in

The Last of Us sarà il più grande progetto televisivo di sempre (con un budget mostruoso)

the-last-of-us

The Last of Us, l’attesissimo adattamento televisivo dell’omonimo videogioco, è attualmente in produzione in Canada. Iniziano quindi a trapelare i primi dettagli su questo progetto che promette di essere davvero ambizioso. Tre mesi fa era stato annunciato ufficialmente l’inizio delle riprese dei primi episodi della prima stagione e da allora non vediamo l’ora di scoprire qualcosa di più su questa serie tv. Nel frattempo il cast sta iniziando a prendere forma: Joel Miller verrà interpretato da Pedro Pascal, mentre la giovane Bella Ramsey vestirà i panni di Ellie. In questi ultimi giorni è stato annunciato che tre nuovi nomi sono entrati nel cast della serie tv, Jeffrey Pierce, Murray Bartlett e Con O’Neill. È stato confermato inoltre che The Last of Us vedrà il coinvolgimento diretto di Neil Druckmann, la mente dietro il videogioco della Naughty Dog.

Un nuovo aggiornamento relativo a The Last of Us ci ha fatto capire ancora di più quanto questo progetto sia ambizioso e grandioso.

Pare che la HBO sia ben consapevole di quanto siano elevate le aspettative degli appassionati del videogioco sviluppato dalla Naughty Dog nei confronti di questo adattamento e che stia pensando di fare le cose in grande. Già Game of Thrones, un altro ambizioso e amato show della rete, aveva avuto a disposizione un budget molto elevato e infatti l’ottava stagione era arrivata a costare ben 90 milioni di dollari complessivi. Ma sembra proprio che The Last of Us supererà addirittura lo spropositato costo della serie fantasy, dato che si immagina che complessivamente la serie verrà a costare intorno ai 100 milioni di dollari. Immaginiamo che una somma così alta verrà impiegata per realizzare delle ambientazioni molto realistiche che corrispondano a quelle che abbiamo visto nel videogioco. La serie si appresta a diventare uno degli show più grandiosi e costosi che la HBO abbia mai realizzato. Ad anticiparci qualcosa su questo progetto è stato il presidente della IATSE 212 (International Alliance of Theatrical Stage Employees) Damian Petti. Petti ha proprio il compito di fornire comparse e altri aiuti per gli show della HBO e sa bene quante risorse la rete stia investendo nel progetto. L’uomo ha detto che nelle riprese della serie, che si stanno svolgendo proprio in questi giorni in Canada, sono impegnate un grandissimo numero di canadesi di Alberta che stanno facendo le comparse. Il presidente della IATSE ha aggiunto in un’intervista alla CTV Television Network:

Le riprese di The Last of Us sono iniziate questo weekend e stiamo parlando di un progetto mostruoso. Al momento non posso confermare il budget complessivo, ma stiamo parlando del più grande progetto televisivo mai girato in Canada.[…] Parliamo di un budget a otto cifre per ogni episodio, quindi state certi che influenzerà molto l’economia del nostro Stato. Ci sono centinaia di attività collegate che beneficiano di questa mole di lavoro”.

Dato che è stato confermato che la prima stagione sarà composta da dieci episodi e che, secondo quanto ha anticipato Damian Petti, ogni puntata avrà un budget a ben otto cifre possiamo ipotizzare che il costo complessivo potrebbe aggirarsi intorno ai 100 milioni di dollari. Inoltre Petti ha confermato che lavoreranno per 12 mesi sul set ad Alberta anche un enorme esercito di tecnici. La notizia tranquillizzerà probabilmente i fan del gioco, dato che pare che la HBO voglia realizzare una serie tv che sia degna dell’opera originale.

Lo showrunner aveva già cercato di avvertire i fan che non avrebbero avuto nulla da temere poco tempo fa.

Craig Mazin, che sta lavorando alla sceneggiatura insieme al direttore creativo del videogioco Neil Druckmann, aveva detto che avrebbe cercato di migliorare ed espandere la storia nell’adattamento televisivo. Aveva inoltre ammesso di essere lui stesso un fan del videogioco e aveva assicurato che avrebbe rispettato l’opera originale. Aveva detto:

Penso che i fan si preoccupino del fatto che, quando la proprietà viene concessa in licenza a qualcun altro, quelle persone non lo capiscono davvero o lo cambieranno. Ma io sto lavorando con chi lo ha creato, quindi i cambiamenti che stiamo apportando sono progettati per espandere. Non per annullare, ma piuttosto per migliorare.”

E voi cosa vi aspettate dalla prima stagione di The Last of Us?

Scritto da Marilisa Di Maio

Classe 95, laureata in "Lettere Classiche". Adoro le serie comedy e i dramma che ti strappano il cuore, senza alcuna via di mezzo. Il mio sogno sarebbe quello di avere la motivazione e l'ottimismo di Leslie Knope, ma mi sveglio ogni mattina con la stessa voglia di vivere di April Ludgate...

Millie Bobby Brown di nuovo sessualizzata e umiliata: le scuse dalla star di TikTok

grease

Sta per arrivare il prequel di Grease