in

Rizzoli & Isles: un bellissimo addio!

La prima cosa che mi è venuta in mente alla fine di questo episodio di Rizzoli & Isles è stata:

NULLAAAAA.

NULLA PERCHE’ NON HO FATTO ALTRO CHE PIANGERE PER TUTTA LA PUNTATA PENSANDO AL FATTO CHE FOSSE L’ULTIMA E PIANGEVO PIANGEVO CERCANDO UNA SPIEGAZIONE RAZIONALE UNA MOTIVAZIONE CHE POTESSE DARMI LA FORZA DI VEDERE QUESTA SITUAZIONE DA UN’ALTRA PROSPETTIVA…

…E PIANGEVO, PIANGEVO…

 

ma alla fine ce l’ho fatta!
Sono riuscita a trovare una motivazione logica e razionale che mi facesse finalmente smettere di pensare che fosse finita:

a volte nella vita abbiamo bisogno di una fine, di un segnale di stop davanti a noi che possa farci realizzare che al di là di quella linea tutti noi possiamo ricominciare, trovare un nuovo inizio, scoprire un nuovo punto di partenza e andare via.
Rizzoli & Isles, ma cosa dico, Maura e Jane, Frankie e Nina, Angela, Kent, ma anche chi ha fatto la storia di questo capolavoro e che sfortunatamente non c’è più come Frost e chi ha semplicemente preso una direzione diversa molto tempo prima della fine come Susie; tutti loro, nessuno escluso, hanno contribuito a dare inizio ad una bella storia… e ad una magnifica fine.

Risultati immagini per rizzoli and isles 7x13 gif


Eravamo a conoscenza del fatto che la settima stagione sarebbe stata l’ultima, e che il tredicesimo episodio avrebbe segnato la fine di un’era, ma guardarlo accadere è stato comunque triste.
Pensandoci poteva essere un finale volontariamente brutto, avrebbero potuto scrivere copioni bruttissimi e girare scene orribili, così, per non farci piangere, affinché non ci mancassero, e invece no!
Dovevano per forza fare i sentimentali.
Hanno inserito tutto: le battute di Jane, la risata di Maura, l’assurdità di Kent (quanto lo adoro!), la scienza, le lacrime…

QUANTE LACRIME…

…l’affetto, l’amore e la musica. La musica dei loro cuori e dei loro addii, come note sparse che insieme formano una melodia stupenda, un requiem che racconta un addio, ma che ha toni vitalistici e felici.

Un episodio finale che per un’altra serie sarebbe stato quasi banale, un caso semplice, nessuna morte inaspettata e un happy ending, ma per Rizzoli & Isles è stato a mio parere proprio ciò che doveva essere, un lieto fine che dopo 7 anni siamo stati in grado di digerire, una fine annunciata, ma che ha comunque sorpreso, che ha fatto ridere, emozionare e amare.

Risultati immagini per rizzoli and isles 7x13 gif
Per non parlare della scena finale, con un copione non scritto e delle frasi improvvisate dalle protagoniste che hanno fatto capire a tutti noi che R&I rappresenta una famiglia anche per loro, che non importa cosa succederà in futuro, ma questa parte di vita, questi meravigliosi, infiniti istanti di vita, saranno incancellabili e perfetti.
E questo passato tornerà a farci sorridere e a farci ricordare quanto sia stato fondamentale essere testimoni delle loro scelte.

Sarà dura non poter più ridere e delirare con loro, ormai fanno parte dei nostri martedì, ma no… loro ormai fanno parte delle nostre vite! Ma purtroppo dobbiamo disintossicarci e andare avanti, magari consolandoci guardando altre serie e mangiando gelato misto a lacrime, o semplicemente passando più tempo con chi per noi rappresenta la nostra famiglia, perché abbiamo bisogno di amore e R&I ci ha insegnato anche questo!

In tutto questo dolciume post-finale, sento di voler fare un ringraziamento particolare a Rachele e Irene del Team Rizzoli & Isles Italia, che oltre a pubblicare costantemente i miei articoli, anche quelli più deliranti, hanno dato vita ad un magnifico grande gruppo, nel vero spirito di R&I (Angela Rizzoli ne sarebbe orgogliosa ragazze!). Senza di voi, nulla sarebbe stato così intenso, grazie di cuore!

Ed è quindi arrivato anche per noi il momento di mettere fine a questo capitolo della nostra vita, e perché no, di iniziarne uno nuovo…

Risultati immagini per rizzoli and isles 7x13 gif

Ocean Frank guys
e buona vita!
INTANTO IO CONTINUO A PIANGERE!

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

20 Serie Tv che ti insegneranno cos’è l’amicizia

#ConsigliSeriali: Weeds, l’erba del vicino è sempre più verde