in ,

La classifica delle 5 migliori Serie Tv italiane presenti su Amazon Prime Video

i medici

Amazon Prime Video ormai è un competitore incontrastato del settore seriale. Ci ha deliziato con prodotti straordinari come le originalissime The Marvelous Mrs. Maisel e Fleabag, ma non solo, grazie a questa piattaforma abbiamo avuto la possibilità di riscoprire vecchi prodotti o fare intere maratone di classici come La signora in giallo (Murder, She Wrote), Seinfeld e Buffy l’Ammazzavampiri (Buffy The Vampire Slayer). Ebbene, dopo questa carrellata di prodotti internazionali, c’è da dire che non si scherza mica con i titoli delle serie tv italiane Prime Video. Tra i grandi nomi spunta quello de I Medici o addirittura un prodotto nuovissimo, tratto dall’omonimo film di Paolo Genovese, Tutta colpa di Freud.

Ma quali sono le 5 migliori serie tv italiane presenti nel catalogo di Amazon Prime Video?

1) La meglio gioventù

serie italiane prime video

A conquistare il primo posto in questa classifica di migliori serie tv italiane Prime Video, non può che esserci La meglio gioventù, un prodotto del 2003 non propriamente legato o circoscritto alla categoria serie tv, ma che nasce come tale. Ispirato all’omonima raccolta di poesie in friulano del celebre artista italiano Pier Paolo Pasolini, racconta trentasette anni (dal 1966 al 2003) di storia italiana utilizzando come espediente le vicende della famiglia Carati concentrandosi sui fratelli Matteo e Nicola.

In questo quadro già di per sé interessante è stato facile riuscire a conquistare e a fare appassionare gli spettatori alle storie familiari melodrammatiche dei due fratelli. I contenuti sono raccontati con una grande semplicità, ma allo stesso tempo con grande verità e senza mai risparmiarsi. Viene immediatamente segnata la distinzione caratteriale tra i due protagonisti, distinzione che li accompagnerà per tutta la narrazione e che è – senza dubbio – il pregio più grande della serie. Da una parte c’è Matteo interpretato da Alessio Boni che è il fratello più tormentato, quello più pessimista, appassionato di letterature e all’inizio della storia studente proprio di lettere. Dall’altro c’è Nicola, interpretato da Luigi Lo Cascio, uomo romantico, sensibile, più malleabile rispetto al fratello.

E a questo ritratto struggente di umanità fanno da sfondo le vicende appassionanti, tragiche e rivoluzionarie dell’Italia del secondo dopoguerra, dei moti del Sessantotto, dell’emancipazione, dell’alluvione di Firenze, passando per le Brigate Rosse, la strage di Capaci e arrivando allo scandalo dell’inchiesta Mani Pulite.

Insomma, questa serie è un vero e proprio gioiellino Made In Italy, uno di quei progetti di cui andare fieri. È un prodotto che si può consumare nel tempo di una giornata, saranno sei ore ben spese. Secondo il Magazine statunitense Metacritic, La meglio gioventù è stato il prodotto più apprezzato dalla critica mondiale nel 2005 ed è inoltre stato inserito nella lista dei migliori film che non sono mai stati candidati agli Oscar.

2) Rocco Schiavone

E dopo La meglio gioventù, passiamo ad un altro prodotto molto apprezzato in Italia e che potete trovare nel catalogo di serie tv italiane Prime Video, ovviamente si tratta di Rocco Schiavone, serie tratta dai romanzi di Antonio Manzini con protagonista l’omonimo personaggio – nella serie – interpretato dall’eclettico e poliedrico Marco Giallini. Definirla semplicemente un poliziesco sarebbe troppo poco, sarebbe troppo superficiale, Rocco Schiavone è più di questo. È proprio la natura del suo personaggio, quasi sempre burbero e scontroso, poco incline al rispetto delle regole e segnato profondamente da molteplici traumi nella sua infanzia a garantire l’ennesimo strato di spessore alla serie.

Trasferitosi ad Aosta a causa di un provvedimento disciplinare, Rocco farà fatica – in un primo momento – ad ambientarsi in quel posto assai diverso dalla caotica realtà di Trastevere in cui è cresciuto, realtà che ha contribuito a plasmare l’uomo irascibile, burbero e dai discutibili metodi investigativi che è. Sarà lui stesso a chiarire di non aver scelto la professione per indole, ma più che altro per necessità. Nonostante questo, sotto la maschera di uomo brusco, complesso e complicato, si nasconde una persona saggia e buona.

E poi, diciamocelo, Marco Giallini ha una capacità straordinaria di rendere qualunque personaggio interpreti estremamente interessante, piacevole e a suo modo anche divertente. Celebre è una scena di Rocco Schiavone 2 in cui il protagonista spiega la differenza tra gli intercalari romani con il suo stile inconfondibile.

3) I Medici

serie italiane prime video

Ed eccoci arrivati alla terza posizione in cui troviamo uno dei prodotti seriali più visti dell’ultimo periodo nonché presente tra le serie tv italiane Prime Video. Parliamo ovviamente de I Medici. Seppure è vero che I Medici sia un contenuto anglo-italiano, ci prendiamo il nostro 50% di merito e ce lo teniamo stretto. Raccontare di Firenze durante il Rinascimento è sempre motivo di orgoglio nazionale, è una di quelle cose che ci fanno brillare gli occhi e arrossare le gote. La bellezza, lo sfarzo, l’arte, ma soprattutto gli intrighi, le congiure e le lotte per il potere sono alla base di questa serie e ci vengono raccontante – seppure più romanzate – divinamente.

Il racconto delle vicende di una delle più celebri e influenti famiglie italiane comincia nel 1429 quando Giovanni de’ Medici manda i suoi figli a Cosimo e Lorenzo a Roma per assicurarsi l’elezione di un Papa da loro supportato. Durante la loro missione, i due faranno la conoscenza di numerosi personaggi, tra cui il celebre Donatello. Riusciti nel loro intento, la banca de I Medici riesce ad ottenere un potere economico incontrastato a Firenze grazie al supporto del pontefice. Alla morte di Giovanni, misteriosamente ucciso, il potere passa nelle mani di Cosimo, interpretato dall’attore inglese Richard Madden. La situazione a Firenze non è delle migliori, la famiglia de’ Medici ha numerosi nemici che tramano contro di loro.

Nonostante il loro potere sia minacciato, Cosimo non è disposto a rinunciare alla sua visione del futuro di Firenze di cui fa parte anche il suo sogno di completare il Duomo. Grazie a questo suo sogno farà la conoscenza del visionario Brunelleschi che gli fornirà finalmente una soluzione per la famosa cupola del duomo. Nel frattempo, il principale oppositore di Cosimo nella signoria, Rinaldo Albizzi, cercherà di istigare il popolo ad insorgere contro I Medici.

Nella stagione successiva, c’è un salto temporale di vent’anni. A capo della famiglie c’è Piero, figlio di Cosimo, malato di gotta e perciò definito il Gottoso, padre di Lorenzo il Magnifico interpretato da Daniel Sherman che si trova a subentrare agli affari di famiglia proprio nel periodo in cui il loro banco sta subendo una grave crisi, aggravata dalle condizioni precarie di salute del padre. Nel frattempo veniamo a conoscenza della relazione clandestina tra Lorenzo e Lucrezia Donati interpretata da Alessandra Mastronardi, relazione che sarà destinata a terminare e Il Magnifico accetterà di sposare la nobildonna Clarice Orsini.

E mentre tutto questo accade, si aggiunge una nuova rivalità familiare per I Medici, quella con la famiglia fiorentina de’ Pazzi che porterà alla celebre congiura dei Pazzi in cui perderà la vita Giuliano de’ Medici, fratello di Lorenzo interpretato da Bradley James noto al pubblico seriale per aver prestato il volto ad Arthur Pendragon nella serie tv Merlin.

Nella terza stagione de I Medici, dopo anni dalla congiura dei Pazzi, Lorenzo si ritrova a dover difendere il proprio potere dall’opposizione per il bene di Firenze. Tra l’altro, per la prima volta facciamo la conoscenza di Giulio, figlio illegittimo del defunto Giuliano che la famiglia accetta immediatamente. Nel frattempo, Clarice dovrà affrontare di nuovo Lucrezia Donati e la nuova figura di Ippolita Sforza. Compare a Firenze la figura di Girolamo Savonarola.

4) Il cacciatore

E al quarto posto tra le migliori serie tv italiane Prime Video, troviamo Il Cacciatore, un vero e proprio gioiellino nostrano. La serie ha debuttato su Rai 2 nel 2018 e da allora ha conquistato una grande fetta di pubblico. Forse ancora troppo oscurata da serie mainstream che trattano lo stesso tema e di qualità decisamente inferiore, dovrebbe essere riscoperta e quale modo migliore se non approfittare del fatto che sia disponibile su Prime per cominciarla?

La serie narra le vicende di Saverio Barone interpretato dallo straordinario Francesco Montanari che ci regala una delle sue migliori interpretazioni. Ci troviamo in Sicilia, siamo agli inizi degli anni ’90 quando il magistrato Saverio Barone diventa membro del pool antimafia di Palermo. La stragi di Capaci e di Via D’Amelio bruciano ancora sulla pelle dei siciliani e la continua guerra tra clan mafiosi è al suo apice. Lo scopo di Barone è esattamente quello di dare la caccia – e da qui il titolo – ai mafiosi per ripulire la splendida regione da questo terribile cancro. Diversamente dalle più comune serie sullo stesso tema, Il cacciatore ha delle sfumature più profonde. Vediamo il nostro protagonista in più angolature, esploriamo la sua vita lavorativa, quella familiare e la tela di rapporti umani che tesse con i suoi colleghi.

Le serie trae ispirazione dal romanzo autobiografico del magistrato Alfonso Sabella a cui si rifà il personaggio di Montanari, intitolato proprio Cacciatore di mafiosi.

5) L’allieva

serie italiane prime video

E dopo La meglio gioventù, dopo Rocco Schiavone, dopo I Medici e dopo Il cacciatore arriviamo all’ultima e quinta posizione della classifica delle migliori serie tv italiane Prime Video. In quinta posizione troviamo un altro prodotto molto apprezzato, L’allieva. Andata in onda dal 2016 al 2020, narra le vicende del medico legale Alice Allevi ed è ispirata alla serie di romanzi di Alessia Gazzola che è anche co-creatrice della serie assieme a Peter Exacoustos.

È Alessandra Mastronardi che abbiamo ritrovato anche nel cast de I Medici a vestire i panni di Alice Allevi. Alice è una studentessa di medicina al sesto anno, ancora indecisa su quale specializzazione scegliere. A seguito dell’omicidio della badante di sua nonna che abita poco fuori Roma, Alice capisce di essere interessata alla medicina legale. In questo ambito fa la conoscenza del dottor Claudio Conforti, interpretato dallo straordinario Lino Guanciale, che diventerà il suo diretto superiore e successivamente anche il suo interesse amoroso.

Alice e Claudio sono persone totalmente diverse, lei è ancora un po’ naïve, è goffa, buona, sensibile, ma decisamente capace. Lui è burbero, preciso, meticoloso, anche saccente e ha la tendenza a rivolgersi alla ragazza con dei soprannomi. Eppure, sono proprio le differenze della coppia a renderli funzionali sia sul piano professionale che quello privato. In ogni episodio affrontano nuove ed interessanti indagini che riescono a tenere gli spettatori incollati allo schermo.

Possiamo concludere che La meglio gioventù, Rocco Schiavone, I Medici, Il Cacciatore e L’allieva sono tutte bellissime, sono delle straordinarie serie tv italiane Prime Video che ci fanno cantare L’Italiano di Toto Cutugno con la mano sul cuore.

Scritto da Fabiana Fanelli

La mia vita è un pendolo che oscilla tra una serie tv e l'altra. Tutto sommato mi è andata bene, pensate se oscillasse tra dolore e noia!
Ricordate: "Life's too short to be serious" (La vita è troppo breve per essere seri)

serie tv

Le 5 teorie più ridicole nella storia delle Serie Tv

jon snow

10 volte in cui una Serie Tv ha dovuto far risorgere un personaggio