in

Centauri

Morti nelle Serie Tv - Jax Teller
#
#

Vento fra i capelli, la velocità, il senso della libertà. I centauri hanno da sempre avuto il loro fascino carismatico diventando protagonisti di molte Serie Tv. Hanno spesso la nomea di cattivi ragazzi, alcuni magari possono pure esserlo ma di certo a noi non piace soffermarci sui cliché. La moto per un centauro è la vita. Se ne prendono cura quasi come fosse una persona, alcuni ci parlano anche.

#
#

Proponendoci spesso degli spaccati di vita reale, le Serie Tv hanno da sempre trattato i personaggi più disparati. I centauri non potevano che essere uno fra gli argomenti più usati sin dagli albori della televisione. Non solo scapestrati comunque, alcune volte i nostri centauri saranno dei giustizieri o dei poliziotti, altre si cadrà nella classica nomea che li vuole dissoluti.

Vediamo insieme i 7 personaggi delle Serie Tv per cui la propria moto è come la vita. Diamo gas ai motori.

1. Fonzie – Happy Days

serie tv

#
#

Nostalgici? non potevo di certo iniziare in un modo migliore. Fonzie è stato uno dei primi “maniaci” di moto che le Serie Tv ci hanno regalato. Uscita fra il 1974 ed il 1984, Happy Days è entrata nel cuore di tutti noi, e poco importa se alcuni di noi non erano nemmeno nati, quella sigla così accattivante, l’immancabile giacca di pelle e i capelli di Fonzie sono diventati un simbolo.

Fonzie è un meccanico di moto e automobili, la sua passione è quindi diventata più di un semplice hobby. Adora la sua moto, una Triumph TR5 Trophy, e se ne prende cura ogni giorno. A quelli di voi attenti ai particolari non sarà di certo sfuggito il fatto che sia la stessa moto di James Dean, icona culturale da cui lo stesso personaggio di Fonzie ha tratto ispirazione.

Nei primi episodi tuttavia lo vediamo guidare una Harley Knucklehead del 1936:

Scritto da Alessia Reina

Laureata in Scienze Biologiche, ho sempre nutrito la passione per la scrittura e per il cinema, due fra i miei hobby più cari.

Ogni Serie Tv è come un libro: ti viene proposta una nuova storia con uno stile e con un linguaggio ben preciso; alla fine del viaggio può restarti qualcosa, come un segno più o meno profondo.

Nei miei articoli spero di trasmettere la stessa passione con cui seguo queste Storie, cercando di analizzarle da un punto di vista critico più oggettivo possibile.

game of thrones

Game of Thrones – Emilia Clarke e Kit Harington commentano il finale della settima stagione

Rhaegar Targaryen

Il Drago che si innamorò del Lupo