Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » News » The Hunt for Gollum – Gli autori spiegano perché approfondire Gollum oggi sia una buona idea

The Hunt for Gollum – Gli autori spiegano perché approfondire Gollum oggi sia una buona idea

Il Signore degli Anelli è diventato un cult sin dalla prima pubblicazione della trilogia da parte dell’autore J.R.R. Tolkien negli anni Cinquanta. È difficile pensare a un momento in cui ci sono stati più progetti in lavorazione di adesso sul franchise, e da così tanti luoghi diversi. La gente non ha mai smesso di voler esplorare la Terra di Mezzo. Philippa Boyens, che ha contribuito alla stesura dei precedenti film, oltre che di The Hunt for Gollum, si è occupata della questione.

Oh no, perché lo stanno facendo? Perché ci stanno tornando su?“, ha dichiarato a Deadline. “Beh, questo è il nostro lavoro, dimostrare perché pensiamo che sia una buona idea”.

Jackson, che produrrà il film ma non lo dirigerà, ha parlato del motivo per cui Gollum, in particolare, sia un buon personaggio da rivisitare. “Il personaggio di Gollum/Sméagol mi ha sempre affascinato perché Gollum riflette il peggio della natura umana, mentre il suo lato Sméagol è diverso”, ha detto. “Penso che sia un personaggio in sintonia con i lettori e con il pubblico del cinema, perché c’è un po’ di entrambi in ognuno di noi. Vogliamo davvero esplorare la sua storia e approfondire quelle parti del suo viaggio che non abbiamo avuto il tempo di trattare nei primi film. È troppo presto per sapere chi incrocerà il suo cammino, ma è sufficiente dire che prenderemo spunto dal Professor Tolkien”.

Per quanto riguarda Andy Serkis, questo non è il suo primo lavoro da regista.

Il regista ha lavorato come aiuto nei film de Lo Hobbit, oltre a dirigere film come Mowgli: Legend of the Jungle e Venom: Let There Be Carnage. È chiaramente entusiasta di tornare in un mondo a cui è stato associato per così tanto tempo. E infatti dichiara:

Gollum mi ha sempre accompagnato in tutti questi anni”, ha detto. “Ho letto gli audiolibri della trilogia, Il Silmarillion e Lo Hobbit, quindi il mondo di Tolkien non mi ha mai abbandonato in tutto questo tempo da quando abbiamo girato i primi film. E il personaggio in particolare è rimasto una parte importante della mia vita. Quindi è emozionante poter tornare indietro e fare di nuovo un’immersione profonda nel suo mondo, e in particolare nella psicologia di Gollum. So che siamo tutti interessati a indagare a un livello più profondo su chi sia quel personaggio e, oltre a questo, essere in grado di dirigere e, auspicabilmente, creare un film che abbia il suo posto all’interno del canone, ma anche qualcosa di fresco e nuovo e un approccio diverso”.

Non c’è ancora una data di uscita per The Hunt for Gollum, ma sappiamo che The War of the Rohirrim, diretto da Kenji Kamiyama, uscirà il 13 dicembre 2024.

Il film sarà ambientato oltre 200 anni prima degli eventi de Il Signore degli Anelli e racconterà la guerra tra i signori dei cavalli di Rohan, guidati da Helm Hammerhand (doppiato da Brian Cox), e gli abitanti di Dunland, guidati da un signore della guerra di nome Wulf. Alla fine del film, la fortezza del Fosso di Helm – che ricorderete come scenario di una spettacolare scena di battaglia de Le due torri – sarà costruita. Nell’attesa, vi lasciamo con tutto ciò che c’è da sapere sul ritorno de Gli Anelli del Potere 2.