Vai al contenuto
Home » Serie TV » Le 5 migliori Serie Tv ispirate a storie vere personali (non documentario) da vedere su Netflix 

Le 5 migliori Serie Tv ispirate a storie vere personali (non documentario) da vedere su Netflix 

Indecisi su cosa guardare stasera? Tranquilli, Netflix offre una ricca scelta di serie tv basate su storie vere che è assolutamente vietato perdersi. E no, non parliamo di documentari

Netflix è diventata una vera e propria vetrina per le serie tv basate su storie vere. La piattaforma si è pian piano specializzata, fino a diventare una sorta di hub essenziale per chi cerca storie autentiche. Non soltanto documentari, ma vere e proprie riproduzioni romanzate tratte da storie vere. Tra le sue molteplici offerte, questa tipologia di serie tv tratte da storie vere offrono una finestra affascinante su eventi di cronaca, vite al limite, e anche eventi più o meno attuali di ordinaria eccezionalità che sono riusciti a coinvolgere e immedesimare il pubblico.

Ognuna di queste serie tv tratte da storie vere, spesso ben realizzate, ci porta dentro le dinamiche complesse di storie che spaziano dai crimini irrisolti ai piccoli stralci di drammi vissuti. Attraverso un mix di ricostruzione accurata e libertà narrativa, queste produzioni riescono a creare un legame empatico tra gli spettatori e le vicende raccontate. Una tipologia di prodotto che, possiamo dirlo, eleva il connubio intrattenimento/informazione a un livello più alto e crea un vero e proprio filone.

Al di là della produzione, è innegabile che parte del successo di questo movimento derivi dall’abilità di scelta delle storie narrate. Netflix ha saputo selezionare e presentare storie che non solo coinvolgono e ispirano il classico fenomeno mediatico moderno, ma sanno anche educare. Attraverso il racconto di vite travagliate, sfide personali e rivalse storiche, siamo spesso invitati a riflettere sull’implicazioni di piccoli gesti nella vita di tutti i giorni. Uno degli esempi più moderni e significativi è proprio Baby Reindeer, di cui parleremo in questa lista delle migliori serie tv tratte da storie vere su Netflix.

Preparatevi a intraprendere un viaggio che promette non solo di occupare il tempo, ma anche di offrire una prospettiva più profonda su eventi che meritano di essere ricordati. Anzi, che in alcuni casi meritano di essere letteralmente rivelati per la prima volta. Vi presentiamo le migliori serie tv tratte da storie vere presenti attualmente sul catalogo Netflix.

Baby Reindeer

Richard Gadd, il protagonista della serie tv di netflix tratta da una storia vera Baby Reindeer, sul palco scenico

Partiamo col nome più altisonante degli ultimi tempi, tra le migliori serie tv di Netflix basate su storie vere. Si tratta di Baby Reindeer (che trovi qui in streaming), serie tv britannica dalla narrazione intensa e coinvolgente, basata sulla biografia del comico e attore Richard Gadd (ecco la nostra recensione). La trama della serie è tanto affascinante quanto inquietante, e racconta una storia vera di ossessione e lotta personale del comico che tiene gli spettatori incollati allo schermo.

Richard Gadd nella serie, interpretato dallo stesso autore, è un comico di successo che vede la sua esistenza sconvolta da una fan ossessiva di nome Martha. All’inizio, Martha appare come una figura innocua, un’ammiratrice affettuosa e apparentemente innocente. Tuttavia, con il passare del tempo, la sua ammirazione si trasforma in un’ossessione malsana che inizia a minacciare la stabilità mentale e la sicurezza personale di Richard (qui la notizia delle ultime sconcertanti interviste della “vera Martha”). La sceneggiatura è claustrofobica, intensa, e mostra l’evoluzione di Martha nei confronti di Richard. Questa diventa una presenza sempre più inquietante, ingombrante, tossica. Telefonate incessanti, messaggi, apparizioni non annunciate: ogni gesto di Martha è un tassello in più in un mosaico di terrore psicologico che sembra non avere fine.

Baby Reindeer è una delle migliori serie tv di Netflix tratte da storie vere

Sicuramente, è tra quelle che meglio esplorano il tema dello stalking e delle sue conseguenze psicologiche. La serie non si limita a descrivere gli eventi, ma penetra nella mente del protagonista, rivelando le sue paure, le sue ansie e il suo senso di impotenza di fronte a una minaccia invisibile ma costantemente presente. Il titolo stesso, “Baby Reindeer”, evoca un senso di vulnerabilità e innocenza che contrasta amaramente con la natura disturbante della storia. Il motivo? Non vogliamo spoilerarvelo, e ve lo lasceremo scoprire a serie iniziata. Tra i quid di questo prodotto c’è indubbiamente Richard Gadd, la cui interpretazione intensa e personale riesce a trasmettere l’angoscia e la frustrazione di chi si trova vittima di stalking, ma anche la determinazione a riprendere il controllo della propria vita. Una performance che è un atto di coraggio e vulnerabilità ammirevole, a tratti estremamente commovente.

Pagine: 1 2 3 4