in

5 Serie Tv in cui protagonista e antagonista hanno un rapporto di ambigua interdipendenza

Hannibal

Ogni storia avvincente vede la presenza di un eroe e un villain, rappresentanti del bene e del male. Un tempo i confini tra queste due figure erano netti, adesso invece è un’opposizione sempre più confusa. Non c’è più il bianco per i buoni e il nero per i cattivi. Oggi il colore dominante è il grigio in tutte le sue sfumature. In questo modo i personaggi che vengono delineati sono terribilmente profondi, complessi e accattivanti. Come Hannibal e Will Graham. Non i soliti stereotipi piatti e senza spessore. E in molte occasioni si assiste anche a un ribaltamento di ruoli. L’eroe è davvero buono e il villain è davvero cattivo?

Ma questa dicotomia sfumata, dove bene e male si confondono, crea delle relazioni incredibili tra protagonista e antagonista. Legami pieni di emozioni, dove non è l’odio a fare da padrone, da cui entrambi dipendono. E spesso quelle coppie dominano la scena, coinvolgendoci come non mai, diventando il punto fondamentale di quella serie tv.

Ecco, in questo pezzo, 5 esempi di show dominati proprio da quel tipo di relazioni ambigue. E il primo è proprio Hannibal.

1) Hannibal

Hannibal

Un rapporto affascinante, ambiguo, feroce e folle unisce Hannibal e Will. Impossibile da definire, inutile dargli un’etichetta. Del resto, niente in questa serie tv è categorizzabile. Hannibal e Will non fanno eccezione. Il primo è un manipolatore che riesce ad attrarre le sue vittime con la fiducia. Quelle si affidano a lui, alla sua protezione, alle sue parole. Solo una sembra immune al suo fascino: l’agente che deve arrestarlo, Will Graham. Un uomo con una grande empatia, tale da immedesimarsi nel killer che ha di fronte e darne un profilo accurato. Questo non vuol dire che è immune all’oscurità. Hannibal se ne accorge e vuole farla uscire.

Hannibal è estremamente persuasivo e, per quanto Will abbia capito il suo gioco, non ha tenuto conto del legame che si sta formando tra i due. È una co-dipendenza difficile che non può essere cancellata, un senso di appartenenza che trascende le normali condizioni sociali.

Hannibal non ama nessuno eccetto sé stesso. Poi è arrivato Will, unica eccezione alla sua regola. Un Will che ricambia il sentimento e che alla fine segue la strada tracciata da Hannibal, lasciandosi andare alla sua vera natura.

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

TvTime

La classifica delle 10 Serie Tv più viste secondo TvTime la scorsa settimana (13 – 19 aprile)