in

Magnus Bane: l’immortalità conviene?

magnus bane

Eccoci qui a parlare del nostro secondo personaggio: dopo Alec, era inevitabile che la mia attenzione andasse a Magnus Bane, lo scintillante e glitteroso stregone di Brooklyn, nonché meraviglioso fidanzato di Alec Lightwood.
Non so dire chi dei due sia più fortunato ad aver trovato l’altro.
Lo confesso: continuo a dire al mondo e a me stessa che Alec è il mio personaggio preferito, ma forse (forse) mi sto rendendo conto che Magnus lo è.

Per questo, nella rubrica di oggi, parleremo un po’ di questo stregone che ha la fortuna/sfortuna di essere immortale; Ecco a voi Magnus Bane!

MAGNUS BANE NEI LIBRI

Magnus Bane


Magnus, come Alec, trova poco spazio nei libri rispetto ad altri personaggi; eppure questo non ci ha impedito di affezionarci a lui. Oltre alla saga canonica, troviamo narrate le avventure dello stregone nel libro “Le cronache di Magnus Bane” e nella trilogia prequel della saga “The Mortal Devices”.
Insomma, Mag è un po’ dappertutto.
E questo perché?
Ma perché è un figo della madonna, ovviamente!
Perché è immortale. Che fortuna, direte …
E invece no, è più una condanna a volte.Magnus Bane
Ma torniamo al nostro stregone preferito.

Magnus Bane

Quasi settecento anni sulle spalle (qualcuno dice quattrocento, bah), lo stregone ha vissuto otto vite, in ognuna ha dovuto dire addio a moltissime persone che ha amato e questo non deve essere stato per nulla facile.
Se noi abbiamo una sola vita da vivere e non possiamo sprecarla, lui ne ha mille.
Ma è davvero un vantaggio?

Nel corso della sua vita, ha vissuto talmente tante avventure ed è stato ferito talmente tante volte che ha perso fiducia un po’ nel mondo intero.

Magnus BaneMa quando arriva Alec, ha la possibilità di rimettersi in discussione e di ricominciare ad amare.

La sua eterna esistenza rischiava di fossilizzarsi nell’abitudine e invece sono arrivati due occhi che gli hanno ingarbugliato il cuore, lo stomaco, la vita.

Perché, malgrado tutto, Alec è stata la cosa migliore che potesse capitare a Magnus.

Magnus Bane

Sappiamo tutti come era freddo lo stregone prima di conoscere lo Shadowhunters, e come era indifferente verso le altre persone (se non i sui più cari amici).
Questo lo cambia totalmente.
Con Alec, Mag trova un’intera famiglia e, malgrado continui a negarlo, rinasce nelle relazioni che la storia con il ragazzo gli ha fatto conoscere.
Per prendersi cura dello Shadowhunters, darebbe sé stesso e quasi lo fa.
Aiuta nelle battaglie e salva vite. Tutto aggratis. Perché, infondo, Alec ha sbloccato qualcosa dentro di lui.

Magnus Bane

Nel corso dei libri, possiamo vedere la sua straordinaria evoluzione, non solo nella sua storia d’amore con Alec, ma anche e soprattutto nella sua caratterizzazione.

Da egocentrico stregone che avrebbe ti avrebbe fatto pagare solo per respirare nel suo loft, a uomo che è pronto a sacrificarsi per coloro che ama, a perdere la vita per dare ad altri la possibilità di vivere la loro.
Ma la cosa più bella è che continua a fingere aiutare il mondo solo per tornaconto personale, ma in realtà lo fa perché tiene alle persone.
Questo è incredibilmente generoso!

Ecco a voi Magnus Bane, uno stregone che ha saputo affezionarsi alle persone nonostante la sua immortalità gli abbia dimostrato che non è affatto un bene.
Ed ecco che torna la questione dell’immortalità.
Magnus e Alec sono entrati in crisi proprio per questo, perché Alec aveva una paura folle che Mag soffrisse quando lui non ci sarebbe più stato e aveva il terrore della sua immortalità. Per questo ha cercato di togliergliela, spezzando il cuore al suo stregone che ha visto messa in scacco la cosa che lo rendeva così speciale.
Ma poi ha capito.
Ha capito che la cosa che lo rendeva speciale era la sua vita vissuta, non importa quanto lunga, e che anzi, avrebbe dovuto imparare a dire addio anche ad Alec un giorno, ma questo non gli avrebbe impedito di amarlo fino alla fine.

Shadowhunters MalecHa capito che l’immortalità non è un bene e che se non ci fosse stato attento, avrebbe rischiato di fossilizzarsi. Proprio lui, così egocentrico e attivo.
E, dopo aver lasciato l’amore della sua vita perchè aveva tentato di privarlo della sua immortalità, è stato pronto a donargli la vita, sacrificarsi perchè Alec ne avesse una migliore. Per fortuna che Simon ha salvato tutti.
L’ultima immagine che abbiamo di Magnus Bane prima di Lady Midnight è quella di un uomo che regala al suo fidanzato la storia della sua vita, perché capisce che il suo amore per lui è infinito e che durerà anche dopo che morte li avrà separati.

Magnus Bane

Perciò state attenti a desiderare l’immortalità, non sempre fa comodo.
E, a volte, una vita vissuta come si deve è meglio di cento vite una in fila all’altra.

Written by Lucilla Incarbone

Correntemente studiosa di Scienze del Servizio Sociale, Cattolica, Milano con una straordinaria tendenza ad iniziare Serie Tv in sessione di esami. Leggo, guardo film, mangio Pop Corn, sono una tipa da una stagione al giorno, altro che un episodio alla settimana.
E scrivo, perché tenere tutti i deliri nella testa non fa mai bene e magari possono interessare a qualcuno.
Insomma, avrei potuto avere una vita sociale.
Ma ho scelto le Serie Tv, may the force be with me.

Sons of Anarchy: Shakespeare tra vendetta, anarchia e morte

Castle potrebbe continuare senza due dei suoi personaggi principali