della quarta stagione, con il trailer ufficiale rilasciato il 24 giugno 2020 abbiamo avuto la conferma che le vicende di June Osborne torneranno sui nostri schermi nel 2021. Considerando che c’è da girare ancora un’intera stagione, è probabile che la serie non uscirà prima della metà del prossimo anno. A questo punto, non possiamo che aspettare ulteriori aggiornamenti e sperare di poter tornare a goderci questo meraviglioso show il prima possibile.

Ecco il trailer della quarta stagione:

Written by Ambra Verzucoli

Sono una ragazza dai mille amori e dai mille interessi, amante della bella musica e del buon cibo, del profumo dei libri e del rumore degli scatti fotografici. Sempre curiosa e in cerca di ispirazione, adoro viaggiare, perdermi nei boschi, incontrare nuove culture e capire chi è diverso da me. Appassionata da sempre di serie TV e cinema, non potrei mai fare a meno della mia dose giornaliera di personaggi eccentrici e universi strabilianti.

Emma Roberts è incinta… a quanto pare